Pallanuoto paralimpica, a Napoli l’ASD Delfini Blu conquista il Trofeo Memorial Scotti Galletta

Pallanuoto paralimpica, a Napoli l’ASD Delfini Blu conquista il Trofeo Memorial Scotti Galletta

5 Luglio 2021 0 Di Redazione di italiAccessibile
Tempo di lettura: 2 Minuti

Questo articolo è stato letto 828volte!

Un’esperienza strepitosa per i ragazzi, che hanno dimostrato di sapersi adattare in un torneo svolto in acque marine che, sappiamo, rende più difficoltose le azioni di gioco”, ad affermarlo Marina Bellomo, dirigente dell’ASD “Delfini Blu” e collaboratrice Fisdir Sicilia in seno al settore formazione, in merito alla vittoria degli atleti della società palermitana nella triangolare di pallanuoto paralimpica del Trofeo del Mare – Memorial Mario Scotti Galletta avvenuta ieri, sabato 3 luglio, nelle acque di Napoli all’interno della cornice della costa di Mare Chiaro (NA).

A dare avvio alla manifestazione, i saluti di Andrea Scotti Galletta, figlio di Mario, mentre la premiazione degli atleti è stata affidata al presidente CIP Campania, Carmine Mellone, e dal responsabile nazionale della pallanuoto paralimpica FINP, Mario Giuliano, e dal delegato regionale Fisdir Campania, Corrado Rametta:Ci auguriamo che questo torneo possa rappresentare il punto di partenza per la Fisdir – ha affermato Rametta – affinché anch’essa possa, al più presto, creare una realtà su tutto il territorio nazionale per la pallanuoto”.

Una triangolare che ha visto la partecipazione e il trionfo dell’ASD Delfini Blu sulle due squadre FINP avversarie, la Centro Sportivo Portici e la Old Friends Potenza, grazie ad una formazione che è, ormai, inarrestabile (in ordine alfabetico): Gabriele Alighieri, Nicolò Bonsignore, Pietro Chimirri, Emanuele Compagno, Marco Genovese, Giuseppe Inciardi, Pietro Lo Sicco, Antonino Lo Verde, Eros Negro, Nicolò Pace, Davide Ramondo ed Eduardo “Edy” Scarnò, allenati dai tecnici Blasco Di Maio e Riccardo Guaresi e accompagnati dai dirigenti Marina Bellomo e Francesca Aneli.

Un’esperienza che i Delfini Blu hanno saputo affrontare con il talento e la determinazione che li contraddistinguono, dimostrando una notevole capacità di adattamento ad un contesto di gioco diverso e più difficoltoso rispetto a quello al quale sono abituati: il mare. Condizione che si è rivelata una ulteriore prova per la sqaudra palermitana che, come dichiarato dalla sua dirigente Marina Bellomo, ha superato pienamente: “Una manifestazione densa di entusiasmo e all’insegna del più sano spirito agonistico – ha affermato Bellomo – che ha visto le formazioni alternarsi in numerose gare, una dietro l’altra, molto impegnative, ma dalle quali sono usciti vittoriosi. Siamo molto soddisfatti, i ragazzi sono molto contenti di questa bellissima esperienza e ringraziamo tutto il comitato organizzatore per l’accoglienza meravigliosa che ci ha riservato”.

 

Fonte: ufficio stampa Fisdir Sicilia

Questo articolo è stato letto 828volte!