Privacy Policy Al Museo Civico d’Arte Antica di Palazzo Madama di Torino dipinti accessibili alle persone con disabilita' sensoriale - ItaliAccessibile
close

Questo articolo è stato letto 2286volte!

Il  Museo Civico d’ Arte Antica di Palazzo Madama di Torino, tramite l’iniziativa denominata “Abili per l’arte”, ha reso accessibili anche alle persone con disabilità sensoriale i suoi tanti capolavori della pittura, grazie a una vera e propria esperienza multisensoriale, fatta di immagini in rilievo, fruizione sonora e lingua visiva in LIS (Lingua Italiana dei Segni) con sottotitolazione.

Palazzo Madama_Torino

Questa iniziativa, chiamata Abili per l’arte, è stata sì ideata per facilitare l’accesso e la visita in autonomia a determinate categorie di persone, ma è in realtà aperta a tutti i visitatori interessati a poter godere di una visione ravvicinata con l’opera o una descrizione audio dei contenuti.

Il visitatore ha a propria disposizione un contenitore con un kit composto da cinque schede – leggère e di grande formato – che possono essere prese in prestito durante la visita al piano terra; la serie è completata da una mappa della sala, utile per orientarsi nello spazio e trovare la collocazione delle singole opere. Ogni scheda riproduce il dipinto a colori e in rilievo trasparente, tecnica di stampa messa a punto dall’ Associazione Tactile Vision (impegnata da tempo sul fronte della disabilità visiva e della ricerca tecnologica, fornendo materiali per i principali musei europei), che permette di delineare tramite uno speciale inchiostro trasparente alcuni elementi salienti dell’immagine, caratterizzati da diversi gradi di rilievo e da differenti motivi grafici. La trasparenza dei dettagli in resina non interferisce con la leggibilità del dipinto da parte di tutto il pubblico e favorisce anzi la fruizione congiunta. Sul retro di ciascuna scheda è presente poi una descrizione dell’opera sia in carattere grafico ad alta leggibilità, sia a rilievo nel sistema Braille e quest’ultimo testo è realizzato sempre in resina trasparente, coesistendo, quindi, con la descrizione a inchiostro. Nella parte inferiore della scheda, infine, sono presenti un Codice QR (Quick Response ovvero “Risposta rapida”) e un Codice NFC (Near Field Communication ovvero “Comunicazione in prossimità”), che permettono al visitatore in possesso di uno smartphone abilitato e con connessione internet di usufruire del testo descrittivo nella versione di lettura audio e traduzione in lingua visiva in LIS (quest’ultima attuazione a cura dell’Associazione Interpreti LIS di Torino). Abili per tutti è stato reso possibile grazie al sostegno del Rotary Club Torino Nord e si avvalso anche della consulenza culturale di Francesco Fratta dell’UICI di Torino (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti).

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

www.fondazionetorinomusei.it

Questo articolo è stato letto 2286volte!

No tags for this post.

Ti potrebbe interessare anche

    Redazione di italiAccessibile

    The author Redazione di italiAccessibile

    Responsabile del blog Pierpaolo Capozzi
    Dimensione carattere
    Designed by

    best down free | web phu nu so | toc dep 2017

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: