Firenze: visite gratuite per persone con disabilità nella Galleria degli Uffizi

Firenze: visite gratuite per persone con disabilità nella Galleria degli Uffizi

25 Febbraio 2016 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 5942volte!

Uffizi - Firenze

Uffizi – >Firenze

Ogni primo venerdì del mese  La Direzione del museo degli Uffizi offre la possibilità di visite guidate gratuite nel museo alle persone con disabilità grazie all’accompagnamento del personale, ogni venerdi del mese (il prossimo appuntamento è il 4 marzo alle 10.15) .

Ma per accontentare le numerose richieste pervenute, la Direzione degli Uffizi ha programmato per sabato prossimo (27 febbraio) due visite guidate straordinarie per non vedenti alle 9.30 e alle 11.30. I posti disponibili comunque già sono tutti esauriti.

Donazione

Aiutaci con una donazione a portare avanti progetti per l'accessibilità e turismo accessibile

Come accade ormai da sei anni, oltre alla consueta possibilità di effettuare percorsi in autonomia, a cura del personale di custodia della Galleria, appositamente formato per adeguare il museo a standard più elevati di accoglienza, vengono organizzate visite lungo un percorso che si snoda attraverso sia le opere della originale collezione medicea di statuaria classica degli “Uffizi da toccare”, sia attraverso alcuni capolavori pittorici qui conservati.

Il percorso per i portatori di disabilità visiva, denominato “Uffizi da toccare”, si snoda al secondo piano dell’edificio vasariano, dove è possibile effettuare la lettura tattile di 13 sculture e di due copie tridimensionali di pitture. Avviato nel 2009, il percorso è dedicato esclusivamente a persone con disabilità visiva, cioè a coloro che si presentano alla biglietteria degli Uffizi (con apposita documentazione che dà diritto alla gratuità dell’ingresso), viene consegnato un paio di guanti monouso in latex (gli stessi che utilizzano i restauratori di opere d’arte) con cui possono toccare le sculture apprezzandone le caratteristiche salienti della superficie lapidea scolpita, scoprendone i “pieni” e i “vuoti”.

In corrispondenza di ogni opera del percorso tattile sono predisposti dei leggii che sorreggono le didascalie – con testi in italiano e in inglese – con modalità grafica fruibile sia per un’utenza ipovedente, sia non vedente.

Il testo in braille è stato stampato dalla Stamperia Braille della Toscana, per i font, nonché per il contrasto che ne faciliti la lettura è stata coinvolta la Didattica dell’Unione Italiana Ciechi, mentre per quanto riguarda il test del materiale è stata consultata l’Unione Italiana Ciechi. Il testo in braille, stampato su foglio trasparente, può essere sfogliato, così da consentire agli ipovedenti una migliore lettura. Il supporto che sorregge la didascalia è evidenziato con apposita segnaletica per facilitarne l’identificazione.

Questo articolo è stato letto 5942volte!