Bolognetta (PA), inaugurato il parco giochi inclusivo, La Versa (Fisdir Sicilia): ‘Una struttura dove i bimbi sono solo bimbi’

Bolognetta (PA), inaugurato il parco giochi inclusivo, La Versa (Fisdir Sicilia): ‘Una struttura dove i bimbi sono solo bimbi’

9 Luglio 2021 0 Di Redazione di italiAccessibile
Tempo di lettura: 2 Minuti

Questo articolo è stato letto 398volte!

È stato inaugurato oggi, 8 luglio a Bolognetta (PA), il nuovo parco giochi inclusivo “G. Falcone – P. Borsellino” intitolato ai due magistrati simbolo della lotta alla mafia e promotori di legalità e giustizia. La nuova area inclusiva permetterà a tutti i bambini della comunità cittadina e di quelle limitrofe di poter giocare insieme, in totale sicurezza, e di poter socializzare divertendosi. Presente all’inaugurazione il sindaco di Bolognetta, Gaetano Grassadonia, e il referente tecnico regionale di atletica leggera Fisdir Sicilia, Francesco La Versa.
Un parco a misura di bambino che avrà come mission la formula “nessuno escluso” in quanto, all’interno dell’area che lo delimita, saranno presenti dei giochi pensati bambini con disabilità sia fisica che intellettiva, ma fruibili a tutti i piccoli utenti della struttura ricreativa.
Quello del Parco inclusivo, è un progetto sul quale abbiamo puntato molto sin da subito – ha affermato il sindaco di Bolognetta, Gaetano Grassadonia – al fine di amalgamare, sul territorio, tutti i fattori caratterizzanti dei nostri concittadini e mettere a disposizione dei bambini un luogo che li accomuni e permetta loro di divertirsi insieme senza escludere nessuno. Tutti i giochi presenti all’interno del Parco saranno fruibili a tutti i bambini – ha precisato il Sindaco – perché ciascun gioco è stato progettato e costruito in modo tale da poter essere utilizzato, contemporaneamente, sia da un bimbo normodotato che da uno con disabilità. Stiamo, inoltre, provvedendo a creare uno stallo ad esclusiva utilità dei fruitori del Parco – ha concluso Grassadonia – in modo da agevolarne l’accesso”.
Gioco maggiormente rappresentativo dell’intera struttura, che racchiude inoltre il senso più profondo del concetto di inclusività, è l’altalena. Infatti, oltre al tradizionale seggiolino tipico di tutte le altalene, questa prevede un secondo seggiolino “ovetto” che “abbraccia” il bambino e lo pone in una condizione di totale sicurezza e stabilità, grazie alla cintura di sicurezza centrale e ad un sistema simile al roll bar delle auto di F1 posizionato anteriormente: “È il gioco che più di tutti rappresenta il Parco – hanno detto Grassadonia e La Versa – e può essere considerato il simbolo vero e proprio dell’accessibilità”.
Polmone verde della città e luogo di aggregazione di molte famiglie e dei propri bimbi, il parco si propone come centro nevralgico di socializzazione e di divertimento per tutti i bambini, dove ognuno potrà trovare il proprio spazio nel rispetto di tutte le necessità, di tutte le esigenze e in ottemperanza alle normative di sicurezza attualmente vigenti in materia di controllo e contrasto al contagio di Covid-19.
Un’occasione importante questa, per far si che la comunità cittadina possa avvicinarsi al mondo paralimpico – ha affermato Francesco La Versa -, ringrazio l’amministrazione comunale e al Sindaco per aver voluto la mia presenza in tale circostanza. Ad essi va anche un plauso per la celerità della progettazione e della messa in opera della struttura, realizzata e resa fruibile in soli due mesi a tutti i bambini di Bolognetta e di tutti comuni limitrofi che si trovano nel raggio di 20 km. La struttura è ampiamente accessibile – ha proseguito La Versa -, anche a bimbi con disabilità gravi, è priva di barriere architettoniche e annulla tutte le differenze: al suo interno, i bimbi sono solo bimbi. Infine – ha concluso -, già a partire da settembre/ottobre, in accordo con il sindaco Grassadonia, vi programmeremo delle attività in ambito paralimpico per, magari, formare nuovi, futuri atleti”.
Fonte: ufficio stampa Fisdir Sicilia

Questo articolo è stato letto 398volte!