“WONDER WALL” :  MARATONA DI DISEGNO A FAVORE DI FONDAZIONE PAIDEIA

“WONDER WALL” : MARATONA DI DISEGNO A FAVORE DI FONDAZIONE PAIDEIA

18 Dicembre 2019 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 1609volte!

TUTTO PRONTO PER LA 3° EDIZIONE DI “WONDER WALL”,

LA MARATONA DI DISEGNO A FAVORE DI FONDAZIONE PAIDEIA

 

Donazione

Aiutaci con una donazione a portare avanti progetti per l'accessibilità e turismo accessibile

Nella giornata di sabato 21 dicembre quattro artisti disegneranno senza sosta dando sfogo alla loro creatività. Le loro opere andranno all’asta e le donazioni raccolte verranno devolute a sostegno delle attività del Centro Paideia

WONDER WALL 2019 - "WONDER WALL" :  MARATONA DI DISEGNO A FAVORE DI FONDAZIONE PAIDEIA

Dopo il successo delle due edizioni precedenti, torna per il terzo anno consecutivo Wonder Wallla maratona di disegno a favore di Fondazione Paideia organizzata dalla casa editrice torinese Zandegù.

L’appuntamento è in programma sabato 21 dicembre nella Zandecasa in via Exilles 18/bis a Torino: dalle ore 12 prenderà il via la maratona di disegno aperta al pubblico, in cui quattro artisti daranno sfogo alla loro creatività e immaginazione disegnando senza sosta fino alle ore 17 su fogli di carta Favini texturizzata 300 grammi, gentilmente donata dall’azienda che supporta l’iniziativa.

Le opere realizzate verranno poi appese sui muri della Zandecasa e alle ore 18,30 partirà l’asta benefica: le donazioni raccolte verranno devolute a sostegno delle attività del Centro Paideia, lo spazio in Via Moncalvo 1 a Torino che offre attività di assistenza per famiglie con bambini con disabilità, attività sportive, corsi e laboratori aperti a tutti.

Gli artisti che prenderanno parte alla maratona di disegno sono: Monica Barengo, illustratrice di editoria per l’infanzia, Pietro Tenuta, seguitissimo sui social come Maniacodamore, Fernando Cobelo che collabora anche con Penguin Random House e Zanichelli Nicolò Canova che ha lavorato, tra gli altri, con brand come Sephora e Clarins.

La novità di quest’anno è l’introduzione di un tema, su cui gli illustratori potranno lavorare di fantasia e esprimere il loro punto di vista: gli artisti si confronteranno sulle differenze che ci uniscono, un modo nuovo per parlare di inclusione e della bellezza che c’è nella diversità.

Questo articolo è stato letto 1609volte!