Turismo per tutti a Siracusa: una rampa per accedere alla chiesa di “Santa Lucia alla Badia”

Turismo per tutti a Siracusa: una rampa per accedere alla chiesa di “Santa Lucia alla Badia”

5 Maggio 2015 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 5134volte!

L’associazione “Sicilia Turismo per Tutti” ed il Lions Club Siracusa Eurialo, in collaborazione con l’Assessorato al Turismo ed alla Cultura del Comune di Siracusa, la Curia Arcivescovile e la Sovrintendenza ai BB. CC. AA., sono insieme per rendere la città un esempio di destinazione di eccellenza nel campo del turismo e della cultura accessibile.

inaugurazione rampa siracusa 300x225 - Turismo per tutti a Siracusa: una rampa per accedere alla chiesa di “Santa Lucia alla Badia”Il giorno 5 maggio 2015 è stata inaugurata la rampa (istallata nei pressi dell’ingresso dall’ex “parlatoio delle monache”) per consentire l’accesso anche alle persone con esigenze specifiche alla chiesa di Santa Lucia alla Badia di Siracusa, luogo di notevole pregio artistico e di forte richiamo turistico nel quale è esposto il famoso dipinto del Caravaggio rappresentante il “Seppellimento di Santa Lucia”.

L’ opera – donata dal Lions Club Siracusa Eurialo – è stata realizzata su un progetto dell’arch. Nadia Trovato, collaborata dalla dott.ssa Elena Savatta (tecnici dell’associazione “Sicilia Turismo per Tutti”), condiviso dalla dott.ssa Beatrice Basile (Sovrintendente ai BB. CC. AA.) e dall’arch. Aldo Spataro (Sovrintendenza ai BB. CC. AA.).

La chiesa di Santa Lucia alla Badia, infatti, sorge nel cuore (Piazza Duomo) della città e presenta soltanto due scalinate come vie d’accesso: una più ripida sull’accesso principale ed una seconda più piccola sull’ingresso laterale. Ed è proprio qui che la rampa ha trovato posto sfruttando l’accesso con minor pendenza.

Donazione

Aiutaci con una donazione a portare avanti progetti per l'accessibilità e turismo accessibile

La realizzazione di questa rampa rappresenta un altro segnale importante e fondamentale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, derivante dal continuo impegno profuso da Bernadette Lo Bianco e da tutti i componenti dell’associazione dalla stessa presieduta al fine di promuovere lo sviluppo del turismo culturale accessibile di qualità, sostenibile e responsabile, onde consentire la fruizione degli spazi e dei beni da parte di tutte le persone, indipendentemente dalle diverse esigenze specifiche di ciascuna di esse.

Un gesto di grande civiltà che ha unito istituzioni, chiesa e comunità, per raggiungere un unico obiettivo.
Al taglio del nastro hanno partecipato Giancarlo Garozzo (Sindaco di Siracusa), Francesco Italia (Assessore al Turismo ed alla Cultura del Comune di Siracusa), Beatrice Basile (Sovrintendente ai BB. CC. AA. di Siracusa), S.E. Mons. Salvatore Pappalardo (Arcivescovo di Siracusa), Mons. Tito Marino (parroco della Cattedrale di Siracusa), Bernadette Lo Bianco (presidente dell’associazione “Sicilia Turismo per Tutti”) e Carmelo Cappuccio (presidente Lions Club Siracusa Eurialo).

Questo articolo è stato letto 5134volte!