Nasce FIMPAR, la Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico

Nasce FIMPAR, la Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico

20 Novembre 2015 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 6635volte!

Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico 300x200 - Nasce FIMPAR, la Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico

Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico

La settantatreesima Esposizione Mondiale del Motociclismo, in corso alla Fiera di Milano-Rho, il 18 novembre 2015 ha ospitato la conferenza stampa di presentazione per le persone con disabilità appassionate delle due ruote, la FIMPAR (Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico), da parte dell’Associazione Di.Di. – Diversamente Disabili, nata per far gareggiare centauri artolesi, portatori di protesi o con altre disabilità.

L’Associazione Di.Di. – Diversamente Disabili, in questi ultimi anni ha dato vita a numerosi eventi ne campo motocilistico,  tra cui il Di.Di.Trophy, circuito di gare riservato a motociclisti artolesi, portatori di protesi o con altre disabilità, ma anche la Dream World Bridgestone Cup, gara internazionale riservata a piloti con disabilità.

Donazione

Aiutaci con una donazione a portare avanti progetti per l'accessibilità e turismo accessibile

Alla presentazione, come Testimonial, hanno partecipato la cantante e atleta paralimpica Annalisa Minetti, “madrina” storica dell’Associazione Di.Di. e volti noti del motociclismo, come Lucio Cecchinello, Genesio Bevilacqua, Giovanni di Pillo, Alex De Angelis, Niccolò Canepa e Dario Marchetti, insieme al conduttore televisivo Beppe Convertini.

La grande novità per il 2016 è stata anticipata al pubblico e alla stampa con un video che ha raccontato in pochi minuti la nascita e la crescita del progetto Di.Di. nei suoi tre anni di attività, culminati nell’ultima importante pagina della sua storia: la costituzione della “FIMPAR – Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico”.

Tantissime le congratulazioni anche dal mondo dello sport e della televisione che sono arrivate attraverso dei videomessaggi trasmessi durante la conferenza: da Giancarlo Leone, Direttore di Rai 1, a Giusy Versace, atleta paralimpica e presentatrice della “Domenica Sportiva”, a Marcello Cirillo, cantante e presentatore de “I fatti vostri” su Rai 2, a Manuela Olivieri Mennea, moglie dell’indimenticato Pietro, a Fabrizio Macchi, ciclista paralimpico.

Sono stati poi presentati gli altri progetti 2016, che vedono l’avvio di nuovi corsi di guida in collaborazione con il circuito Tazio Nuvolari di Cervesina (PV). Sono già tre gli appuntamenti in calendario in cui i ragazzi disabili potranno usufruire delle moto adattate della Scuola per imparare i primi rudimenti o migliorare le proprie prestazioni in pista. In base al tipo di disabilità, a seguirli saranno gli stessi piloti Di.Di. che corrono da tempo nei campionati nazionali e che hanno acquisito grande esperienza di adattamenti dei mezzi e delle protesi per guidare al meglio e in sicurezza.

I corsi vedranno la partecipazione di un istruttore d’eccezione. Nicola Dutto, pilota paraplegico professionista che quest’anno ha conquistato il 4° posto assoluto nella  Coppa del mondo Baja, curerà personalmente i ragazzi paraplegici interessati a risalire in sella: una Honda NC 700 e un KTM Superduke 990 adattate con un sistema di rotelle posteriori garantiranno la piena sicurezza degli allievi.

Il programma del 2016 si arricchisce poi con la presentazione di Annalisa Minetti di “Never Give Up, un format televisivo studiato per offrire informazioni, idee e soluzioni a chi ha una disabilità e vuole tornare a guidare in moto per semplice passione o per facilitare i propri spostamenti. Il nuovo format prevede approfondimenti dedicati ai disabili tra sport, gare, corsi di guida, patenti speciali, adattamenti, normative per tornare a inseguire i propri sogni. Il programma, prodotto da A&M Media Division, interamente ideato e condotto dalla Minetti e da Chiara Valentini, segretario della Onlus, si svilupperà in 20 puntate e verrà ospitato su AutomotoTV, canale 148 della piattaforma SKY.

Il 2016 si appresta quindi ad essere un’altra stagione intensa, ricca di attività ed emozioni, per questa Onlus che del “Never Give Up” ha fatto il suo motto.

Questo articolo è stato letto 6635volte!