5 maggio la giornata Europea sulla Vita Indipendente #ENILILDAY

5 maggio la giornata Europea sulla Vita Indipendente #ENILILDAY

4 Maggio 2016 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 10043volte!

Giornata Europea per una Vita Indipendente #ENILILDAY

Giornata Europea per una Vita Indipendente #ENILILDAY

In occasione della terza Giornata Europea sulla Vita Indipendente, ENIL Italia pubblica la versione in lingua italiana dei “Miti da Sfatare”: un opuscolo informativo che riguarda alcuni dei luoghi comuni più diffusi sulle persone disabili e su cosa si intende per vita indipendente. ENIL ha voluto affrontare quei pregiudizi e stereotipi a causa dei quali spesso si confonde la vita negli istituti con una “vita indipendente”. Il link dove poter leggere i “Miti da Sfatare”, scaricarlo e distribuirlo* sarà presente sul sito www.enil.it a partire dal 5 maggio 2016.

Cosa è la Giornata Europea sulla Vita Indipendente?

È un evento annuale che si svolge il 5 maggio e che mira a diffondere maggiori informazioni sul diritto delle persone con disabilità di vivere in modo indipendente e sul fatto che questo può diventare una realtà per tutte le persone disabili. La Giornata è stata lanciata per la prima volta nel 2014 da ENIL, la Rete Europea sulla Vita Indipendente. Ogni anno nei paesi europei i sostenitori di questo Movimento internazionale organizzano eventi, proteste, mostre, presentazioni, campagne di sensibilizzazione e qualsiasi attività possa aumentare la conoscenza e la consapevolezza sul tema del vivere indipendenti.

[the_ad id=”5974″]

Cosa è la Vita Indipendente?

La definizione di ENIL, che è stata adottata anche dall’EDF (European Disability Forum) la descrive come “la dimostrazione quotidiana di politiche sulla disabilità basate sui diritti umani. La vita indipendente è possibile attraverso la combinazione di vari fattori ambientali e individuali che consentono alle persone disabili di avere controllo sulle proprie vite. Questo include l’opportunità di fare scelte e prendere decisioni effettive relativamente al dove vivere, con chi vivere e come vivere. I servizi presenti nella collettività devono essere disponibili e accessibili a tutti, e forniti nel rispetto del principio delle pari opportunità, del consenso libero e consapevole, e devono permettere a noi, persone disabili, massima flessibilità nella nostra vita quotidiana. La vita indipendente richiede che l’ambiente edificato e urbanistico, i trasporti e le informazioni, siano accessibili e che vi sia disponibilità di ausili tecnici e della necessaria assistenza personale, accesso ai servizi presenti nella collettività e destinati alla popolazione generale. È necessario sottolineare che la vita indipendente si intende per tutte le persone disabili, a prescindere dal loro sesso, età e livello di necessità di sostegno.

La vita indipendente si può realizzare solo in parallelo alla de-istituzionalizzazione. Lo Stato deve applicare una strategia di graduale transizione dalla assistenza negli istituti alla assistenza domiciliare basata sulla collettività, così come previsto anche dalla Strategia Europea sulla Disabilità 2010-2020, oltre che dalla relativa Convenzione Onu. Le persone disabili devono poter disporre dei necessari e adeguati sostegni per poter vivere all’interno della collettività senza trovarsi costrette a rinchiudersi in istituti e case “protette” non avendo, di fatto, altre scelte.

Un principio importante da tenere sempre in mente quando si sviluppano servizi di sostegno destinati alle persone con disabilità è la necessità di separare la questione alloggiativa dai sostegni per l’assistenza. Se una persona desidera trasferirsi deve essere libera di poterlo fare e libera di scegliere le modalità individuali di assistenza di cui necessita.

Cosa organizza il Movimento europeo per la Vita Indipendente quest’anno?

Per il 5 maggio di quest’anno, ENIL lancia un invito a tutti noi di scattare una fotografia con una frase scritta per esprimere personalmente cosa significa Vita Indipendente e di pubblicarla su Twitter e Facebook con il hashtag #ENILILDAY. Si può seguire inoltre la campagna informativa in questo link:

https://www.facebook.com/events/514494245402719/

Cosa si organizza in Italia quest’anno?

Oltre alle varie iniziative locali e l’evento su Facebook (questo è il link):

https://www.facebook.com/events/567319056760886/?active_tab=posts

Questo articolo è stato letto 10043volte!