BookCity Milano : gli appuntamenti Reading al Buio della Fondazione Lia

BookCity Milano : gli appuntamenti Reading al Buio della Fondazione Lia

15 Novembre 2016 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 4925volte!

Reading al buio - Fondazione Lia

Reading al buio – Fondazione Lia

Il Reading al buio è il biglietto da visita di Fondazione LIA perché permette di raccontare al pubblico storie che appassionano per come sono lette oltre che per ciò che narrano, creando emozioni oltre ogni barriera.  “E’ una idea di accessibilità e inclusione” dice Cristina Mussinelli, Segretario Generale di Fondazione LIA.

Sabato 19 novembre, in collaborazione con l’Istituto dei Ciechi di Milano, si terrà alle 10.30 in via Vivaio 7  “Leggere con mani e voce”, Reading al buio con gli autori Gianni Biondillo, Antonio Manzini e Michela Murgia, introduce Riccardo Cavallero.

Donazione

Aiutaci con una donazione a portare avanti progetti per l'accessibilità e turismo accessibile

Una nuova esperienza di lettura coinvolgente e inaspettata: il Reading al buio, in cui Gianni Biondillo, Antonio Manzini e Michela Murgia si alterneranno con i lettori non vedenti Elisabetta Corradin e Manuele Bravi nella lettura di alcuni brani dei loro libri.
Come sugli alberi le foglie (Guanda, 2016), Orfani bianchi (Chiarelettere, 2016) e Chirù (Einaudi, 2016), rendendo le parole le vere protagoniste dell’incontro.
I brani delle opere, resi accessibili da Fondazione LIA grazie alla collaborazione con le case editrici associate, verranno letti con diverse modalità: su carta, tablet e smartphone, usando il Braille cartaceo o digitale, la sintesi vocale o l’ingrandimento dei caratteri. Per il pubblico sarà l’occasione per leggere non solo con gli occhi e sperimentare un nuovo approccio alle storie.

In contemporanea i bambini dai 6 anni in su, in gruppi da 12, potranno essere protagonisti di uno dei tre percorsi laboratoriali di 30 minuti dal titolo “Il codice Braille: un viaggio alla scoperta dell’alfabeto tattile”. I partecipanti entreranno nel vivo del liguaggio Braille e, sotto forma di gioco, potranno scoprire che anche dei puntini organizzati in uno spazio definito hanno un significato comprensibile e condivisibile con i loro coetanei non vedenti.

In chiusura, alle 12.00, dimostrazione di come le tecnologie aiutano le persone con
disabilità visive a leggere i testi digitali accessibili e una visita guidata al museo storico
di L. Braille.

Mentre nell’ambito del programma per le scuole aderenti all’iniziativa, martedì 22 novembre e 24 novembre si terrà alle 10.30 presso il Laboratorio Formentini per l’Editoria il Reading al buio con i
ragazzi delle scuole superiori con Cecilia Randall e Giuseppe Festa che si alterneranno alla lettura di alcuni brani di Hyperversum Next (Giunti, 2016) e di La luna è dei lupi (Salani, 2016) con il lettore ipovedente Antonino Cotroneo.

Registrazioni:
segreteria@fondazionelia.org

Questo articolo è stato letto 4925volte!