No Limits Group: il progetto inclusivo che parte dallo sport

No Limits Group: il progetto inclusivo che parte dallo sport

8 Dicembre 2020 Off Di Sabrina Longi
Tempo di lettura: 2 Minuti

Questo articolo è stato letto 1046volte!

Il progetto “No Limits Group“, nasce nel 2018 dal lavoro della rete N-DSA-N, grazie a Laura Boscaini, coordinatrice Emilia Romagna e Silvia Prati, coordinatrice globale, con l’organizzazione insieme alla Coopernuoto di Parma della 100×100 Swim NoLimits, una maratona non competitiva di nuoto a cui hanno partecipato atleti e non atleti, persone diversamente abili e normodotate, bambini e adulti con alla base la filosofia che lo sport è uno dei motori fondamentali dell’inclusione sociale.

Da qui è nata l’idea del progetto che oggi ha l’obbiettivo di rendere il No Limits Group, il cui gruppo omonimo è presente anche su Facebook, un simbolo dell’assenza di limiti fisici e culturali tra persone diversamente abili e normodotate partendo dallo sport per allargarlo a tutti gli ambiti della vita sociale con particolare riferimento al mondo del lavoro e del tempo libero.

E’ possibile sostenere il Blog ItaliAccessibile attraverso una donazione

Ad oggi, No Limits Group si occupa come unica attività inclusiva la 100×100 Swim NoLimits, ma si muove dentro alla più grande rete mondiale di lavoro sulla diversità, la rete N-DSA-N. In 4 anni la rete ha lavorato a quasi 50 progetti di inclusione a livello locale ed Europeo, in cui anche il No Limits Group ha iniziato a prendere forma: sport, inserimenti lavorativi, sviluppo di linee guida. In un’ottica di autonomia, il gruppo auspica che tante altre realtà aderiscano al progetto e richiedano il logo per il loro evento o per la loro attività.

Alla base del progetto c’è proprio la creazione di una rete di enti e persone che condividano la filosofia di base e che possano portare il proprio contributo attraverso loro idee e le loro esperienze. Quindi, aderire al gruppo è possibile grazie alla creazione di una rete che sarà strutturata a sua volta con referenti regionali e provinciali, che affiancheranno quelli N-DSA-N per occuparsi nello specifico dei temi e dei progetti di inclusione, per raccogliere esigenze, idee e disponibilità.

Ad oggi per supportare il progetto, è possibile mettere like alla pagina NoLimits Group-the Original su Facebook, condividere le proprie idee, contattare lo staff e raccontare le proprie esperienze in quanto è attualmente in corso, la strutturazione delle fasi finali grazie al lavoro di un Tavolo Tecnico, e ogni contributo è importante. Per il 2021 eventi o attività come la 100×100 non sono ancora stati programmati, ma sono aperte le adesioni a tutti coloro i quali vorranno partecipare o contribuire, a vario titolo, all’iniziativa di promozione della cultura della diversità.

Questo articolo è stato letto 1046volte!