Il progetto “Cantine senza barriere” nel trevigiano

Il progetto “Cantine senza barriere” nel trevigiano

29 Aprile 2015 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 4565volte!

Il 9 maggio, dalle ore 10 presso la scuola enologica Cerletti a Conegliano Veneto (TV), grazie all’’associazione “Città del vino”, rete di oltre 450 comuni e province italiane a vocazione vitivinicola, sarà presentato il progetto “Cantine senza barriere” per dare accessibilità anche a chi ha disabilità motorie, visive e cognitive.

“Il turismo accessibile è uno strumento fondamentale per lo sviluppo turistico di un territorio per sviluppare la capacità di incontrare le esigenze del turista disabile ed elemento differenziante e di qualifica di un’impresa, di un prodotto e di un territorio.

Cantine senza barriere

Cantine senza barriere

Il progetto “Cantine senza barriere”, già attivo in Veneto e Trentino Alto Adige, propone anche un convegno, nella giornata di sabato 9 maggio alle ore 10 nell’aula magna del Cerletti di Conegliano, dal titolo “Qualità per tutti – Quality for all”.

Presenterà Massimo Piani, presidente dell’associazione “Città del vino”, e interverranno ospiti che toccheranno tematiche di architettura con Gianpaolo Bortolin, e ancora l’associazione Città del vino che darà una visione dell’evoluzione del turismo del vino in Italia e sull’accoglienza dei territori. Interverranno Vasco Boatto, direttore del Cirve università di Padova; Floriano Zambon, sindaco di Conegliano; Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene; Giancarlo Vettorello, Consorzio Tutela Prosecco Conegliano Valdobbiadene; Sergio Costanzo, coordinatore del gruppo Associazioni per un’abile città.

Questo articolo è stato letto 4565volte!