Esperienze Accessibili di Fede a Santa Maria di Leuca (Le)

Esperienze Accessibili di Fede a Santa Maria di Leuca (Le)

16 Ottobre 2015 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 4448volte!

di Maria Stella Falco

In questo mio articolo risalente a questa estate : Un’esperienza multisensoriale ed accessibile alla Cascata Monumentale di Santa Maria di Leuca (Le), vi raccontai una mia esperienza profana, accessibile e multisensoriale, emozionante e indimenticabile, vissuta a Santa Maria di Leuca, presso la “Cascata Monumentale”.

Esperienze accessibili Maria Stella Falco- Reliquie Wojtyla Santa Maria di Leuca (Le)

Esperienze accessibili Maria Stella Falco- Reliquie Wojtyla Santa Maria di Leuca (Le)

Oggi vi parlerò di un’altra esperienza accessibile che ho vissuto a Leuca, questa volta presso il tempio di Minerva, oggi Santuario-Basilica cristiano (in generale molto accessibile: vi si accede grazie a scivoli pavimentati e, laddove ci sono gradini, sono molto bassi).
Quest’anno ricorre il 25° anniversario dell’elevazione della chiesa mariana alla dignità e al grado di “Basilica pontificia minore”: ciò successe, per volere dell’arcivescovo dell’epoca di Ugento-Santa Maria di Leuca, Mario Miglietta; ciò successe con breve apostolico, il 19/06/1990 per mano dell’allora papa Giovanni Paolo II, durante la sua visita sul luogo. Il luogo fu proclamato Basilica il 7 ottobre del 1990.

In occasione di questo importante e molto sentito anniversario, papa Wojtyła “è tornato” nel Salento approdando proprio sul piazzale della Basilica: dal 30/09/2015 al 12/10/2015, una reliquia del Santo Papa (il Suo Vangelo con “incastonato” una Sua goccia di sangue) è stata esposta alla venerazione dei fedeli (con tappe nei luoghi di culto di tutta la Provincia).
Per l’occasione, domenica 11 ottobre, la Santa messa della mattina, presieduta da S. E. Mons. Vito Angiuli, è stata trasmessa su Rai Uno. Non ho potuto seguire la trasmissione in tv o dal vivo (il video è comunque reperibile sui siti Rai e sul sito della Basilica, come pure il video dell’approdo della reliquia a Leuca, presente sul sito della Basilica).

Ho avuto, però, la possibilità di venerare la reliquia di Papa Giovanni Paolo II. Domenica, dopo un pranzo in famiglia, abbiamo deciso di fare una passeggiata a Santa Maria di Leuca. Dirigendoci verso il Santuario-Basilica, abbiamo notato postazioni mobili Rai e molta gente. Pur essendoci da dire che il piazzale antistante e laterale è sempre affollato di persone, “intuivo” che stava avvenendo qualcosa di importante…, per cui, dopo aver visitato la cappella dove è esposta la Statua della Madonna, siamo entrati nella Basilica notando, al lato sinistro, in genere riservato al coro durante le celebrazioni, gente in fila in attesa di venerare una reliquia. Bisbigliando ci si diceva che era una reliquia di Papa Giovanni Paolo II, il Suo Vangelo e una Sua Goccia di Sangue.

Emozionatissima, incredula, perché non pensavo di poter vivere questa esperienza, insieme ai miei, mi sono diretta verso l’altare laterale su cui era esposta la reliquia. Ho scelto di salire i pochi gradini per arrivare a vedere meglio la reliquia, l’ho fatto aiutata da mia madre, ma anche con la consapevolezza che avrei vissuto un’esperienza di fede di cui avevo bisogno, un’emozione immensa.
L’espressione che ho nella foto allegata all’articolo credo dica molto di più dell’esperienza che ho vissuto, rispetto a ciò che sono riuscita a raccontare a chi non ha vissuto questa esperienza.

Santa Maria di Leuca, dunque, è una terra molto cara alla Chiesa ed ai Pontefici. Si racconta che qui sia sbarcato l’apostolo Pietro e, in tempi, più recenti (nel 2008) vi ha sostato il Papa emerito Benedetto XVI (come dimostra una galleria di immagini posta nella cappella ai lati della Basilica, accessibile grazie a uno scivolo pavimentato, dove è esposta la Madonna di Leuca).

Questo articolo è stato letto 4448volte!