A Sestriere corsi gratuiti di avviamento allo sci per disabili

A Sestriere corsi gratuiti di avviamento allo sci per disabili

10 Novembre 2014 0 Di Redazione di italiAccessibile

Questo articolo è stato letto 5046volte!

corso_avviamento_scii disabili-freewhite-italiaccessibileCon l’arrivo dell’inverno, dopo il successo degli anni precedenti, ritornano dall’11 dicembre i corsi gratuiti di avviamento allo sci alpino che avranno come cornice le montagne di Sestriere (TO) e promossa dall’associazione Freewhite ( Partner di ItaliAccessibile) e Fiat Autonomy, da tempo impegnate nella promozione dello sport accessibile.

I corsi, rivolti a partecipanti neofiti alla loro prima esperienza sciistica, e della durata ciascuno di tre giorni, saranno gratuiti, rivolti a persone con disabilità dai 6 ai 65 anni e con patologie anche gravi e senza prospettiva di autonomia.

Fiat Autonomy sosterrà i costi dell’attività sportiva (attrezzature, soggiorno in hotel con mezza pensione). Gli accompagnatori e amici potranno soggiornare al costo di € 60,00 in HB mezza pensione o € 70,00 FB pensione completa (riduzioni ai bambini).

Saranno sei i corsi proposti  nei giorni:

11-14 dicembre 2014

21-24 dicembre 2014

11-14 gennaio 2015

20-23 febbraio 2015

22-25 marzo 2015

divisi in Sittinge e Standing.

Lo scii sitting consiste nello scii da seduti. Gli atleti disabili che sciano seduti sono coloro che hanno una paraplegia o hanno subito una doppia amputazione e utilizzano un attrezzo chiamato monosci (mono-ski o sit-ski), costituito da un sedile montato su uno sci e dotato di sospensioni e apposite imbragature. Al posto dei bastoncini usano gli stabilizzatori.
Gli atleti dello scii sitting, secondo la classificazione Comitato Paralimpico Internazionale, si articolano in tre gruppi: LW10 paraplegia grave, LW11 paraplegia lieve, LW12 paraplegia lieve con qualche funzionalità agli arti inferiori; doppia amputazione sopra il ginocchio.

[banner]

Lo scii standing invece è rivolto ai disabili che sciano in piedi con o senza stabilizzatori e si articolano in sette gruppi: LW1 doppia amputazione sopra il ginocchio, LW2 sciatori con stabilizzatori, LW3 doppia amputazione sotto il ginocchio, LW4 sciatori con protesi, LW5/7 sciatori senza bastoncini, LW6/8 sciatori con un bastoncino, LW9 disabilità ad un arto.
Nel gruppo “in piedi” sono quindi compresi gli sciatori con disabilità fisiche che sono in grado di reggersi almeno su una gamba, anche con l’uso di protesi. Le persone con disabilità agli arti superiori sciano senza bastoncini, o con un bastoncino solo. Quelle con disabilità agli arti inferiori possono usare due sci, ricorrendo a protesi, oppure su uno sci solo sostituendo i normali bastoncini con degli stabilizzatori, che al posto della punta hanno un piccolo sci e aiutano a mantenere l’equilibrio.

Da sempre la filosofia dell’associazione Freewhite presieduta da Gianfranco Martin, maestro di sci e medaglia d’argento nella combinata ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992,  è rendere lo sport accessibile, in particolare quello sulla neve

Per maggiori informazioni http://www.freewhite.eu/

Questo articolo è stato letto 5046volte!