ItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibile Privacy Policy
close

Turismo Accessibile

Notizie sul mondo del Turismo Accessibile per persone con disabilità, eventi accessibili, strutture ricettive accessibili

Esperienze Accessibili di Maria Stella

ESPERIENZE ACCESSIBILI ED (IN)ACCESSIBILI E A RODI G., VIESTE E L’ISOLA DI SAN NICOLA (TREMITI)

foto Maria Stella Falco

di Maria Stella Falco

Foto Maria Stella Falco
Foto Maria Stella Falco

Come mi piace far sapere, l’esperienza come collaboratrice volontaria di ItaliAccessibile mi ha insegnato a vivere varie esperienze didattiche, culturali, di svago, con altri occhi, con la voglia, sempre, di prenderne nota e di raccontarne al meglio le sensazioni ed emozioni scaturite.

In prossimità di un trattamento medico a cui mi sono effettivamente sottoposta a Foggia,

sono stata lontana da casa, presso Rodi Garganico, Vieste e l’Isola di San Nicola, una delle Isole Tremiti, sempre in provincia di Foggia.

Segnalo, purtroppo, l’inaccessibilità delle città e delle strutture che ho visitato: ricche di Natura incontaminata (basti pensare agli scenari e ai panorami offerti allo sguardo dalla “Foresta umbra” – percorribile in auto o a piedi, seguendo le indicazioni stradali e o i tanti sentieri – e Storia (sono, tutte, “museo a cielo aperto”), esse per il loro essere disposte su terreno non pianeggiante, su terrazzamenti predisposti artificialmente dall’uomo, non risultano accessibili. I collegamenti tra le città citate non sono proprio agevoli, soprattutto a chi soffre il mal d’auto – le strade, soprattutto quelle ricavate nei pressi della Foresta umbra, sono piene continuamente di curve forti.

Lunedì 04 settembre ho potuto vivere una giornata a mare presso il “Lido Helios” di Vieste, potendo raggiungere la spiaggia con la sedia a rotelle usufruendo della pedana.

Martedì 5 settembre ho potuto visitare, raggiungendola via mare e usufruendo dell’agevolazione sul biglietto di 15 euro nonché dell’aiuto del personale di bordo, l’Isola di San Nicola (Tremiti). Ribadisco, però e ancora purtroppo, l’inaccessibilità della zona e dei suoi incantevoli monumenti, per quanto precedentemente scritto, e perché sprovvista/i, da qualche anno, di ascensore.

Personalmente, con l’aiuto dei miei familiari e di una ragazza gentilissima del posto (incontrata “per caso”, di nome Angela), ho potuto raggiungere la piazza dell’Isola, con un automezzo (uguale a quello con cui ho potuto visitare la Reggia di Caserta grazie al “Progetto Sit In”). Da lì, ho potuto osservare ancora paesaggi e panorami mozzafiato, riposarmi al fresco in una zona verdeggiante. La ragazza, sapendo che, né con la sedia a rotelle né a piedi, insieme ai miei, avrei potuto fare molta altra strada, date le caratteristiche della città, mentre noi salivamo verso la piazza di San Nicola, in verità senza sapere cosa avremmo trovato, si è fermata e si è offerta di accompagnarmi in automezzo alla piazza, nei pressi di un bar (dove poi, “casualmente”, ci siamo fermati a pranzare, chiedendole il passaggio del ritorno). Mentre la ragazza guidava l’automezzo, durante la discesa, sulla strada del ritorno, le parlavo in continuazione per evitare di pensare e di guardare gli ambienti tanto ripidi e stretti dai quali ci stavamo divincolando; lei mi diceva: “potrai raccontare di aver visitato, in automezzo, le Tremiti”.

Non ho potuto, però, visitare interamente il Castello: troppe le scale e le zone ripide, dove, tra l’altro, si rischia di scivolare; lì, dove sono arrivata, comunque, si respirava pace, Storia, passato, silenzio.

Leggi tutto
AccessibilitàDiversamente AbiliEsperienze Accessibili di Maria StellaEventi accessibiliHome pageItaliAccessibile NotizieMarina di Melendugno(Le)Notizie dalle Associazioni PartnerNotizie DisabilitàTurismo Accessibile

OLTRE OGNI LIMITE “ESTATE” , EVENTO SOLIDALE ED INCLUSIVO A “MARINA DI MELENDUGNO” (LE)

locandina oltre ogni limite

OLTRE OGNI LIMITE “ESTATE” , EVENTO SOLIDALE ED INCLUSIVO, IN PROGRAMMA SUL LUNGOMARE MATTEOTTI DI SAN FOCA “MARINA DI MELENDUGNO” (LE), IL PROSSIMO 29/07/2017

di Maria Stella Falco

OLTRE OGNI LIMITE “ESTATE” , EVENTO SOLIDALE ED INCLUSIVO, “MARINA DI MELENDUGNO” (LE)
OLTRE OGNI LIMITE “ESTATE” , EVENTO SOLIDALE ED INCLUSIVO, “MARINA DI MELENDUGNO” (LE)

Un mio amico, da qualche tempo, mi ha chiesto di scrivere un articolo su ItaliAccessibile per informare di un evento, all’insegna dell’inclusione e della solidarietà, che si svolgerà sul lungomare Matteotti di San Foca “Marina di Melendugno” (Le) il prossimo 29/07/2017. Sempre tempo fa, il mio amico mi ha inviato il comunicato stampa diffuso dagli organizzatori per l’occasione. Svariati impegni di studio, lavorativi e, soprattutto burocratici, mi hanno tenuta abbastanza lontana dal blog in questo periodo: quel comunicato è rimasto alla mail per qualche settimana; quasi allo scadere del tempo utile alla diffusione della notizia, eccomi qui a rimediare volentieri.

Riprendendo il famoso comunicato stampa, nell’intestazione, ho appena letto: Oltre ogni limite “Estate” “Sono gli eventi impossibili a rendere le cose straordinarie”: questo è un aforisma in cui credo molto, da tempo. Segue/ono una descrizione più dettagliata delle finalità dell’iniziativa; info “pratiche”.

Dopo il successo ottenuto nell’inverno 2016 nel Cinema Paradiso di Melendugno si è pensato di riproporre, con scenari diversi la giornata all’insegna della solidarietà. La manifestazione/serata di solidarietà prevede un varietà al quale parteciperanno artisti/eccellenze disabili e non del territorio salentino i/le quali saranno parte integrante allo staff organizzativo con l’unico fine di contribuire e sostenere l’iniziativa rivolta soltanto ad aiutare le famiglie meno fortunate del territorio melendugnese.

Questo evento benefico ha aperto il cuore degli Amministratori i quali ne hanno permesso col loro patrocinio la realizzazione. È un’iniziativa da riproporre, non solo ai melendugnesi, ma anche ai tanti turisti ogni estate numerosi in Salento, che vorranno partecipare affinché la solidarietà diventi cosa di tutti.

Per info: 3494718566 – Facebook: prolocomelendugno – Mail: prolocomelendugno@gmail.com

Un ultimo periodo per inviatarVi a leggere pure questi miei “vecchi” articoli:

http://www.italiaccessibile.it/esperienze-accessibili-san-foca-salento-italiaccessibile/

http://www.italiaccessibile.it/le-mie-spiagge-accessibili-del-cuore-in-puglia-di-maria-stella-falco/

In entrambi, ho segnalato la possibilità di “compiere” un’altra esperienza accessibile, sempre in San Foca, “Marina di Melendugno” (Le), e sempre d’estate!

Leggi tutto
AccessibilitàEsperienze Accessibili di Maria StellaHome pageItaliAccessibile NotizieMusei AccessibiliOtranto(Le)Turismo Accessibile

ESPERIENZE (QUASI) ACCESSIBILI A OTRANTO(LE): VISITA ALLA MOSTRA “CARAVAGGIO E I CARAVAGGESCHI NELL’ITALIA MERIDIONALE”

caravaggio

di Maria Stella Falco – Esperienze accessibili

Tramite i giornali locali, da qualche tempo, ero venuta a conoscenza della presenza della mostra “CARAVAGGIO E I CARAVAGGESCHI NELL’ITALIA MERIDIONALE DALLA COLLEZIONE DELLA FONDAZIONE LONGHI” presso il Castello Aragonese di Otranto (Le) fino al 24/09/2017.

CARAVAGGIO E I CARAVAGGESCHI NELL’ITALIA MERIDIONALE OTRANTO(LE)Malgrado sia estate, tempo di vacanze, quest’anno sono abbastanza impegnata: prima di ritagliarmi del tempo per rilassarmi un po’, devo fare mente locale, ma cerco di comunque di godermi la stagione (riuscendoci). Nei giorni scorsi, avendo intenzione di visitarla insieme alla mia famiglia, mi sono informata sull’accessibilità dell’iniziativa culturale citata: prima consultando la pagina http://www.mostracaravaggio.it/#fh5co-info; poi chiedendo telefonicamente conferma delle informazioni riportate on line.

È innanzitutto fondamentale un cenno a Roberto Longhi, storico dell’arte del XX sec. che al Caravaggio e ai suoi seguaci ha dedicato i suoi studi, riconoscendo la portata rivoluzionaria della sua pittura, intendendolo “il primo pittore dell’età moderna”. Roberto Longhi è stato anche uno straordinario collezionista: la Fondazione che porta il suo nome custodisce il suo prezioso lascito, oggetto della mostra.

L’opera più significativa della mostra, curata dalla direttrice scientifica della Fondazione citata, è “Il ragazzo morso dal ramarro”, tela dipinta dal Caravaggio all’inizio del suo soggiorno romano (1596-1597). Gli altri capolavori, prevalentemente raffigurazioni a carattere religioso, sono dei seguaci del Caravaggio.

Mi son lasciata affascinare dalla mostra, dai dipinti, dalle personalità religiose raffigurate – che mi hanno fatto ripensare alla mia infanzia – dall’atmosfera. Vi invito, se deciderete di visitare tale mostra, a fare altrettanto.

La mostra è visitabile dalle 10 alle 24. La biglietteria chiude un’ora prima.

Accessibilità: pochi i parcheggi riservati nei pressi del Castello Aragonese. La persona disabile ed un accompagnatore accedono gratuitamente alla visita della mostra. Si accede, con montascale, solo al primo piano del Castello Aragonese, sede della mostra. Il montascale, utilizzabile col supporto di personale addetto, mi ha consentito di salire al primo piano, ma non di scendere: spesso, infatti, per cause ignote agli operatori, smette di funzionare e necessita della riparazione. Non è sempre garantita, quindi, la reale accessibilità dell’iniziativa culturale di cui si è trattato a persone non deambulanti. Sono previste ed applicate altre agevolazioni sul ticket, riportate on line e sulla brochure: qui non sono state riportate in quanto dedicate ad altre “fasce” di visitatori.

Iniziative correlate: con un solo ticket si possono visitare tutti gli ambienti del Castello, non tutti accessibili (l’accessibilità è garantita, come detto non sempre, solo al primo piano). Al primo piano è allestita la mostra fotografica di Roberto Cotroneo “Genius Loci, nel teatro dell’Arte”, risultato del lavoro, realizzato in anni recenti, sul rapporto tra pubblico e arte, tra opere e immagini fotografiche. Seguirà, appena possibile, un articolo dedicato a tale mostra. In altri ambienti del Castello sono presenti riferimenti o materiale culturale riconducibile ad altre iniziative.

Leggi tutto
Turismo Accessibile

Rosolina e Porto Tolle: Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete

spiagge-venete-accessibili

Turismo sociale e inclusivo nelle spiagge venete. Con una conferenza alla quale hanno partecipato il sindaco di Rosolina, Franco Vitale, Maria Chiara Paparella dell’Ulss 5, il direttore dei servizi socio sanitari, Urbano Brazzale, e il direttore generale dell’Ulss 5, Antonio Fernando Compostella, è stato presentato il progetto “Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete”, partito lo scorso autunno, promosso dall’assessorato regionale al turismo.

Obiettivo del progetto, la costruzione di una rete integrata tra tutte le risorse esistenti nell’area turistica finalizzata alla massima accoglienza ed inclusione e far diventare le spiagge del litorale “Veneto Inclusive”, un punto d’attrazione per il turismo internazionale.

Il progetto è stato finanziato con 650mila euro, è stato pensato per rendere accessibili e fruibili da tutti gli stabilimenti balneari con particolare attenzione alle disabilità, motorie e/o sensoriali, attraverso spiagge e percorsi attrezzati, segnaletica per non vedenti .Per fare questo è stato necessario formare gli operatori creando una cultura di inclusione sociale e  un team dell’accoglienza composto da personale specializzato.

In questo progetto, per quanto riguarda il tratto balneare polesano, sono state interessati i comuni di Rosolina e Porto Tolle, con tutti i 18 stabilimenti presenti su questo tratto di costa.

Leggi tutto
AccessibilitàBracciano AccessibileHome pageItaliAccessibile NotizieLazioNotizie DisabilitàSedia JobTurismo Accessibile

IL LAGO DI BRACCIANO ACCESSIBILE CON LA SEDIA “JOB”

Annalisa Minetti, Maurizio Castelli, Emiliano Malagoli

Grazie alla collaborazione tra la Onlus Di.Di.Diversamente Disabili, Access Emotion e Leo Club” di Forlì, anche il Lago di Bracciano (RM) sarà accessibile per chi ha una disabilità motoria.

Annalisa Minetti e la Onlus Di.Di., in collaborazione con le associazioni Access Emotion e Leo Club” di Forlì, donano una sedia a rotelle da mare allo stabilimento “Il Paradiso sul Lago”. Finalmente anche il Lago di Bracciano sarà accessibile per chi vuole scegliere questo territorio per una gita fuori porta o per una vacanza.

Sabato 1° luglio, in occasione del Festival del Volontariato di Bracciano, una raggiante Annalisa Minetti, accompagnata da Emiliano Malagoli, presidente della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili e da Maurizio Castelli, tra i top rider in seno al Team Di.Di., hanno consegnato alla cittadinanza “JOB”, la sedia a rotelle che va anche in acqua, studiata per chi ha una disabilità motoria.

Il progetto, promosso dall’associazione Access Emotion che ha tra le principali attività quella di rendere accessibile la città di Bracciano, è stato sposato con entusiasmo sia dalla Onlus Di.Di., che ha la sua sede operativa proprio su questo territorio, che dall’associazione Leo Club” di Forlì: entrambe hanno finanziato l’acquisto di questo strumento che permetterà, anche a chi ha una disabilità, di godersi le acque trasparenti di questo lago.

“Sono orgoglioso di aver contribuito a rendere più agibile questo territorio che oramai è diventato la mia prima casa” ha commentato il toscano Malagoli “come sempre quando si incontrano associazioni che hanno passione per i propri progetti, esce un qualcosa di positivo. Ora spero che anche le istituzioni locali e le altre strutture diano il loro contributo per favorire un turismo accessibile su tutto il lago”. La sedia è stata affidata allo stabilimento “Il Paradiso sul Lago” – Lungo Lago Argenti 12, Bracciano, sotto i ristorante Il Luccio – e l’utilizzo ovviamente sarà del tutto gratuito.

Leggi tutto
AccessibilitàEventi accessibiliHome pageItaliAccessibile NotizieTrentinoTurismo Accessibile

No Limits Pergine Festival. Spettacolo aperto accessibile

Pergine-festival-accessibile

Festival Pergine Spettacolo Aperto giunge alla sua 42esima edizione.

Pergine Festival accessibile Pergine Festival accessibile

Le chimere, mostri mitologici con corpi di animali diversi, sono ciò che meglio rappresenta la condizione lacerata dell’essere umano, la sua impossibilità a riconoscersi come creatura completa, capace di restituire un’immagine integra di sé. Una suggestione simbolica da cui Pergine Spettacolo Aperto trae spunto per esplorare senza pregiudizi una delle questioni attualmente più controverse: l’identità di genere.

Dal 7 al 15 luglio spettacoli, performance, talks, laboratori, installazioni e molto altro ancora animeranno il centro storico di Pergine Valsugana. Alla ricerca delle nuove chimere del mondo contemporaneo.

E quest’anno giunge alla sua sesta edizione il progetto No Limits, nato per rendere il festival più inclusivo e accessibile. Si consolida infatti la collaborazione con le organizzazioni del settore per rendere lo spettacolo sempre più aperto a diverse visioni, approcci e abilità.

I servizi predisposti includono una navetta da e per Trento con mezzi idonei anche al trasporto di persone con sedia a rotelle e un servizio di accompagnamento, una volta giunti a Pergine, al luogo dello spettacolo. Gli spazi del festival sono stati inoltre rilevati e le informazioni relative l’accessibilità predisposte per il programma cartaceo, il sito del festival e App gratuita “Trentino Accessibile”.

Tra le proposte dell’edizione 2017 segnaliamo quali spettacoli accessibili anche ad un pubblico non vedente, il nuovo lavoro (unica data prevista) di GIULIANA MUSSO Odiare Medea. Il sogno del patriarcato, uno studio teatrale in forma di lettura scenica; il report in forma di concerto Isola e sogna di ATELIERSI, e DragPennyOpera di NINA’S DRAG QUEENS, feroce riscrittura en travesti di The beggar’s Opera di John Gay, su cui si basa l’Opera da tre soldi di Brecht. La descrizione audio degli spettacoli è scaricabile dal sito del festival. Inoltre per DragPennyOpera sarà predisposta l’audiodescrizione dal vivo, con radioguide e auricolare forniti la sera stessa dello spettacolo.

La video-installazione Diario Blu (E) di TITTA COSETTA RACCAGNI e lo spettacolo Geppetto e Geppetto di TINDARO GRANATA (premio UBU2016 migliore novità italiana o ricerca drammaturgica, premio Hystrio-Twister 2017saranno dotati di sottotitolazione intralinguistica, mentre interpreti della Lingua dei Segni italiana saranno disponibili per Body swap, un progetto di Open Source Art realizzato dal gruppo internazionale di ricercatori BEANOTHERLAB, per la performance partecipativa Regenerators di FEDERICA CHIUSOLE e Happiness Calling la conferenza-spettacolo parte del progetto europeo A Manual on Work and Happiness. Venerdì 14 luglio sarà inoltre possibile effettuare una visita guidata della cittá Pergine e del suo castello in LIS.

Tra gli altri eventi accessibili a non udenti vi saranno anche Spazi per corpi in attesa di trasformazione di CLARA LUISELLI, Wordless di MONA MOHAGHEGHI e ME|3T di TOBIA ZAMBOTTI.

La collaborazione con le organizzazioni che lavorano nell’ambito della disabilità intellettiva, ha permesso anche il coinvolgimento di persone con disabilità nella realizzazione di elementi di arredo urbano.

Tutti i servizi elencati verranno forniti gratuitamente dal festival e possono essere prenotati telefonando al numero +39 0461 53 01 79 oppure inviando un’email a nolimits@perginefestival.it

Persone con disabilità hanno diritto al biglietto ridotto e l’omaggio per l’eventuale accompagnatore.

Per chi viene da fuori provincia è inoltre disponibile un pacchetto di quattro giorni con soggiorno in strutture attrezzate e visita alle attrazioni locali. Il programma è scaricabile dal sito del festival.

Il progetto No Limits è realizzato con la collaborazione di Anffas Trentino onlus, Coop. CS4, Ente Nazionali Sordi di Trento, Centro Franca Martini, Coop. HandiCREA, Coop. Senza Barriere, Coop. Vales, MART Museo d’arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto e con il suporto di Fondazione Pio Istituto dei Sordi.

Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili alla pagina Accessibilità del festival (https://goo.gl/hkkMYD).

Leggi tutto
AccessibilitàEventi accessibiliHome pageItaliAccessibile NotiziePaestumTurismo Accessibile

Paestum, 2 luglio “Architetture senza barriere” al Tempio di Nettuno

architettura-per-tutti-paestum
“Architetture senza barriere” 2 luglio 2017
“Architetture senza barriere” 2 luglio 2017

Domenica 2 luglio appuntamento presso Porta Principale (nei pressi del Tempio di Nettuno) con “Architetture senza barriere”: visite guidate, in italiano e in inglese, nell’area del Santuario Meridionale (tempio di Nettuno e Basilica) per conoscere, da una nuova e più suggestiva prospettiva, l’architettura e il paesaggio che circonda l’antica città. Il percorso senza barriere architettoniche rende accessibile a tutti la Basilica, il tempio più antico di Paestum ore – 10:00, 12:00, 16:00 e 18:00. La prenotazione è consigliata e può essere effettuata al numero +39 0828811023 o alla mail: pae.didattica@beniculturali.it

Domenica 2 luglio tuffatevi nell’antica città di Paestum…ingresso gratuito per tutti e tante iniziative vi aspettano!!!

 11:00 e 16:00 appuntamento alla biglietteria del Museo con i Laboratori didattici “Dal mito al tempio” per bambini e ragazzi. Il laboratorio prevede di illustrare ai ragazzi le origini di Poseidonia-Paestum attraverso il racconto delle personalità che hanno contribuito a rendere importante e duratura la sua storia: le divinità e gli eroi del mito. Costo del laboratorio € 3,00, per ulteriori info e prenotazioni pae.didattica@beniculturali.it.

– 16:30 appuntamento alla biglietteria del Museo con “Il Sentiero degli Argonauti”: una piacevole passeggiata dai templi al mare attraverso un percorso tra archeologia, storia e paesaggio, sapientemente guidati da Legambiente. Il percorso, di facile percorrenza, è di circa 2 Km (si consigliano scarpe comode!!!) Per info Legambiente Paestum: Pasquale Longo3397850942 Roberto Paolillo 3663762044
– dalle ore 9:00 alle 10.00 e dalle ore 18.00 alle 19.00 appuntamento nell’area archeologica, nei pressi del Tempio di Nettuno per l’attività “Yoga nei templi”. Le lezioni si terranno esclusivamente su prenotazione. (Per info, costi e prenotazioni tel. 338/4777750 o scrivere ayogatempli@gmail.com).
Vi ricordiamo inoltre che, fino al 31 dicembre 2017- una nuova ed interessante mostra“Action painting rito & arte nelle tombe dipinte di Paestum”, vi attende al Museo. La mostra – curata da Marino Niola e Gabriel Zuchtriegel –  resterà aperta tutti i giorni dalle ore 8:30 alle 19.30 (ultimo biglietto 18:50); biglietto Museo, area archeologica e mostra € 10,00 – solo mostra €3,00. La prima domenica del mese il costo del biglietto per la mostra è di solo € 1,00.

Le iniziative si ripeteranno ogni prima domenica del mese, promosse dal MiBACT con ingresso gratuito per tutti!

 

Leggi tutto
Turismo Accessibile

HANDIAMO, PERTTUTTI”: 18 giugno a Giugliano scampagnata e presentazione del progetto

Handiamo-giugliano

L’associazione Handiamo, grazie al suo presidente Paolo Conte, ha iniziato la propria attività già nel 1999 occupandosi di turismo accessibile per tutti e comunicazione sociale attraverso la modalità cross-mediali.

Il 18 giugno 2017 dalle ore 11,00 a Giugliano della Campania, presso Fondo Italia, un parco accessibile e senza barriere con degli orti sociali, in Loc. Varcaturo, presenterà il progetto “HANDIAMO….PERTUTTI” con una scampagnata dove ognuno potrà fare un barbecue all’aperto in mezzo al verde. All’evento sono state invitate tutte le associazioni del territorio regionale affinché   si possa fare “rete” in modo che il turismo accessibile “PERTTUTTI” possa diventare un vero strumento di INCLUSIONE, perché la disabilità NON E’ UN PESO ma una importante risorsa.

Il progetto “HANDIAMO….PERTUTTI” si avvale di numerosi partner tra cui Gruppo FS spa che metterà a disposizione spazi in delle stazioni campane per creare eventi ed info point per promuovere la conoscenza di un turismo per tutti e con corner di prodotti tipici del territorio campano veicolati anche attraverso un portale di commercio elettronico.

Per ulteriori informazioni contattare l’associazione Handiamo a info@handiamo.it.

Leggi tutto
Teatro

10 e 11 giugno a Matera “Un Viaggio tra i Sensi”

Sassi-di-Matera

Sassi di Matera

Il 10 e 11 giugno 2017 a Matera sarà di scena il Teatro multisensoriale in Cattedrale con due opere teatrali tratte da racconti di Stefano Benni e Italo Calvino in una nuova dimensione. La vista abbandona la scena e lascia spazio agli altri sensi. Le parole si fanno più intense, i rumori più vividi, gli odori più forti ed in questa atmosfera ovattata ci ritroveremo immersi nella rappresentazione.

L’Evento promosso da I.T.R.I.A. – Comitato per la promozione culturale, interreligiosa ed accessibile e saranno presenti anche i fondatori di I.T.R.I.A., Don Valerio Pennasso (Direttore dell’Ufficio nazionale della CEI per i Beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto), Sharif Lorenzini (Presidente della Comunità islamica d’Italia), Rav. Dr.Umberto Avraham Piperno (Rabbino Emerito del Sud Italia).

L’ingresso all’Evento nelle giornate del 10 e 11 giugno è completamente gratuito.
E’ obbligatoria la prenotazione online che sarà disponibile sul sito http://www.itria.org

No tags for this post.
Leggi tutto
Turismo Accessibile

Premio Nazionale ‘Turismi accessibili’“. Il 27 maggio a Pescara

turismi-accessibili-Simona-Petaccia

Cerimonia di consegna del premio nazionale ‘Turismi accessibili’ sabato 27 maggio 2017 a Pescara.

Turismo Accessibili
Turismo Accessibili

Sabato 27 maggio alle ore 10:30 presso il “Parco dei Sogni” in via Mafalda di Savoia a Pescara ci sarà la cerimonia di consegna dei riconoscimenti relativi al suo premio nazionale “Turismi accessibili – Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere” (www.turismipertutti.it) con il patrocinio della Camera dei Deputati alla onlus Diritti Diretti .

“TURISMI ACCESSIBILI” premia articoli, servizi radio-televisivi, spot pubblicitari, video e campagne di comunicazione realizzati da giornalisti, pubblicitari e comunicatori per raccontare chi è riuscito a produrre sviluppo socio-economico unendo i concetti di attrattività, innovazione, estetica e/o sostenibilità alla cultura dell’accessibilità.

Lo scopo del premio è di dare visibilità alle buone pratiche utilizzate da realtà pubbliche e private (enti, aziende, istituzioni culturali, associazioni ecc.) che, operando direttamente o indirettamente nel settore del Turismo e della Cultura in Italia, abbiano reso la visita e la fruizione dei luoghi un evento piacevole per tutti.

In sostanza, il premio è dedicato a chi ha superato gli ostacoli architettonici, ambientali e culturali per una fruizione agevole e sicura di mezzi di trasporto, strutture turistico-ricettive o di luoghi d’interesse artistico, storico e culturale.

“TURISMI ACCESSIBILI” premia quindi l’accessibilità che già esiste nelle varie tipologie di turismo: culturale, enogastronomico, sportivo, congressuale, balneare, montano, termale, scolastico, religioso ecc.

Attraverso questa sua iniziativa, infatti, la onlus Diritti Diretti desidera mostrare a manager pubblici e privati come l’accessibilità può migliorare un territorio e la sua offerta turistico-culturale, con notevoli progressi sulla vivibilità delle persone che lo visitano e lo abitano, oltre che con importanti profitti per il mondo delle imprese.

Alla cerimonia di premiazione parteciperanno:

– Presidente Diritti Diretti, Simona Petaccia 

– Vincitrice Premio del Pubblico 2017, Rosanna Pesce

– Vincitore Premio degli Esperti 2017, IsITT (Istituto Italiano Turismo per Tutti).

Leggi tutto
AccessibilitàBarriere ArchitettonicheCasalbore (Av)Home pageItaliAccessibile NotizieMusei AccessibiliNotizie DisabilitàProposte vacanze accessibiliTurismo Accessibile

Convegno Casalbore (Av), “Le aree rurali in cammino verso lo sviluppo turistico”. Partecipa ItaliAccessibile

accessibilità-museo-castelli-casalbore-2

Convegno Casalbore (Av), “Le aree rurali in cammino verso lo sviluppo turistico”. Partecipa ItaliAccessibile con sopralluogo per l’accessibilità alla Torre Normanna di Casalbore(Av)

Convegno Casalbore(Av)
Convegno Casalbore(Av)

Sabato 6 maggio si è tenuto il convegno dal titolo “Le aree rurali in cammino verso lo sviluppo turistico”presso la Sala Consiliare del Comune di Casalbore (AV) al quale è stato invitato come relatore Pierpaolo Capozzi di ItaliAccessibile- Circolo Ass. L’Ancora.

L’incontro, organizzato dall’Associazione Slow Tourism Campania, pertinente all’Associazione Slow Tourism Nazionale e dall’Associazione Terre di Campania, al centro del confronto sono state le dinamiche di sviluppo turistico prospettiva del turismo rurale, particolarmente lungo il percorso dei cammini di fede che attraversano la provincia Irpina e dei Comuni limitrofi (Via Francigena del Sud, Via Traiana, Regio Tratturo e della Torre Normanna (XII secolo) di Casalbore sede del Museo dei Castelli.

L’area della valle del Miscano, del Fortore e del Cervaro, dove insistono questi comuni(come Casalbore,Buonalbergo, Paduli, Ariano Irpino ecc..) è appunto solcato da antiche vie, quali: la via Traiana, importante arteria del mondo romano, la via Francigena, percorsa dai pellegrini diretti verso la Terra Santa sulla direttrice Roma-Brindisi, e il Regio Tratturo, antica strada della transumanza. L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’attività territoriale svolta da Slow Tourism Campania che, in accordo con la politica dell’associazione nazionale, mira a promuovere il turismo dell’accoglienza in Italia e all’estero.

Numerosi sono stati gli interventi : i saluti Raffaele Fabiano, Sindaco del Comune di Casalbore, l’introduzione di Giuseppe Ottaiano, Fondatore del Progetto Turistico Terre di Campania, si sono inoltre avvicendati gli interventi di: Carlo Scatozza, Presidente Comm. Prom. Slow Tourism Campania; Eugenio Gervasio, Direttore Sviluppo Campania; ; Rosanna Romano, Direttore Generale Turismo e Beni Culturali; Giovanni Maria Chieffo, Presidente GAL Irpinia, le conclusioni sono state affidate a Maurizio Petracca, Presidente Commissione Agricoltura Regione Campania, ha moderato Simone Ottaiano. Presidente Ass. Culturale Terre di Campania.

Pierpaolo Capozzi nel suo intervento ha sottolineato l’attenzione verso l’accessibilità delle aree interne della Campania, sopratutto verso le vie dei cammini e di rendere accessibili a tutti  sentieri e luoghi naturalistici.

Uno degli aspetti positivi del post incontro è stata la visita alla Torre Normanna di Casalbore sede del Museo dei Castelli (http://www.museodeicastelli.it/) che nonostante sia del inizio del XII secolo nella sua maestosa bellezza è stata resa fruibile anche alle persone con disabilità motoria attraverso un montascale (foto) che per l’occasione è stato “collaudato ” da Maria Venditti vice presidente ItaliAccessibile.it, entusiasta anche Pierpaolo Capozzi, presidente della sopracitata associazione il quale ha ribadito l’importanza di questi eventi:<<Per turismo accessibile, infatti, si intende l’insieme di servizi e strutture in grado di permettere a persone con esigenze speciali, la fruizione della vacanza e del tempo libero senza ostacoli e difficoltà. Turismo per Tutti, turismo inclusivo, turismo senza barriere. Il diritto a viaggiare entra a pieno titolo tra i diritti fondamentali della persona e diventa primaria la riflessione sul riconoscimento di esso come garanzia di pari dignità e opportunità tra cittadini. L’accessibilità, perciò, non è solo un obiettivo da raggiungere attraverso accorgimenti di carattere architettonico, ma prima e soprattutto, un obiettivo sociale, civile e democratico >> .In conclusione, ben vengano questo tipo di eventi che favoriscono l’inclusione e lo sviluppo sostenibile ed accessibile.

 

Leggi tutto
AccessibilitàDiritti dei disabiliEventi accessibiliHome pageItaliAccessibile NotizieTurismo Accessibile

Associazione 2HE, IO POSSO… far festa una raccolta fondi a favore de La Terrazza “Tutti al mare!”

locandina_WEB_IOPOSSO_

ACCENDI UNA STELLA… e racconta come si realizzano i grandi sogni!

Torna per l’edizione 2017, la festa che rilancia la raccolta fondi a favore de «La Terrazza “Tutti al mare!”» a cura dell’Associazione 2HE

Io Posso...far festa Associazione 2HE
Io Posso…far festa Associazione 2HE

IO POSSO è la scritta che Gaetano Fuso, affetto da SLA dal 2014, ha voluto davanti al proprio letto: un incitamento a fronteggiare la malattia che diviene presto un impegno ad abbattere ogni forma di barriera fisica, mentale e sociale.

Nasce così, da un’idea di Gaetano, il progetto IO POSSO, supportato dall’associazione 2HE, che promuove iniziative tese a consentire, a chi è affetto da disabilità, di migliorare la propria qualità di vita, soddisfare i propri bisogni, realizzare le proprie aspirazioni e desideri.

Il progetto IO POSSO ha in poco tempo coinvolto tanti volontari, il cui numero continua a crescere in Italia e all’estero.

Grazie a questa comunità, IO POSSO ha centrato il primo obiettivo del suo ambizioso progetto, realizzando la «Terrazza”Tutti al mare!”», un accesso al mare attrezzato per ospitare disabili motori, sorto nella splendida cornice salentina di San Foca (Marina di Melendugno, Lecce).

 Per il terzo anno consecutivo, l’associazione di promozione sociale 2HE (Center for Human Health and Environment), nell’ambito del suo progetto IO POSSO, organizza “IO POSSO… far festa!”, un appuntamento immancabile di aggregazione con le realtà del territorio impegnate in ambito sociale e una giornata di incontro con i cittadini.

La festa si terrà domenica 30 aprile 2017 in Piazza del Sole a Calimera (LE) e dopo “Ogni petra àzza parìte” e “Ci vuole un fiore”, quest’anno guidati da un messaggio entusiasmante: “Accendi una stella”.

La manifestazione sarà l’occasione per conoscere meglio IO POSSO e il suo primo grande successo: «La Terrazza “Tutti al mare!”», un accesso attrezzato al mare per persone affette da Sla e altre disabilità neuromotorie e motorie, che sorge su spiaggia libera a San Foca (Marina di Melendugno), una delle più suggestive località del Salento che vanta il riconoscimento internazionale come Bandiera Blu (FEE) e le 5 vele di Legambiente.

La Terrazza, il cui progetto è stato presentato per la prima volta proprio durante la prima edizione del 2015 di “IO POSSO… far festa!” e la cui fruizione è totalmente gratuita, rappresenta un’eccellenza “made in Salento” grazie alla presenza di un box infermieristico attrezzato e del personale addetto all’assistenza (OSS, infermieri, bagnino e coordinatori della struttura) che permettono agli ospiti e ai loro familiari di trascorrere una giornata al mare in pieno relax e sicurezza, con le postazioni ombrellone appositamente studiate e la presenza di numerosi ausili per la balneazione a seconda delle diverse esigenze degli ospiti. I volontari di IO POSSO saranno presenti per fornire tutte le informazioni sul progetto e la sua realizzazione e per raccogliere i contributi di chi anche con un piccolo gesto deciderà di aiutarci per garantire l’apertura della Terrazza nell’estate 2017.

Tutte le attività organizzate (concorsi, stand, laboratori, attività sportive, esperienze empatiche, ecc…) saranno ispirate al tema stellare per affermare l’importanza del “puntare in alto” nel dedicarsi alla realizzazione di grandi e piccole “imprese” che rendano migliore la vita di tutti.

Tutte le informazioni e il programma dettagliato sono disponibili nella pagina dedicata all’interno del nostro sito www.ioposso.eu, e sul nostro profilo Facebook iopossoltreSLA.

 

Leggi tutto
Ability Channel

Sabato 22 e Domenica 23 Aprile “Sulle Tracce di Traiano”. Aderisce ItaliAccessibile

sulle-tracce di Traiano
Sulle Tracce di Traiano
Sulle Tracce di Traiano

di Gianluca Iandolo

Salve a tutti , Sabato 22 e Domenica 23 Aprile l’associazione Sud Francigena che opera dal 2016 assistendo i pellegrini nella scelta del percorso più agevole e nell’aiuto alla ricerca dell’accoglienza lungo la Via Francigena del Sud, la direttrice che collega Roma con Brindisi, organizza l’evento escursionistico “Sulle Tracce di Traiano”. E’ un’escursione lenta lungo la Via Francigena nel Sud a piedi tra Castelfranco in Miscano e Paduli, in collaborazione con numerose associazioni locali e Pro Loco. ItaliAccessibile che ha proprio sede operativa nel territorio di Buonalbergo (Bn) ha aderito all’iniziativa per sensibilizzare le istituzioni ed i partecipanti sul tema dell’accessibilità per tutti lungo le vie dei cammini.

Aderiscono altresì ulteriori associazioni come ; il  Gruppo Teatrale di Buonalbergo, Associazione “Don Herman”, Misericordia – Castelfranco in Miscano, Circolo Arci-Uisp – Ginestra degli Schiavoni, Arco di Porta Columbro – Paduli, Museo Dei Castelli – Casalbore, Terre Di Campania Due – Casalbore, Nonsolotrekking – Ariano Irpino,Pro Loco Buonalbergo, Pro loco Casalbore, Pro Loco di Sant’Arcangelo Trimonte, Pro Loco Padulese, Proloco NuovaMente Ariano Irpino e con la partecipazione di Delegazione FAI Benevento, CAI Benevento e AIPIN Campania .
PROGRAMMA

Sabato 22 Aprile
Ritrovo a Castelfranco in Miscano ore 9:00
Accoglienza del Comune e Misercordia
Iscrizione e partenza

Arrivo a Ginestra degli Schiavoni ore 10:30
Accoglienza del Comune e Circolo Arci

Arrivo a Casalbore (Castello Normanno) ore 13:30
Accoglienza del Comune e associazioni locali
Sosta e pranzo a sacco
Visita al al Museo dei Castelli
Ore 15:30 partenza

Arrivo a Buonalbergo (Cascina Panari) ore 17:30
Accoglienza del Comune e della Prolo Loco Buonalbergo

Domenica 23 Aprile
Ritrovo a Buonalbergo (Piazza Garibaldi)ore 10:00
Accoglienza della Pro Loco e illustrazione dei temi del Viaggio e delle vie
antiche ad opera del Maestro Giuseppe Leone.
Iscrizione e partenza

Arrivo a Forum Novum (bivio di Sant’Arcangelo)ore 13:00
Sosta e pranzo a sacco
Ore 15:00 partenza

Arrivo a Paduli ore 17:00
Accoglienza da parte dei Sindaci del Protocollo d’intesa “Sulle Tracce di
Traiano”

DOTAZIONI PER OGNI PARTECIPANTE:
– PRANZO A SACCO
– SCARPE IDONEE (TREKKING)
– ACQUA
– BASTONE
La Camminata potrà essere effettuata anche in percorsi più brevi tra una tappa e l’altra.

Leggi tutto
Turismo Accessibile

I Battenti di San Pellegrino di Altavilla Irpina sarà accessibile ai disabili

battenti-san-pellegrino-altavilla-irpina-foto-di-Rina-Cerchione

di Gianluca Iandolo

Salve parlando sempre di cose belle il giorno 4 aprile con Pierpaolo Capozzi Presidente dell’Associazione ItaliAccessibile abbiamo partecipato alla conferenza stampa dell’evento: “Battenti di San Pellegrino di Altavilla Irpina: tra fede e spiritualità”tenutasi il 4 aprile presso il Circolo della Stampa di Avellino, in Corso Vittorio Emanuele II.

La conferenza è stata organizzata dal comitato“De Hirpinia Homines Novi” di Altavilla Irpina il sopraccitato comitato nato dalla voglia di un gruppo di giovani capaci e volenterosi del precitato paese della provincia Avellinese al termine di un percorso formativo-professionale denominato “Operatore di Marketing Culturale e del Turismo integrato” svoltosi ad Altavilla Irpina (Av). Il percorso ha voluto valorizzare i pregi e  l’impegno personale per tutelare e potenziare il territorio un pò come fecero ” homo Novus” (uomo nuovo in latino).

L’incontro ha voluto divulgare e promuovere l’importanza della  tradizionale processione dei “Battenti di San Pellegrino Martire” del 24 agosto (di ogni anno), che è un evento di spiritualità, fede, storia e tradizione. I protagonisti, (oltre mille persone che tramandando di generazione in generazione vestiti di bianco con una fascia rossa) per omaggiare il Santo Patrono di Altavilla  con ceri,fiori. La processione si svolge a piedi nudi fin dalle prime luci del mattino procedono nelle vie del paese ,il passo di essi è cadenzato dal suono dei corni fino a giungere verso il Santuario dei Santi Martiri Pellegrino e Alberico Crescitelli, giunti in chiesa si prosegue carponi uno alla volta con il viso quasi al pavimento fino a raggiungere l’altare per rinnovare il proprio voto. Vi sono sezioni di battenti in otto comuni della provincia Avellinese e Napoletana. Questo evento ha una molteplice valenza, arricchisce l’anima con l’autenticità del senso di appartenenza,della forte devozione alle tradizioni,valori e saperi locali.

Il comitato sta lavorando sulla accoglienza dei fedeli e turisti che giungeranno in treno alla stazione ferroviaria  con l’antico percorso di circa 4 km fatto a piedi dalle “scapigliate”per giungere in chiesa, una nota ancor più positiva è la volontà di rendere l’evento fruibile e accessibile a persone con disabilità e alle loro famiglie, e per questo è stata richiesta la collaborazione con ItaliAccessibile che da anni si occupa di rendere accessibili eventi e manifestazioni sul territorio.

INTERVENTI

Don Livio Iannaccone—Parroco di Altavilla Irpina

Mario Vanni—Sindaco di Altavilla Irpina

Palmiro Di Giovanni—Vice Priore Sezione di Altavilla Irpina

Fernanda Ruggiero—Consulente Marketing e Comunicazione Nuovi Turismi

Interventi fuori programma

– Teobaldo Acone Ambasciatore Ass. Città del vino

– Pierpaolo Capozzi Associazione ItaliaAccessibile

– Fiore S.Barbato Fotografo

– Pietro Rosato Presidente Pro loco di Altavilla Irpina

Leggi tutto
AccessibilitàBeneventoHome pageItaliAccessibile NotiziePercorsi AccessibiliTurismo Accessibile

Benevento Accessibile – Itinerario verificato

benevento-accessibile-santa sofia

Il percorso può essere effettuato in mezza giornata, tenendo conto degli orari di apertura e chiusura dei vari luoghi.

E’ stato verificato direttamente da soci con disabilità del Blog Italiaccessibile (www.italiaccessibile.it).
Il tragitto è semplice e non presenta particolari difficoltà per i le persone con disabilità anche su sedia a rotelle.

Qui trovate il link con la cartina e il percorso

Rocca dei Rettori - Benevento
Rocca dei Rettori – Benevento

Il percorso parte dall’esterno dalla Rocca dei Rettori (totalmente accessibile nei giardini e cortile interno attraverso una rampa esterna. All’ingresso è presente una porta ampia, la pavimentazione è in ciottolato ma in buono stato.  NON è accessibile nella parte dei piani superiori per sedia a ruote e persone con disabilità motoria per la presenza di alti scalini senza un ascensore),

 

Storia

La Rocca dei Rettori è una fortezza longobarda, sede della Provincia di Benevento dove ospita la sezione storica del Museo del Sannio, con il materiale pertinente alla storia della città e della regione del Sannio, e la documentazione dell’arte e delle tradizioni popolari della provincia.
L’edificio si compone di due corpi distinti: il Torrione angolare, costruito dai Longobardi, è quanto resta di riconoscibile del loro fortilizio; fu ristrutturato in epoche successive, giungendo nel XV secolo alla forma attuale (e per questo è detto anche Castrum novum).
la Rocca è simbolo di tutti gli avvicendamenti storici della città: prima sannita, poi romana e, ancora, longobarda questa struttura mantiene evidenti e visibili tutte le sue stratificazioni.
All’esterno della Rocca dei Rettori a Piazza Castello sono presenti 3 parcheggi per disabili in zona pedonale.

Il tour prosegue lungo il Corso Garibaldi per arrivare davanti alla Chiesa di Santa Sofia nella Lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 2011.

Corso Garibaldi - Benevento
Corso Garibaldi – Benevento

 

 

La chiesa è totalmente accessibile all’interno, presenta solo un piccolo scalino di 3-4 cm facilmente superabile (comunque la Curia di Benevento si è impegnata ad abbattere questa barriera architettonica con una pedana.

Chiesa Santa Sofia Benevento
Chiesa Santa Sofia Benevento

La chiesa di Santa Sofia è un antico edificio religioso di Benevento; sorge nella piazza precedentemente omonima, oggi intitolata a Giacomo Matteotti. Si tratta di una delle più importanti testimonianze dell’architettura longobarda, nella Langobardia Minor, anche se nel corso dei secoli è stata più volte rimaneggiata, fino ad acquisire il suo aspetto attuale. Fu costruita su modello della cappella palatina di Liutprando a Pavia e presto divenne il tempio nazionale dei Longobardi, che, dopo la sconfitta di Desiderio ad opera di Carlo Magno (774), si erano rifugiati nel Ducato di Benevento, (Ticinum geminum, la seconda Pavia), che ospitò le reliquae langobardorum gentes.
La costruzione di Santa Sofia era parte di un vasto progetto di mecenatismo intrapreso da Arechi, che attraverso monumenti di prestigio cercò di sviluppare uno stile aulico all’altezza delle sue ambizioni (infatti, dopo aver inutilmente aspirato alla corona di re dei Longobardi, dopo la caduta di Desiderio elevò in quello stesso 774 il suo ducato al rango di principato).
Fu dedicata a santa Sofia, ovvero alla “Sapienza”, come l’omonima chiesa di Costantinopoli, con una donazione del 774; Arechi vi annesse anche un monastero femminile benedettino, alle dipendenze di Montecassino, retto dalla sorella Gariperga, e vi conservò, dedicandogli un altare, le reliquie di san Mercurio abbandonate nel 633 presso Quintodecimo dal perdente imperatore Costante.
Visibile il campanile, in posizione distaccata rispetto alla chiesa.

Museo del Sannio - Benevento
Museo del Sannio – Benevento

Alle spalle della Chiesa di Santa Sofia è presente il Museo del Sannio (sono accessibili esclusivamente le sezioni al piano terra, NON accessibile la pinacoteca, entrata per disabili su sedia a rotelle dall’esterno e l’ingresso è gratuito per le persone con disabilità).

Fu istituito nel 1873 e rappresenta gran parte della memoria storica della città. Ha sede all’interno di quella che fu l’abbazia di S. Sofia.

Visitabile anche il chiostro (totalmente accessibile con pavimentazione in buone condizioni) è inserito nel percorso del museo: risalente al XII secolo, è uno straordinario esempio di architettura e simbologia. La sua maggiore caratteristica è rappresentata dai capitelli e dai pulvini che mostrano un ampio e complesso programma iconografico.

Arco di Traiano
Arco di Traiano

Proseguendo per il Corso Garibaldi si arriva all’Arco di Traiano(totalmente accessibile, pavimentazione a ciottoli ben percorribile), un arco celebrativo costruito fu costruito tra il 114 e il 117 d.C,dedicato all’imperatore Traiano in occasione dell’apertura della via Traiana, una variante della via Appia che accorciava il cammino tra Benevento e Brindisi. E’tra i più ricchi e meglio conservati archi trionfali romani.

L’ultima tappa del Tour Accessibile è presso la Cattedrale di Benevento (accessibile attraverso uno scivolo sul lato di piazza Orsini) ed il percorso ipogeo sotto la cattedrale totalmente accessibile con allestimento di pedane anche per persone su sedia a rotelle.

Lo scavo, condotto con l’alta sorveglianza del MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) e sotto la direzione della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, ha raccolto dati di notevole interesse storico-culturale, portando alla luce reperti archeologici e strutture abitative risalenti alla preistoria e all’età del bronzo nonchè ai periodi sannita, romano, paleocristiano e medioevale. Lungo il percorso museale ipogeo, i visitatori possono osservare da vicino le testimonianze dei vari insediamenti succedutisi nel tempo ed avvicinarsi alla storia millenaria del Duomo, anche attraverso pannelli divulgativi, immagini fotografiche, ricostruzioni virtuali e vetrine con reperti trovati in loco che, grazie ad un accordo con la Soprintendenza, sono stati lasciati nel sito. L’ingresso agli scavi è ubicato sotto il presbiterio alla fine delle navate collocate a destra rispetto all’entrata della Cattedrale.

Percorso Ipogeo Benevento
Percorso Ipogeo Benevento

L’entrata accessibile è situata in Via Carlo Torre. Per le visite di gruppo la prenotazione è obbligatoria ed il numero di visitatori per sessione è di un massimo di 10 persone, accompagnato da personale dell’Ufficio diocesano per la Cultura e i Beni culturali.
La prenotazione presso l’Ufficio diocesano per la Cultura e i Beni culturali, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
Telefono: 0824 323345 – 0824 323349 – 328 6131890
Orario ingresso: Martedì, mercoledì, venerdì e sabato, dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00
beniculturali@diocesidibenevento.it

Percorso Arco del Sacramento Benevento
Percorso Arco del Sacramento Benevento

E’ possibile visitare anche l’Area archeologica del Sacramento, situata difronte all’entrata del percorso ipogeo della Cattedrale di Benevento, facente parte del Foro della città romana, si trova l’impianto termale di epoca romana, riportato alla luce nel 2009. L’arco, posto all’ingresso del Foro, risale all’epoca post-traianea ed è sorretto da pilastri in mattoni dal diametro di cinque metri ciascuno. Nel Medioevo fu spogliato delle sue sculture, dei marmi e delle decorazioni. Dell’originario rivestimento marmoreo si intravedono soltanto piccoli tratti; è anche privo delle statue probabilmente allocate nelle nicchie laterali. E’ possibile percorrere anche su sedia a rotelle una parte dell’area archeologica attraverso una pedana da poco ripristinata dal Comune di Benevento anche grazie all’intervento di ItaliAccessibile.
Altro importante monumento visitabile ed accessibile solo nella parte inferiore attraverso pedane è Il Teatro Romano di Benevento che fu costruito nel II secolo sotto l’imperatore Adriano nelle vicinanze del cardo maximus; oggi è circondato dal medievale Rione Triggio, Il Teatro Romano è stato riportato alla luce nel 1938 ed è stato consegnato al pubblico nel ’56. Da allora nel teatro vengono allestiti diversi spettacoli e concerti di interesse nazionale cui la manifestazione Benevento Città Spettacolo.

Per qualsiasi informazione sul percorso accessibile, guide turistiche, interprete Lis o altro è possibile contattare ItaliAccessibile- Circolo del Sannio Associazione L’Ancora L’Ancora italiaccessibile@gmail.com 3497336619
Il tour accessibile a Benevento è stato verificato direttamente da ItaliAccessibile il blog sul Turismo Accessibile – ItaliAccessibile- Circolo del Sannio Associazione L’Ancora

Leggi tutto
1 2 3 19
Page 1 of 19
Dimensione carattere
Designed by

best down free | web phu nu so | toc dep 2017

Advertisment ad adsense adlogger