ItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibile Privacy Policy
close

Sport Disabili

Notizie dal mondo dello sport disabile

Sport Disabili

dis-ABILITY RAID : Un “viaggio” ideale di sensibilizzazione ed accessibilità

Foto di gruppo accademy 4×4

di Tania Sabatino

dis-ABILITY RAID
dis-ABILITY RAID

La manifestazione dis-ABILITY, RAID, alla sua prima annualità, ideata ed organizzata da Stefano Selem e Letizia Mazzotta, si è svolta, dal 29 settembre al 2 ottobre, tra Stenico, Trento, il Lago di Garda e la Valtrompia, per concludersi a Gardone Valtrompia negli stabilimenti Beretta, main sponsor dell’iniziativa.

Franco Gussalli Beretta ha abbracciato immediatamente l’iniziativa, aprendo a tutti l’azienda di famiglia.

L’impegno assunto dall’Azienda Beretta, si pone su un piano di ideale continuità rispetto ad altri progetti in favore dell’universo della disabilità.

Tra gli altri, il recente affiancamento a dodici paratleti, alcuni dei quali protagonisti della Prova di Coppa del Mondo di Lonato, con l’obiettivo di supportarli nel raggiungimento dei loro obiettivi sportivi.

Parole d’ordine: professionalità e determinazione, le stesse che hanno permesso di vincere dieci Medaglie Olimpiche alle Olimpiadi di Rio 2016.

Inoltre, tre settimane fa è stato siglato lo storico protocollo d’intesa per un progetto di ricerca con l’Università degli Studi di Brescia e Brixia Accesibility Lab.

Il progetto, vede la collaborazione, il patrocinio ed il supporto, di un tris d’assi: Fabbrica d’Armi Pietro Beretta, FITAV e Centro Ricerche Camozzi.

Il traguardo prefissosi è quello di sviluppare le linee guida per l’accessibilità dei campi di tiro a volo allo scopo di promuovere questo sport a livello paralimpico e non solo. Lo studio riguarderà l’accessibilità degli immobili e delle piazzole di tiro nonché l’accessibilità “organizzativa”, di gestione degli spazi.

La serata finale è stata pensata come una festa della condivisione contribuendo a creare un clima amichevole, connotato dalla leggerezza e dalla gioia, in maniera tale che tutti potessero sentirsi “a casa”.

“Ognuno – ha sottolineato Letizia Mazzotta – ha dato il suo contributo per promuovere un cambiamento possibile di visione, non in quanto esperto ma in quanto ‘amico’ che crede in questa possibilità di cambiamento sociale a favore del miglioramento della qualità di vita di tutti”.

Altri sponsor che hanno permesso di dar vita all’iniziativa, sono: Johnson Tyco, Edil Fiorentini, CSN– Centro Sicurezza e Fiat Autonomy.

Un percorso, quello del dis-ABILITY RAID, che si è snodato attraverso luoghi fisici, ma anche e soprattutto all’interno di percorsi esistenziali per far conoscere e sensibilizzare sulla condizione delle persone con disabilità

Protagonisti in questa prima edizione le persone che hanno subito l’amputazione di un arto, i paraplegici e gli individui affetti da amelia agli arti inferiori alla guida di vetture ad elevata mobilità come i SUV, i crossover e i fuoristrada.

 I percorsi sono stati studiati ed attuati a livello tecnico e logistico da academy4x4 – Scuola Nazionale Guida Sicura Fuoristrada – che ha formato anche i drivers in uno speciale corso di guida calibratoi sulla tipologia di auto del “raid” – mentre FCA –  Fiat Chrysler Automobiles, è l’azienda fornitrice ufficiale dei veicoli del raid. Hanno patrocinato l’evento la Provincia autonoma di Trento, in particolare attraverso i progetti Ausilia e Muoversi, il Comune di Stenico, Coni e Cip (il Comitato Italiano Paralimpico) di Trento, il CSEN, il Centro sportivo-educativo nazionale, Almaca e la trentina Amicca Auto.

 Nevralgica la preziosa presenza della Forestale nei tratti sterrati del “raid”.

A essere protagonisti della serata finale, con cena di gala, ospitata dagli stabilimenti Beretta i piatti dello chef Carlo Cracco, che hanno fatto incontrare a tavola scienza, cuore e creatività, partendo dal presupposto che il cibo possa e debba essere veicolo di un miglioramento della qualità di vita e di percorsi educativi che partono dalla quotidianità.

Piatti semplici ed insieme molto particolari, che hanno mostrato come si possa mangiare buono e sano ogni giorno, scegliendo e mescolando gli ingredienti giusti. Le pietanze sono state accompagnate dai vini delle Aziende Agricole Gussalli Beretta.

Spazio al tema dei diritti delle persone con disabilità con l’analisi della Convenzione ONU, ratificata dall’Italia con la legge 18/2009, ad opera di Valentina Fasano , presidente dell’Associazione Italiana Adrenoleucodistrofia e Tania Sabatino, sociologa e dottore di ricerca in diritto ed Istituzioni Economico -sociali, che hanno sottolineato l’importanza dei concetti di un indipendenza possibile e legittima per ogni essere umano ma circolarmente l’inevitabilità dell’interdipendenza e la necessità di ampliare e modificare il concetto di produttività per costruire percorsi di reale consapevolezza e concorrere ad uno sviluppo sostenibile.

La cantante Numa, che nel 2015 ha realizzato, grazie al patrocinio dell’UNICEF, il progetto Promise Land (versione italiana “Noi siamo amore – Noi siamo Unicef) dedicato ai popoli in fuga, funestati dalla guerra e dalla violenza, ha sottolineato il potere guaritivo dell’amore veicolato dalla musica, permeata da uno spirito di fratellanza e solidarietà.

Elena Grosso, dottore in psicoterapia e ambasciatrice mondiale dello Yoga della risata ha evidenziato come questa disciplina, a base scientifica, sia utile nel portare grandi benefici a livello psicofisico anche in persone con disabilità.

Luisa Corna ha rapito il pubblico con la sua intensa interpretazione di Caruso.

All’evento, per il suo alto valore sociale, è stata assegnata la medaglia del Presidente della Repubblica.

Vicinanza e plauso all’iniziativa sono inoltre state espresse, attraverso una missiva, da Giovanni Malagò, presidente del Coni, che ha sottolineato come si tratti di un progetto avveniristico che risponde a una logica d’integrazione e di inclusione nel nome dello sport declinato attraverso l’espressione automobilistica; e da Luca Pancalli, presidente del Cip che ha evidenziato come si tratti di un ulteriore e importante passo avanti verso nella costruzione costante e dinamica di una modello di società fattualmente e concretamente inclusivo e di una cultura della “normalità” che lo sia nei fatti non solo nelle parole.

Leggi tutto
Sport Disabili

Tennis in carrozzina: ad Alghero arrivano 24 nazioni

Houdet-tennis-carrozzina

Al via il Campionato del Mondo a squadre di tennis in carrozzina in programma dal 1° al 7 maggio sui campi in green-set del Tc Alghero e dell’Hotel Baia di Conte.

Un appuntamento di grande prestigio, organizzato dalla società Sardinia Open diretta da Alberto Corradi e Giovanna Scanu che si svolge in Sardegna dopo le edizioni disputate a Tremosine sul Lago di Garda e a Cremona.

Stephane HOUDET - Tennis in carrozzina: ad Alghero
Stephane HOUDET – Tennis in carrozzina: ad Alghero

La “World Team Cup Bnp Paribas Wheelchair Tennis” presentato nella sede della Fondazione Meta ad Alghero e porterà atleti e un movimento di persone di oltre 500 unità. Saranno rappresentate 24 nazioni divise in 42 squadre e 4 categorie: 16 paesi maschili, 12 femminili, 8 quad e 8 junior. Un festival di campioni mai visto in Italia dove si cimenteranno le grandi firme del tennis internazionale.

saranno presenti i francesi Houdet (numero uno al mondo) e Peifer, l’inglese Reid numero tre al mondo e vincitore delle ultime Paralimpiadi di Rio. A livello femminile le “olandesi volanti” Griffioen, De Groot e Van Koo, rispettivamente numero uno, tre e cinque al mondo. Nella rappresentativa azzurra che, pur orfana del pluricampione italiano Fabian Mazzei, si presenterà al via con diversi nomi di prestigio come Antonio Cippo, Silviu Cilea e Ivan Tratter.

Il 30 aprile è previsto il sorteggio dei vari tabelloni all’Hotel Baia di Conte, mentre il 1° maggio alle ore 9.30 prenderanno il via le gare maschili al Tc Alghero e quelle femminili al Baia di Conte. Sempre il 1° maggio prologo di lusso con Elisabetta Canalis, madrina della manifestazione, che nella cornice del porto di Alghero presenterà le nazioni partecipanti e coordinerà uno spettacolo con artisti locali come Pino e gli AntiCorpi, i Bertas e la cover band Carletto e i suoi mostri.

Alla serata interverranno, inoltre, il sindaco di Alghero Mario Bruno, il presidente della Federtennis Angelo Binaghi e il presidente del Comitato paralimpico Luca Pancalli.

Leggi tutto
Interviste

INTERVISTA A FRANCESCO BOCCIARDO: CAMPIONE PARALIMPICO IN “STILE LIBERO”

Bocciardo-Francesco-paralimpico-header

Intervista a Francesco Bocciardo di Maria Stella Falco #italiaccessibile

Abbiamo fatto qualche domanda a Francesco Bocciardo: ecco cosa ci ha raccontato di sé e dei suoi successi sportivi:

Francesco Bocciardo - Campione Paralimpico
Francesco Bocciardo – Campione Paralimpico

D. Qual è la tua disabilità?

R. La mia patologia/disabilità è una tetraplegia distale-spastica.

D. Sei un nuotatore, un campione paraolimpico: racconti brevemente quando, come e perché hai deciso di praticare questo sport?

R. Non ho “proprio” deciso di iniziare questo sport, i miei genitori sotto consiglio della mia fisioterapista, mi hanno avviato a questo sport al quale poi mi sono affezionato.

D. A quali competizioni paraolimpiche hai partecipato?

R. Ho partecipato ai Campionati italiani, ai Campionati Europei (Berlino 2011 e Eindhoven 2014), ai Campionati Mondiali (Mondiali di Glasgow 2015), alle Paralimpiadi (Londra 2012 e Rio 2016); ad oggi ho conseguito il titolo di campione (medaglia d’oro) italiano, europeo, mondiale e paralimpico nei 400 stile libero classe s6.

D. Tra le tue recenti partecipazioni a competizioni paraolimpiche, quella ai Campionati Italiani: raccontaci un po’ quest’esperienza.

R. Lo scorso 1 e 2 di Aprile ho preso parte ai campionati italiani invernali, che si sono tenuti a Portici, in occasione di tale evento mi sono riconfermato campione italiano sui 400 e 100 stile libero classe s6; molti spesso dicono che dopo aver partecipato ad eventi come Mondiali e Paralimpiadi, tutte le altre manifestazioni finiscono per non farti più effetto non è vero, per me personalmente, sono stati dei Campionati italiani ricchi di emozioni, primo fra tutti il fatto di aver partecipato in qualità di atleta delle fiamme oro, ma non solo, per aver fatto per la prima volta, nella stagione, ” la mia gara” i 400 stile libero, gara che mi emoziona sempre molto

D. Quali saranno i tuoi prossimi impegni sportivi?

Ora come ora la mia mente è già rivolta ai Campionati Mondiali che si svolgeranno a Città del Messico dal 30 di Settembre al 7 di Ottobre del 2017.

D. Sei uno sportivo che pratica sport paraolimpico a livello agonistico, tutto ciò ti impegna molto, ma sicuramente hai pure tu qualche altro passione, quale?

Ho molte passioni, di sicuro le mie passioni principali riguardano i film e la musica, due elementi che mi aiutano molto a conciliare tutti i miei impegni giornalieri, senza farmi raggiungere un livello di stress eccessivo, in particolare la musica è fondamentale a pochi minuti dal fatidico momento della gara.

Leggi tutto
Sport Disabili

12 aprile la seconda stagione di Never Give Up, programma televisivo dedicato agli sport paralimpici

Never Give Up_puntata 1_Da sx_Minetti_Malagoli_Valentini

Riparte mercoledì 12 aprile la seconda stagione di Never Give Up, il programma televisivo dedicato agli sport paralimpici adrenalinici ideato dalla Onlus Di.Di.Diversamente Disabili e condotto da Annalisa Minetti e Chiara Valentini. Tra gli ospiti, la campionessa Martina Caironi, medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Londra e Rio nei 100mt, che ha provato l’ebrezza della moto in pista.

 Never Give Up AutomotoTV
Never Give Up AutomotoTV

Dopo una prima stagione di successo, con un palinsesto che ha accompagnato i telespettatori per più di 5 mesi, con 250 passaggi televisivi e 120 ore di programmazione, ritorna “Never Give Up” l’appuntamento quindicinale dedicato a chi ha una disabilità e non vuol rinunciare agli sport adrenalinici.

Ideato dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili, supportato da Fiat Autonomy e prodotto da A&M Media Division, il format vuole offrire una diversa prospettiva ai telespettatori appassionati di motori, sport e velocità, un viaggio attraverso un mondo ancora poco conosciuto, quello della disabilità, che puntata dopo puntata dimostrerà come spesso i limiti sono solo nella nostra testa. Tecnologia, determinazione e passione sono il filo conduttore del programma, unico nel suo genere: “Abbiamo sviluppato delle abilità speciali che ci permettono di correre molto più rapidamente della nostra disabilità – dichiara Annalisa Minetti, conduttrice per il secondo anno consecutivo insieme a Chiara Valentini -, per questo ci piacciono le discipline sportive dove adrenalina e velocità creano un mix esplosivo che ci fa oltrepassare i nostri limiti.

Nella prima puntata, che andrà in onda mercoledì 12 aprile alle ore 22.30 su AutomotoTV (canale 148 di Sky), l’intervista a Martina Caironi, pluricampionessa e medaglia d’oro alle paralimpiadi di Londra e Rio nei 100mt, alla sua prima esperienza di moto in pista. Ospite in studio Emiliano Malagoli, presidente della Onlus Di.Di., per presentare l’“International Bridgestone Handy Race”, la internazionale che verrà ospitata all’interno della MotoGP durante il Gran Premio di Francia sul circuito di Le Mans il prossimo 19, 20 e 21 maggio, e la partecipazione questo weekend del primo pilota paralimpico, Daniele Barbero, alla storica competizione della 24 Ore di Le Mans con il No Limits Special Team Ducati.

A seguire la programmazione settimanale:
Mercoledì 12 aprile ore 22.30
Giovedì 13 aprile ore 23.30
Venerdì 14 aprile ore 14.30

Leggi tutto
Giusy VersaceHome pageItaliAccessibile NotizieNotizie dalle Associazioni PartnerNotizie DisabilitàSport Disabili

Giusy Versace : un SMS che può regalare un sogno sportivo ai ragazzi con disabilità

campagna a favore della Disabili No Limits di Giusy Versace
Al via fino al 24 aprile la campagna a favore della Disabili No Limits di Giusy Versace con numero solidale 45518.
I fondi raccolti aiuteranno a donare ausili ad alta tecnologia a giovani disabili in difficoltà economica

campagna a favore della Disabili No Limits di Giusy Versace
campagna a favore della Disabili No Limits di Giusy Versace

Venerdì 7 aprile 2017 – Parte la campagna solidale di raccolta fondi a favore della “Disabili No Limits”, l’associazione presieduta dalla campionessa paralimpica Giusy Versace.

Da oggi, fino a lunedì 24 aprile, chiunque potrà dare un contributo concreto all’attività della onlus, impegnata dal 2011 a regalare un ‘sogno sportivo’ a persone disabili, inviando un sms al numero solidale 45518 del valore di 2 euro, oppure chiamando da rete fissa e donando dai 2 ai 5 euro.

“Grazie ad una tecnologia avanzata e accessibile – racconta la Versacevogliamo restituire a tutte le persone con disabilità una vita più autonoma donando ausili che, ad oggi, non sono previsti dal Sistema Sanitario Nazionale e dalle ASL. Raccogliamo fondi per donare sedie a ruote ultraleggere e protesi in fibra di carbonio, per attività quotidiane e sportive a sostegno di coloro che vivono condizioni economiche svantaggiate. Organizziamo eventi per promuovere la pratica sportiva e per consentire, soprattutto ai più giovani, di vivere al meglio la propria disabilità guardando allo sport come terapia e nuova opportunità di vita”.

Sport come terapia di vita e nessun limite ai disabili; da questa convinzione è stata fondata nel 2011 la Disabili No Limits che ha donato negli anni diversi ausili a molte persone disabili. Recentissimo è il caso di Constantin Bostan, che ha ricevuto una protesi d’arto inferiore che gli ha permesso di abbandonare le stampelle ed iniziare una nuova vita da maratoneta.

La stessa Giusy Versace è la prova vivente di come lo sport abbia lo straordinario potere di regalare nuovi traguardi e restituire quel sogno interrotto. Cinque anni dopo il terribile incidente stradale che nel 2005 le ha fatto perdere entrambe le gambe, la Versace ha iniziato a correre per scommessa e oggi è detentrice di 11 titoli italiani nei 100, 200 e 400 metri, finalista ai Giochi Paralimpici di Rio e medaglia d’argento e di bronzo agli Europei 2016.

La campagna solidale è realizzata nell’ambito della collaborazione tra Disabili No Limits e Save the Dream, il progetto internazionale rivolto ai ragazzi con lo scopo di promuovere i valori e l’integrità dello sport, anche in aree del mondo colpite da conflitti, di cui Giusy Versace è ambasciatrice.

Oltre a finanziare l’acquisto degli ausili da donare ai giovani disabili economicamente svantaggiati, i fondi raccolti grazie alla campagna contribuiranno a organizzare un tour di sensibilizzazione e informazione che nei prossimi mesi toccherà cinque città italiane: Torino, Milano, Napoli, Reggio Calabria e Palermo. L’obiettivo è portare l’energia dello sport paralimpico in piazza e dare l’opportunità alle persone disabili, soprattutto ai più giovani, di avvicinarsi a diverse discipline.

Nelle 5 tappe un pulmino allestito con un’officina mobile gestita da tecnici specializzati consentirà a questi ragazzi di conoscere e provare in prima persona articoli protesici di ultima generazione. Le piazze si trasformeranno così in palazzetti dello sport a cielo aperto, realmente accessibili a tutti, per praticare atletica leggera, sitting volley, tennis da tavolo, basket in carrozzina, vela e molto altro. Il tour sarà quindi un’occasione per tutti, persone disabili e non, per conoscere lo sport da un’altra prospettiva e superare i propri limiti, confrontandosi, stando insieme e ritrovando serenità e autostima.

Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieSport Disabili

NEGLI STADI ITALIANI NON C’E’ POSTO PER NOI DISABILI

stadio-disabili

di Domenico Foglia

Vi racconto la mia odissea che ho vissuto, insieme a un mio amico per andare a vedere la partita del Napoli.

Stadio negato ai disabili
Stadio negato ai disabili

Mi chiamo Domenico, ho 25 anni, sono un ragazzo con disabilità motoria e tifoso del Napoli, mi piaceva andare allo stadio, almeno fino a pochi anni fa, quando ho avuto un’esperienza negativa e mi ha fatto passare la voglia, tanto da farmi pensare tra me e me, che forse era meglio che le partite da quel momento in poi me le guardavo da casa.

Ma cominciamo dall’inizio. L’episodio in questione è accaduto diversi anni fa (l’anno esatto non lo ricordo), quel che è certo è che si trattava della partita Napoli-Udinese, partita persa dal Napoli.

Arrivammo allo stadio diverse ore prima della partita, ci incamminammo verso il settore riservato ai disabili, qui ci mettemmo in fila per entrare e per prendere posto, dopo che entrarono le prime persone, quando venne il nostro turno gli steward chiusero le porte, ci dissero che dovevamo aspettare. Passarono delle ore, ma la situazione non cambiò, la gente (tra cui anche io, mio cugino, ed altri miei due amici), comincio a spazientirsi e a fare un gran baccano. La situazione precipitò, quando una steward usci fuori e ci prese a male parole, dicendoci noi le avevamo rotto il cazzo, queste sue ultime parole scatenarono la nostra rabbia. Insomma, per farvela breve, alla fine ci fu negato l’accesso allo stadio, in seguito scoprimmo che il vero motivo era che la società, aveva venduto i posti dei disabili e noi non potendo entrare, fummo costretti ad ascoltare la partita per radio.

Ho deciso di raccontare questa mia esperienza, la mia vuole essere una denuncia perché non è giusto che ai disabili, venga negato il diritto di andare allo stadio e la società non ha nessun diritto di vendersi i posti dei disabili stessi, solo perché non ci sono più posti liberi per i normodotati

Io pensavo che, in tutti questi anni, la situazione fosse migliorata, ma, a quanto pare è addirittura peggiorata

Leggi tutto
Sport Disabili

I Piloti di Moto Paralimpici Di.Di Onlus parteciperanno alla “International Bridgestone Handy Race”

Invito DD Time_Motodays 2017(1)

Sabato 11 marzo alle ore 12.00 la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili presenterà la delegazione dei piloti paralimpici che parteciperanno alla “International Bridgestone Handy Race”, la gara internazionale che, in anteprima mondiale, sarà ospitata all’interno del Gran Premio di Francia della MotoGP, il 20 e 21 maggio prossimi.

Motodays – Piloti Paralimpici Di.Di Onlus

Il Motodays, la fiera delle due ruote che andrà in scena a Roma dal 9 al 12 marzo, l’evento fieristico della capitale che segna l’apertura della stagione motoristica.

Negli anni è oramai divenuto un appuntamento fisso per i ragazzi della Onlus Di.Di., che grazie alla preziosa collaborazione degli organizzatori, riescono ad offrire un punto informativo a tutti i ragazzi disabili che vogliono avvicinarsi alle due ruote.

Per questa nona edizione del Motodays la loro partecipazione avrà un sapore speciale: sabato 11 marzo, alle ore 12.00, sul palco principale della fiera (Pad. 3) verrà presentata la delegazione del Team Di.Di. che parteciperà alla “International Bridgestone Handy Race”, la gara internazionale riservata a piloti disabili che quest’anno si disputerà all’interno della MotoGP durante il weekend del Gran Premio di Francia (19/21 maggio). Un traguardo senza precedenti per una competizione che solo 5 anni fa non esisteva e che è stata promossa per la prima volta al mondo proprio dalla Onlus Di.Di., in Italia inizialmente, e successivamente all’estero, accogliendo i favori di tanti motociclisti disabili che non hanno voluto abbandonare l’idea di rimettersi tuta e casco per assaporare il gusto di correre tra i cordoli.

Undici gli atleti paralimpici italiani, che andranno ad unirsi ad altri 20 provenienti da Francia, Inghilterra, Belgio, Finlandia, Spagna, Colombia, Australia e Nuova Zelanda, per un evento che siamo certi lascerà il segno nel mondo del motociclismo.
Grazie al supporto dei partner della Onlus come Bridgestone, Leasys, ACI Roma, Intrasecur Group, Accademia Europea di tutela privata, Ottobock, Ortopedia Michelotti, Honda, Handytech, Premier, TCX,
Thermal Technology, OJ e Fisiomet, la Di.Di. in questi anni sta riuscendo a coprire un vuoto normativo, sportivo e sociale dedicato al binomio disabilità/due ruote.

Sempre sul palco verranno presentate anche tutte le attività in programma per questo 2017: sarà presente la cantante e atleta paralimpica, nonché madrina dell’Associazione, Annalisa Minetti, per lanciare la seconda stagione di “Never Give Up”, il programma televisivo prodotto da A&M Media Division in onda su AutomotoTV (canale 148 di Sky) da lei condotto, insieme a Chiara Valentini, dedicato a chi ha una disabilità e non vuole rinunciare a guidare un mezzo a motore a 360°. In calendario anche i Corsi di Guida
“Learn&Try”, con moto adattate in base alle differenti esigenze motorie e con il campionissimo Nicola Dutto nelle vesti di istruttore; e il “Di.Di. Bridgestone Cup”, il campionato italiano riservato a piloti disabili.

Per tutti e quattro i giorni di Fiera, i Di.Di. saranno disponibili anche ad offrire informazioni su Patenti A Speciali e adattamenti, al loro stand (Pad.3/Stand C19): inoltre, sarà possibile partecipare alla lotteria che vedrà in palio 2 biglietti pass paddock per la SBK di Imola del 14 maggio, offerti dal Team Manager dell’Althea BMW Racing Team, Genesio Bevilacqua, da sempre solidale con le attività dell’Associazione.

Leggi tutto
Diritti dei disabiliDiversamente AbiliHome pageItaliAccessibile NotizieNotizie DisabilitàPescaraSport Disabili

“Solidarietà fa Sport” a Pescara per sensibilizzare nelle scuole alla disabilità

Pescara-Sport-solidarietà
Pescara, Sport e solidarietà

Presentato a Pescara il progetto “Solidarietà fa sport” dell’assessorato alle Politiche sociali che nasce per promuovere una sensibilizzazione dei giovani e della comunità alle tematiche che riguardano la disabilità di tipo fisico, psichico, sensoriale, intellettuale e relazionale.

Un progetto che vede la collaborazione delle associazioni Anfass, Addesi Cycling, Amicacci Giulianova, Ens, Cosma, Aism, Diversuguali, Arda, Asd Polisportiva La Fenice, Uildm, Sottosopra, Anmic, Udi, Anfass, Movimentazioni, Spazio Donna, Percorsi e Cooperativa Aurora Valori&Sapori che operano nell’ambito della disabilità e degli istituti scolastici secondari di primo e secondo grado.

L’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino ha illustrato le tappe del progetto.

Con questo progetto si è inteso creare un’attenzione particolare al tema della disabilità attraverso le testimonianze di atleti disabili e di operatori delle associazioni. Sono loro, infatti, i protagonisti di una serie di iniziative nelle scuole che mirano a coinvolgere, in diversi modi, gli studenti, affinché ogni persona possa responsabilizzarsi e rappresentare una risorsa.

Il confronto con gli studenti serve anche a sollecitarli a vivere in modo diverso gli ostacoli che trovano nella vita e che possono essere superati con coraggio e determinazione, grazie alla voglia di esprimere se stessi in base a ciò che ognuno sa fare. Questo è un messaggio che va oltre l’attività di sensibilizzazione e che sarà lanciato anche in occasione di un evento importante, la Coppa Italia di basket in carrozzina, che si terrà il 3 e il 4 marzo al PalaElettra di Pescara in collaborazione con la Polisportiva Amicacci di Giulianova (Teramo), che partecipa con atleti impegnati nel basket in carrozzina.

Si prevede anche l’assegnazione di sei borse di studio dal concorso “Social Reporter”,tre per le scuole secondarie di primo grado e tre per quelle di secondo grado. Gli studenti, per partecipare, dovranno scrivere un articolo giornalistico su uno degli incontri a cui hanno preso parte o su uno degli eventi in programma. Oltre alla finale di Coppa Italia del 3 e 4 marzo, ci sarà lo spettacolo ‘Un grande abbraccio’, della compagnia Mayor Von Frinzius, con il comico Paolo Ruffini, che andrà in scena al Teatro Massimo il 21 marzo, Giornata mondiale della Sindrome di Down.

Leggi tutto
Sport Disabili

Giusy Versace alla Stramilano lancia raccolta fondi di GruppoMediobanca4DisabiliNoLimits

Giusy-Versace-GruppoMediobanca4DisabiliNoLimits
Nella foto da sinistra: Alexandra Young (direttore HR gruppo Mediobanca), Giusy Versace, Constantin Bostan, Lorenza Pigozzi (direttore comunicazione gruppo Mediobanca), Giovanna Giusti del Giardino (responsabile csr Mediobanca)

Giusy Versace sarà la madrina dell’’evento alla Stamilano per la raccolta fondi GruppoMediobanca4DisabiliNoLimits” e saluta la partecipazione di Constantin Bostan che correrà la 21K con la protesi donata dalla Disabili No Limits. Il 12 marzo sarà anche alla Scarpadoro di Vigevano

Corre veloce la solidarietà di Giusy Versace. Dopo il successo della corsa benefica “Happy Run for Christmas” organizzata a Reggio Calabria lo scorso 11 dicembre, altri due importanti appuntamenti attendono la campionessa paralimpica e presidentessa della Disabili No Limits.

Il 5 marzo sarà a Torino ospite del CUS e della manifestazione in rosa ‘Just The Woman I am’, mentre il 12 marzo a Vigevano regalerà una nuova giornata speciale a tutti i ragazzi disabili che prenderanno parte alla Scarpadoro Ability, corsa riservata a persone con disabilità e inserita nel contesto della 11^ Scarpadoro Half Marathon.

Domenica 19 marzo la Versace sarà infine madrina della Stramilano, occasione nella quale è stata lanciata una raccolta fondi a favore della sua associazione dal Gruppo Mediobanca. Il I dipendenti del gruppo correranno quella domenica a favore della Disabili No Limits, non solo indossando t-shirt personalizzate dall’associazione, ma anche attivando la raccolta fondi “GruppoMediobanca4DisabiliNoLimits” fra parenti, amici e colleghi che servirà a regalare protesi e ausili sportivi a persone che vivono in condizioni economiche svantaggiate.

Un esempio concreto dell’attività solidale della onlus “Disabili No Limits” è il recente acquisto di una protesi da corsa che è stata donata al maratoneta Constantin Bostan. Amputato alla gamba sinistra, Constantin ha finalmente abbandonato le stampelle per correre la sua prima Stramilano con la protesi ricevuta in dono dalla onlus presieduta da Giusy.

Sarà un mese, quello di marzo, molto intenso – dichiara Giusy Versace – anche perché mi vedrà impegnata in numerosi eventi di solidarietà che mi stanno davvero a cuore. Alla Scarpadoro non potrei mancare per nulla al mondo perché Vigevano è la città che mi ha adottata nella mia vita di atleta. Organizzare la 5km Scarpadoro Ability è anche il mio modo per portare alla cittadinanza e ai tanti che vengono da fuori, un sorriso in più ad un evento che è già solare e ricco di suo! Alla Stramilano, invece, sarà ancora diverso ma sempre bello: oltre l’onore di essere la madrina sono felice di condividere questa giornata con l’amico e organizzatore dell’evento Andrea Alzati che da anni supporta le iniziative di solidarietà di Disabili No Limits. Quest’anno Mediobanca, che già dalla scorsa estate aiuta molti atleti paralimpici, ha voluto fare qualcosa in più, e sono molto felice che abbia deciso di dare un contributo importante. Sarà poi emozionante vedere correre sul percorso insieme a loro anche Constantin: l’anno passato ha corso la Stramilano con delle stampelle accompagnato dagli amici di Urban Runners, e quest’anno lo farà con la protesi che la mia associazione gli ha donato qualche mese fa! Tutto ciò mi rende felice ma soprattutto mi fa sentire utile. Regalare sorrisi e opportunità di una vita migliore a chi non può permettersela mi aiuta a dare un senso anche alla mia di vita!

Leggi tutto
Sport Disabili

DISABILITA’ E CALCIO : NASCE LA QUARTA CATEGORIA SOSTENUTA DA CLUB SERIE A

calcio-quarta-categoria-disabili

Nasce la Quarta Categoria, un torneo decisamente particolare, composto da otto squadre di ragazzi disabili, con ritardi cognitivi e “difficoltà relazionali” gemellate (cioè sostenute) da altrettante di serie A, che hanno non 11 ma 7 giocatori.

Il torneo si disputerà il sabato pomeriggio dal 21 gennaio al 29 aprile con partite di 30 minuti e per quest’anno si svolgerà tutto a Milano, al centro del Football City di piazza Tirana 17. La finalissima ci sarà il 13 maggio sul campo della Pontelambrese a Ponte Lambro, nel Comasco.

Il torneo ha infatti il forte sostegno di Federcalcio, della Lega Serie A, dell’Aia (che fornirà gli arbitri) e dell’Aiac (che formerà gli allenatori). Gli otto club di Serie A sono Milan, Inter, Genoa, Cagliari, Fiorentina, Sassuolo, Lazio e Udinese, e sicuramente altri seguiranno disposti ad adottare le squadre e fornendo il materiale ufficiale per giocare. Gli accoppiamenti sono : Milan-Briantea84, Inter-Sporting4E, Genoa-ASD Calcio 21, Cagliari-Fuorigioco di Mantova, Fiorentina-Ossona, Sassuolo-Tukiki Minerva, Lazio-Gea Ticinia Novara, Udinese-Vignareal.

Il materiale tecnico è stato consegnato ufficialmente il 18 gennaio, nella Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva del Senato a Roma, alla presenza di Piero Grasso e ai rappresentanti delle otto squadre di disabili da parte dei dirigenti dei club di A, tra cui i vicepresidenti di Inter e Fiorentina Javier Zanetti e Giancarlo Antognoni, il presidente della Lazio Claudio Lotito, e il dg del Sassuolo Giovanni Carnevali.

Leggi tutto
Diversamente AbiliHome pageItaliAccessibile NotizieNotizie DisabilitàScuola & disabilitàSport Disabili

DISABILITA` E SPORT: IL PREMIO ” MARIA VITTORIA MARCOLINI”

1-BANDO_PREMIO_MARIA_VITTORIA_MARCOLINI

L’Associazione Il Sorriso di Mavi Onlus di Bovolone (Verona) presenta la prima edizione del premio “Maria Vittoria Marcolini” destinato alle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie, ai centri di formazione professionali di Verona e provincia. Per accedere al premio bisogna partecipare ad un bando di concorso dal titolo “Disabilità e Sport,  binomio ricco di potenzialità“.

L’idea di creare delle opportunità di confronto tra i giovani con disabilità e non, per farli riflettere sul reale significato del concetto di inclusione sociale e di come l’istruzione, lo sport e le altre attività del tempo libero costituiscano un’imprescindibile opportunità per un presente e un futuro di condivisione.

Il Bando di concorso rientra nel progettoS – Lancio senza ostacoli“, (che ha avuto inizio il 06 maggio 2016 in occasione della presentazione dell’Associazione), con il quale si vuole favorire l’inclusione sociale dei giovani con disabilità negli ambiti dell’istruzione, dello sport e del tempo libero per contribuire allo sviluppo della loro autonomia e di una loro maggiore autostima nell’esercitare attività ricreative e sportive.

Il bando di concorso è rivolto ai giovani studenti delle Scuole secondarie di secondo grado e ai Centri di formazione professionale di Verona e Provincia e intende premiare gli elaborati progettati dall’intera classe, o da un gruppo di lavoro di studenti, con il coinvolgimento di almeno un giovane con disabilità.

Sono previsti tre premi di euro 500,00 ciascuno e saranno assegnati all’istituto scolastico di appartenenza della classe ovvero del gruppo lavoro vincitore, il quale Istituto dovrà garantire l’utilizzo del Premio con la condivisione degli studenti vincitori, per il perseguimento delle finalità del Bando e quindi favorire l’inclusione dei giovani con disabilità all’interno dell’istituzione scolastica, ovvero nel mondo dello sport e del tempo libero.

Entro il 31 gennaio 2017 devono pervenire le adesioni di partecipazione al Bando tramite email all’indirizzo ilsorrisodimavi@gmail.com, ed entro il 31 marzo 2017 devono essere presentati gli elaborati con le medesime modalità. Il 06 maggio 2017 è prevista la premiazione che verrà effettuata nel corso di un pubblico evento.

Leggi tutto
Sport Disabili

“SPORT E’ VITA MONTECATONE” AL SECONDO TORNEO NAZIONALE DI TENNIS TAVOLO PARALIMPICO

Rossi_Arcigli_Ragazzini_Brunelli
Rossi, Arcigli, Ragazzini, Brunelli

I migliori atleti di tennis tavolo del movimento Paralimpico Italiano, compresi gli azzurri reduci dalle Paralimpiadi di Rio, si sono dati appuntamento al PalaBlu di Moncalieri, per prendere parte al secondo torneo nazionale della stagione, organizzato dal TT Gasp Moncalieri.

L’A.S.D. Lo sport è vita Onlus, la Società sportiva coordinata da Davide Scazzieri, nata dalla collaborazione con la Fondazione Montecatone, ha partecipato con sei dei propri atleti, 5 dei quali esordienti, chi al primo torneo e chi al primo anno di attività.

Il risultato di squadra per i neroverdi di Montecatone è stato eclatante, su 32 Società iscritte si sono addirittura piazzati al terzo posto.

Lo definisce un risultato merito di tutto il gruppo, il Presidente ed atleta Davide Scazzieri, che ha vinto ancora una volta la propria categoria, dopo un’entusiasmante battaglia in finale contro il catanese Raimondo Alecci (TT Albatros Zafferana Etnea), reduce dalle recenti Paralimpiadi di Rio, con il risultato di 3-2 (10-12, 11-9, 11-8, 6-11, 11-7).

Dalle parole di Davide traspare grande soddisfazione – “abbiamo ottenuto due podi fantastici nelle gare per Esordienti, uno ottenuto da Claudio Mantellini, che è giunto in semifinale dopo aver incontrato ai quarti la nostra giovane atleta Carlotta Ragazzini, avendo la meglio solo al quinto set 11-9, mentre l’altro è arrivato per merito di Daniele Ferraro, che purtroppo ha perso in semifinale al quinto set con un atleta marchigiano che ha poi dominato la finale. L’entusiasmo è per i risultati di tutti, perché nonostante abbiano vinto meno e non sono saliti sul podio, anche Victor Betti e Milor Podagra hanno dato il loro prezioso contributo per questo strepitoso risultato, che mai ci saremmo aspettati”.

Come se non bastasse, il Direttore Tecnico della nazionale Paralimpica Alessandro Arcigli, che sta lavorando tanto con i giovani nel progetto Tokyo 2020 della Federazione Italiana Tennis Tavolo, ha notato i nostri due giovani promettenti Carlotta e Victor, ai quali ha manifestato l’interesse di convocarli al prossimo Torneo Internazionale Giovanile che si terrà a Lignano in febbraio del prossimo anno. 

Prossimo appuntamento nel quale i nostri ragazzi sono chiamati a confermare i grandi risultati ottenuti sarà in gennaio a Roma, per la terza prova nazionale di qualificazione ai Campionati Italiani Paralimpici che si terranno in aprile a Lignano Sabbiadoro.

Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieSport Disabili

Varato il progetto Vele senza barriere dell’Ente Porto di Giulianova

vela-senza-barriere-giulianova
 Vela senza barriere Giulianova

Salve a tutti oggi vi parleremo del progetto Vele senza barriere nel Porto di Giulianova . E’ stato varato il progetto Vele senza barriere, un traguardo che è anche un punto di partenza per l’abbattimento di tutte le barriere architettoniche anche in mare.

Alla vigilia dell’addio di Paolo Vasanella dalla carica di presidente dell’Ente Porto di Teramo è stato sottoscritto da Ente Porto e Circolo Nautico Vincenzo Migliori con la collaborazione della Regione Abruzzo e dell’Università di Teramo, (presenti con l’assessore Pepe ed il rettore D’Amico).

L’iniziativa è indirizzata a persone con disabilità motoria e prevede la condivisione di spazi e pontili galleggianti in concessione demaniale nel bacino portuale giuliese. “Abbiamo atteso un po’ – ha sottolineato il presidente del Circolo Migliori, l’avvocato Marco Maria Ferrari, – ma alla fine abbiamo raggiunto un accordo molto importante che consente di sviluppare un progetto di immenso valore dal punto di vista sociale. Giulianova sarà un punto di riferimento per l’intero Abruzzo”. Dal suo canto il presidente Vasanella ha tenuto a precisare che “noi non siamo un privato ma un Ente pubblico e quindi dovevamo fare in modo che tutto si volgesse nel rispetto delle regole, Un po’ tardi, è vero, ma è risultato di grande esempio nel settore della disabilità”.

Leggi tutto
Donne e disabilitàEventi accessibiliGiusy VersaceHome pageItaliAccessibile NotizieSport Disabili

Giusy Versace lancia la “Happy Run for Christmas” a Reggio Calabria

locandina-happy-run2
Domenica 11 dicembre a Reggio Calabria torna la corsa della felicità in versione natalizia ideata dall’atleta paralimpica
Happy Run 2 Giusy Versace
Happy Run 2 Giusy Versace

Dopo un anno di pausa, domenica 11 dicembre torna sul lungomare Falcomatà di Reggio Calabria la “corsa della felicità” in versione natalizia, ideata e promossa da Giusy Versace e dalla sua associazione Disabili No Limits Onlus, per sensibilizzare i cittadini sulle tematiche dell’handicap e per correre insieme, uniti e senza limiti e diversità. La “Happy Run for Christmas” rientra, infatti, nel calendario di eventi organizzati dal Comune per celebrare il Natale. Al fianco di Giusy Versace l’attore e comico reggino Giacomo Battaglia da sempre amico della Happy Run e slogan dell’’evento è il motto “”Tutti insieme per regalare un sorriso””.

La manifestazione sarà come sempre una grande festa per grandi e piccini che animerà Piazza Indipendenza, dalle 9 alle 13. Alle 9 apriranno i gazebo per il ritiro dei pacchi gara e, i campi prova delle discipline paralimpiche. Alle 11 è prevista la partenza della corsa-camminata che vedrà correre e camminare assieme bambini, famiglie, appassionati, persone disabili e da quest’anno anche gli amici a 4 zampe. Il percorso sarà di circa 4 km e percorrerà tutto il lungomare Falcomatà fino alla stazione Centrale, per poi tornare indietro. In coda alla corsa, un Babbo Natale in bicicletta accompagnerà gli ultimi concorrenti. A mezzogiorno inizieranno le premiazioni e saranno premiati: il primo uomo, la prima donna, il primo bambino e il primo cane al traguardo. Inoltre, i cinofili potranno trovare stand delle diverse associazioni di tutela animali e chi vorrà potrà adottare un cane.

Come nel 2014, la Happy Run sarà arricchita da una serie di eventi di promozione dello sport paralimpico per avvicinare e far conoscere al pubblico le discipline dello sport per le persone disabili. Dalle 9 alle 11, in Piazza Indipendenza, sarà possibile provare il tiro con l’arco, il tennistavolo, il sitting volley e il basket in carrozzina e, novità di quest’anno, l’hockey su ghiaccio grazie alla pista allestita dalla Polisportiva dilettantistica Reghium.

Il costo dell’iscrizione è di 5 euro e dà diritto ad uno zainetto colorato contenente gadgets offerti dagli sponsor, una t-shirt, il pettorale e il cappellino rosso di Babbo Natale. Anche quest’anno i fondi raccolti dalle iscrizioni saranno destinati all’acquisto di ausili per uno o più disabili del territorio calabrese che vogliono iniziare a fare sport.

Le iscrizioni sono già aperte ed è possibile acquistare pettorale e pacco gara direttamente dal sito ufficiale www.happyrun.it.

“La Happy Run non poteva mancare un altro anno – commenta Giusy Versace – lo scorso anno per i miei impegni sportivi non sono riuscita ad organizzarla, ma quest’anno la corsa della felicità non poteva mancare perché la gente è affezionata a quest’evento e risponde sempre con grande entusiasmo. Organizzarla in occasione del Natale sarà ancora più suggestivo e divertente. Anche quest’anno – prosegue la Versace – promuoveremo diverse discipline sportive paralimpiche per consentire ai ragazzi disabili di avvicinarsi allo sport, e al pubblico di conoscere le attività per persone disabili. D’altronde la Happy Run è nata proprio per fare uscire le persone disabili da casa, creare un momento di integrazione sociale e per raccogliere fondi per acquistare e donare ausili

La Happy Run è organizzata con il patrocinio della Regione Calabria, il Comune di Reggio Calabria, il C.O.N.I Regionale Calabria e il C.I.P Calabria.

Main sponsor dell’iniziativa è PMG Italia Spa (Progetto mobilità garantita), azienda impegnata nell’adattamento di veicoli per trasporto di persone disabili.

Leggi tutto
Sport Disabili

WHEELCHAIR HANDBALL EUROPEAN NATIONS’ TOURNAMENT IN SVEZIA: IL TEAM LIBERTAS PERUGIA SI VESTE D’AZZURRO

italia_wheelchair_handball

La pallamano italiana prenderà parte, per la prima volta nella sua storia, ad un Campionato Europeo di Wheelchair Handball (pallamano su carrozzina), il secondo indetto dalla EHF (European Handball Federation). Le atlete e gli atleti dell’ASD Superteam Libertas Perugia vestiranno infatti la maglia azzurra nella seconda edizione dello European Wheelchair Handball Nations’ Tournament, in programma nei giorni 7-8 dicembre a Sö lvesborg, in Svezia e in concomitanza con gli EHF EURO femminili (4/18 dicembre).

Italia Wheelchair Handball
Italia Wheelchair Handball

Il Presidente Federale, Francesco Purromuto, nel pomeriggio del 29 novembre ha voluto incontrare, nel corso di un allenamento a Perugia, i protagonisti impegnati in terra svedese ed ha consegnato loro le divise della Nazionale, rivolgendo il tradizionale “in bocca al lupo” per l’importante appuntamento e sottolineando il sostegno di tutto il movimento della pallamano italiana.
Il Presidente Purromuto ha ringraziato i dirigenti della società umbra per l’impegno portato avanti e il CIP (Comitato Italiano Paralimpico) – con il suo Presidente Luca Pancalli ed il Segretario Generale De Sanctis – per il supporto e la condivisione di un progetto che nasce dalla siglatura del Protocollo FIGH – CIP dell’ottobre 2015, attraverso il quale la Federazione è riconosciuta quale unico organismo autorizzato alla promozione, organizzazione e disciplina della pallamano per atleti con disabilità fisica, compreso il Wheelchair Handball, con ciò delegando la Federazione stessa ad espletare tutte le attività sportive, promozionali, nazionali ed internazionali, dell’handball paralimpico in Italia.

Nel corso dell’incontro, il Presidente Federale ha infine sottolineato, a conferma dell’interesse verso la
pallamano paralimpica, di aver recentemente promosso, in occasione del 13° Congresso Ordinario EHF del 17-18 novembre scorsi a St. Wolfgang (Austria), un incontro con i componenti dell’EHF Working Group “Wheelchair Handball”, per analizzare nel dettaglio la prima e storica partecipazione della Nazionale italiana allo European Wheelchair Handball Nations’ Tournament di Sö lvesborg.
Presenti a Perugia il Presidente della Superteam Libertas Perugia, Carlo Cioccoloni; il Presidente del Comitato Regionale CIP Umbria, Francesco Emanuele; il Presidente Provinciale della Libertas Perugia, Mauro Brugnoni; in rappresentanza dell’Asalb Bastia, Giovanni Bratti.

Questo il roster della Nazionale italiana di Wheelchair Handball:
1. Marcelli Matteo
2. Ugolini Anselmo
3. Pierassa Matteo
4. Bordoni Valentina
5. Perolini Salvatrice
6. Castellani Andrea
7. Del Citerna Michele
8. Galli Fabrizio
9. Cirimbilli Aranzana Elena
10. Castellani Francesco
11. Cagiola Massimo
12. De Lisi Pasquale Gianluca
STAFF
Carlo Cioccoloni
Marco Contini (tecnico)
Federico Rosi (tecnico)
Roberto Pierassa
Volpini Luca
Michela Carloni

Lo European Wheelchair Handball Nations’ Tournament vedrà la partecipazione, oltre che dell’Italia, anche di Svezia, Olanda e Portogallo. La formula della manifestazione prevede, dunque, un girone all’italiana nel Preliminary Round e, nel pomeriggio dell’8 dicembre, le finali per 3°/4° e 1°/2° posto.

 

Leggi tutto
1 2 3 7
Page 1 of 7
Dimensione carattere
Designed by

best down free | web phu nu so | toc dep 2017

Advertisment ad adsense adlogger