ItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibile Privacy Policy
close

Proposte vacanze accessibili

Proposte vacanze accessibili

Turismo Accessibile

Rosolina e Porto Tolle: Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete

spiagge-venete-accessibili

Turismo sociale e inclusivo nelle spiagge venete. Con una conferenza alla quale hanno partecipato il sindaco di Rosolina, Franco Vitale, Maria Chiara Paparella dell’Ulss 5, il direttore dei servizi socio sanitari, Urbano Brazzale, e il direttore generale dell’Ulss 5, Antonio Fernando Compostella, è stato presentato il progetto “Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete”, partito lo scorso autunno, promosso dall’assessorato regionale al turismo.

Obiettivo del progetto, la costruzione di una rete integrata tra tutte le risorse esistenti nell’area turistica finalizzata alla massima accoglienza ed inclusione e far diventare le spiagge del litorale “Veneto Inclusive”, un punto d’attrazione per il turismo internazionale.

Il progetto è stato finanziato con 650mila euro, è stato pensato per rendere accessibili e fruibili da tutti gli stabilimenti balneari con particolare attenzione alle disabilità, motorie e/o sensoriali, attraverso spiagge e percorsi attrezzati, segnaletica per non vedenti .Per fare questo è stato necessario formare gli operatori creando una cultura di inclusione sociale e  un team dell’accoglienza composto da personale specializzato.

In questo progetto, per quanto riguarda il tratto balneare polesano, sono state interessati i comuni di Rosolina e Porto Tolle, con tutti i 18 stabilimenti presenti su questo tratto di costa.

Leggi tutto
AccessibilitàBarriere ArchitettonicheCasalbore (Av)Home pageItaliAccessibile NotizieMusei AccessibiliNotizie DisabilitàProposte vacanze accessibiliTurismo Accessibile

Convegno Casalbore (Av), “Le aree rurali in cammino verso lo sviluppo turistico”. Partecipa ItaliAccessibile

accessibilità-museo-castelli-casalbore-2

Convegno Casalbore (Av), “Le aree rurali in cammino verso lo sviluppo turistico”. Partecipa ItaliAccessibile con sopralluogo per l’accessibilità alla Torre Normanna di Casalbore(Av)

Convegno Casalbore(Av)
Convegno Casalbore(Av)

Sabato 6 maggio si è tenuto il convegno dal titolo “Le aree rurali in cammino verso lo sviluppo turistico”presso la Sala Consiliare del Comune di Casalbore (AV) al quale è stato invitato come relatore Pierpaolo Capozzi di ItaliAccessibile- Circolo Ass. L’Ancora.

L’incontro, organizzato dall’Associazione Slow Tourism Campania, pertinente all’Associazione Slow Tourism Nazionale e dall’Associazione Terre di Campania, al centro del confronto sono state le dinamiche di sviluppo turistico prospettiva del turismo rurale, particolarmente lungo il percorso dei cammini di fede che attraversano la provincia Irpina e dei Comuni limitrofi (Via Francigena del Sud, Via Traiana, Regio Tratturo e della Torre Normanna (XII secolo) di Casalbore sede del Museo dei Castelli.

L’area della valle del Miscano, del Fortore e del Cervaro, dove insistono questi comuni(come Casalbore,Buonalbergo, Paduli, Ariano Irpino ecc..) è appunto solcato da antiche vie, quali: la via Traiana, importante arteria del mondo romano, la via Francigena, percorsa dai pellegrini diretti verso la Terra Santa sulla direttrice Roma-Brindisi, e il Regio Tratturo, antica strada della transumanza. L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’attività territoriale svolta da Slow Tourism Campania che, in accordo con la politica dell’associazione nazionale, mira a promuovere il turismo dell’accoglienza in Italia e all’estero.

Numerosi sono stati gli interventi : i saluti Raffaele Fabiano, Sindaco del Comune di Casalbore, l’introduzione di Giuseppe Ottaiano, Fondatore del Progetto Turistico Terre di Campania, si sono inoltre avvicendati gli interventi di: Carlo Scatozza, Presidente Comm. Prom. Slow Tourism Campania; Eugenio Gervasio, Direttore Sviluppo Campania; ; Rosanna Romano, Direttore Generale Turismo e Beni Culturali; Giovanni Maria Chieffo, Presidente GAL Irpinia, le conclusioni sono state affidate a Maurizio Petracca, Presidente Commissione Agricoltura Regione Campania, ha moderato Simone Ottaiano. Presidente Ass. Culturale Terre di Campania.

Pierpaolo Capozzi nel suo intervento ha sottolineato l’attenzione verso l’accessibilità delle aree interne della Campania, sopratutto verso le vie dei cammini e di rendere accessibili a tutti  sentieri e luoghi naturalistici.

Uno degli aspetti positivi del post incontro è stata la visita alla Torre Normanna di Casalbore sede del Museo dei Castelli (http://www.museodeicastelli.it/) che nonostante sia del inizio del XII secolo nella sua maestosa bellezza è stata resa fruibile anche alle persone con disabilità motoria attraverso un montascale (foto) che per l’occasione è stato “collaudato ” da Maria Venditti vice presidente ItaliAccessibile.it, entusiasta anche Pierpaolo Capozzi, presidente della sopracitata associazione il quale ha ribadito l’importanza di questi eventi:<<Per turismo accessibile, infatti, si intende l’insieme di servizi e strutture in grado di permettere a persone con esigenze speciali, la fruizione della vacanza e del tempo libero senza ostacoli e difficoltà. Turismo per Tutti, turismo inclusivo, turismo senza barriere. Il diritto a viaggiare entra a pieno titolo tra i diritti fondamentali della persona e diventa primaria la riflessione sul riconoscimento di esso come garanzia di pari dignità e opportunità tra cittadini. L’accessibilità, perciò, non è solo un obiettivo da raggiungere attraverso accorgimenti di carattere architettonico, ma prima e soprattutto, un obiettivo sociale, civile e democratico >> .In conclusione, ben vengano questo tipo di eventi che favoriscono l’inclusione e lo sviluppo sostenibile ed accessibile.

 

Leggi tutto
Turismo Accessibile

La carrozzella da fuori-strada #Joëlette è arrivata in Costiera Sorrentina

joelette sul sentiero
Joelette in Costiera Sorrentina

La #Joëlette è una speciale carrozzella da fuori-strada, che consente anche alle persone con disabilità motoria, cui la montagna dal vivo è normalmente preclusa, di partecipare alle escursioni nella natura, su stradine e sentieri.

La Joëlette ha una sola ruota, con sospensione e freno, ed è tenuta da due accompagnatori mediante appositi bracci sul davanti e sul dietro. Può andare su tutti i sentieri, anche scoscesi e inclinati, purché non presentino strettoie (inferiori a un metro) o sequenze di gradini più alti di 40-50 cm. La carrozzella in escursione è condotta da almeno tre accompagnatori: il terzo – e se necessario anche un quarto – si aggiunge ai due principali, per contribuire a trainare la carrozzella, mediante una fune, nei tratti di maggiore pendenza in salita. Sia il terzo che il quarto si affiancano, sia in salita che in discesa, per aiutare a superare eventuali ostacoli.

Godere dei panorami incantevoli della Penisola sorrentina, finanche nei suoi sentieri più impervi, sarà ora possibile anche per chi ha problemi di mobilitá grazie a Salvatore Marciano, Presidente dell’A.S.D. PRONTISIPARTE e Luigi Casablanca, esponente del comitato “Sorrento senza barriere”.

La Joelette era custodita in un garage in attesa che qualcuno la adoperasse e finalmente è entrata in funzione.

Questa carrozzina, il cui prezzo ammonta a circa 3.500,00 Euro, è stata acquistata con una raccolta fondi, organizzata dallo stesso Luigi Casablanca insieme a Nino Aversa.

L’A.S.D. PRONTISIPARTE la mette gratuitamente a disposizione.

La prima presentazione della Joelette è avvenuta il 26 Dicembre in occasione della rituale “Marcialonga”, una passeggiata tra i borghi antichi e caratteristici di Massa Lubrense, mentre il 18 febbraio è stata testata per la prima volta sul sentiero di Punta Campanella, uno dei sentieri segnalati dall’Associazione in quanto percorribile con la Joelette.

L’iniziativa, volta ad abbattere ancora di più le barriere architettoniche e soprattutto ad incoraggiare chi ha difficoltà a godere delle bellezze della Costiera, ha suscitato l’interesse di tantissime persone accorse per effettuare il sentiero insieme alla Joelette.

 

Leggi tutto
AccessibilitàBrailleHome pageItaliAccessibile NotizieMontepulcianoPercorsi SensorialiToscanaTurismo Accessibile

“Montepulciano sotto le dita”: schede in braille per i turisti non vedenti

braille_montepulciano

In occasione di una Pasqua particolarmente propizia sotto il profilo turistico, caratterizzata da una massiccia affluenza di visitatori, è stato inaugurato il progetto “Montepulciano sotto le dita”, rivolto agli ospiti italiani con disabilità visive.

Montepulciano schede in Braille per non vedenti

Nell’androne del Palazzo Comunale, nell’Enoteca del Consorzio del Vino Nobile e presso il Museo Civico sono state installate schede stampate in codice Braille (e con caratteri di dimensioni adeguate per gli ipovedenti) che illustrano le peculiarità del territorio.

Nell’androne del Palazzo Comunale le schede sono fissate al bancone dell’accoglienza turistica ed illustrano le caratteristiche di Piazza Grande e della Cattedrale. Nell’Enoteca consortile oggetto dell’informazione è naturalmente il Vino Nobile di Montepulciano mentre i numerosi totem diffusi nel Museo consentono di approfondire la conoscenza di opere particolarmente importanti come la Sacra Famiglia del Sodoma, il Ritratto di Gentiluomo di Caravaggio, Sant’Agnese di Beccafumi, le terracotte invetriate dei Della Robbia ed altri capolavori esposti.

Al Museo Civico gli ospiti non vedenti possono anche “sentire” sotto le dita le opere in rilievo, utilizzando gli appositi guantini disponibili gratuitamente all’ingresso e consultare il volume (sempre in Braille e con caratteri di testo di grandezza particolare) sull’archeologia nella Val di Chiana senese, con ampie e dettagliate informazioni sul patrimonio storico del territorio.

“Abbiamo voluto dare un segnale di concreta sensibilità rivolto a chi non può fruire pienamente di quanto di bello e di buono offre il nostro territorio” afferma il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi. “Il progetto, realizzato dal Servizio Turismo dell’Amministrazione Comunale, è in fase di sviluppo e prevede un rapido potenziamento con altri supporti, tattili e sonori”.

Leggi tutto
AccessibilitàAismEventi accessibiliEventi Turismo AccessibileHome pageItaliAccessibile NotizieSienaToscanaTurismo Accessibile

Il Blog Tour “Itinerari accessibili per Tutti” tra Siena e Pienza organizzato dall’Aism

Blog Tour_Siena & Pienza

Il 21 e 22 marzo 2016 si conclude il convegno internazionale Europe Without Barriers –  presso il Teatro Rosini di Lucignano (AR) – il progetto europeo dedicato a un turismo accessibile di cui AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, è coordinatore.

Blog Tour Siena e Pienza - Turismo Accessibile
Blog Tour Siena e Pienza – Turismo Accessibile

Il 70% delle persone con disabilità potrebbe viaggiare, ma molti non lo fanno per timore di incontrare imprevisti, di vedersi limitati nelle esigenze e nei gesti quotidiani.

E per questo scopo è stato organizzato il 23 marzo tra Siena e Pienza il “Blog Tour” all’interno del progetto europeo EWB “Europe Without Barriers”.

Un gruppo scelto di blogger proveniente dall’Italia e dall’estero visiterà i centri storici di queste due città medievali e i loro luoghi di interesse come Santa Maria della Scala e Piazza del Campo a Siena e Palazzo Piccolomini a Pienza.

Oltre lo stereotipo delle strade strette e delle barriere architettoniche che spesso rendono difficile la visita di questi meravigliosi gioielli turistici, esistono in realtà degli itinerari accessibili a tutti, ricchi di informazioni pratiche, utili sia al turista tradizionale sia alle persone con disabilità. Percorsi che il tour ha lo scopo di far conoscere a un pubblico sempre più vasto.

Nel 2016 “Turismo Accessibile” è in realtà sinonimo di turismo per tutti, non solo per chi soffre di una disabilità ma anche per la sua famiglia e gli amici. Secondo l’istituto Doxa più del 16% delle famiglie italiane, circa 10 milioni di persone sono coinvolte nel turismo allargato. Un giro d’affari che ogni anno vale 27,8 miliardi di euro. Non solo persone con disabilità motoria ma anche ammalati cronici, famiglie con bambini molto piccoli, coloro che soffrono di intolleranze alimentari particolarmente limitanti fino ai turisti che viaggiano con gli animali.

Oggi chiunque può godere della flessibilità di decidere dalla sera alla mattina di poter prendere un aereo, un treno o visitare una città senza problemi. Il 70% delle persone con una disabilità potrebbe viaggiare, ma molti non lo fanno per paura di trovare degli imprevisti e vedersi limitati nelle esigenze e nei gesti quotidiani.

L’obiettivo è quello di diffondere il messaggio il più possibile. Per farlo sono stati coinvolti non solo blogger specializzati nel turismo accessibile ma anche quelli che si occupano di viaggi in generale, sia italiani che stranieri.

Come Fabrizio Marta, aka “Rotex”, in carrozzina per una malattia ossea ma affetto da una patologia ancora più grave: la “viaggite”. Per questo motivo si definisce “viaggiatore rotante” e da anni racconta i suoi viaggi per sensibilizzare l’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali nel suo blog (http://www.rotellando.it) sulla piattaforma Vanity Fair oltre ad essere guida per caso (turismo accessibile) per il sito “Turisti per caso”.

Parteciperà a questo tour anche Marianna Norillo, salernitana trapiantata in Sardegna dal 2005 che racconta sul suo sito (http://www.tiraccontounviaggio.it)  le sue  fuori dagli itinerari di massa, e dove rivela le avventure e le disavventure che spesso capitano e difficilmente si trovano nelle guide turistiche. Nel suo zaino non possono mai mancare tre cose: una fotocamera, una penna, e caricabatterie da viaggio per restare connessa.

Flora Baker, blogger londinese vincitire del Travel Writing Competition 2015 del National Geographic, dal 2012 racconta nel suo diario digitale (http://floratheexplorer.com)  i viaggi  fatti zaino in spalla in giro per il mondo. Dal Nepal alla California, dalla Groenlandia fino al Sud America. Si definisce una scrittrice, poetessa, volontaria, ma soprattutto una viaggiatrice.

Leggi tutto
AccessibilitàEsperienze Accessibili di Maria StellaHome pageItaliAccessibile NotizieLecceMelendugnoPugliaSalentoSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

Esperienze Accessibili sul litorale di San Foca (Le). Spiaggie accessibili nel Salento

accesso-spiaggia-san-foca-mare-italiaccessibile

di Maria Stella Falco

Spiaggia Accessibile San Foca (Le)

Nel precedente fine settimana, insieme alla mia famiglia, ho trascorso  due giorni tra San Foca e Torre dell’Orso (Lecce).  Prima di “partire”, che è una “parolona” dato che ci siamo spostati solo pochi chilometri, mi sono messa in contatto con i responsabili di “Viaggiare disabili”: per capire se, già da subito,  avrei potuto segnalare qualche struttura accessibile (l’albergo, ho pensato)!

Giunti a San Foca, prima di arrivare in albergo, però, ci siamo “imbattuti” in una realtà accessibile di cui avevo solo letto qualcosa e scritto, proprio per ItaliAccessibile, qualche rigo in un mio precedente articolo sulle spiagge libere e attrezzate nel Salento.

Ricordo di aver visto il mare e una barriera “sali-scendi” di quelle che si usano per regolare l’entrata-uscita delle auto da determinate zone (parcheggi, in questo caso).  Ho intuito di essere vicino a una spiaggia, a uno stabilimento, proprio mentre i miei famigliari cercavano di scoprire dove avremmo potuto trascorrere qualche ora al mare, prima di andare in albergo!

C’erano un po’ di scale qua e là lungo il litorale ma poi ho potuto scorgere anche  “un accesso accessibile”. Poco prima dell’entrata accessibile era posizionato un cartello: “Tutti al mare”. “Bello, mamma, questa spiaggia deve essere stata attrezzata grazie a qualche progetto di cui ho scritto per il blog! Chiedete conferma! Poi scenderò pure io dalla macchina, per andare a mare!”. “Però per raggiungere il bagnasciuga useremo la sedia, siccome non sappiamo quanto c’è da percorrere”!

Spiaggia Accessibile San Foca (Le)

Per farla breve, ci trovavamo sul Lungomare Matteotti, 57, a San Foca, una delle marine di Melengugno (Lecce), nei pressi di una spiaggia libera, gratuita e attrezzata, voluta, progettata e realizzata,  in tempi record, da Gaetano Fuso. Gaetano è stato sostenuto dal gruppo di amici  “Pazzi per Gaetano”;  dalla giovane Associazione “2HE” di Calmiera (il cui motto è “Io posso”) e di un’importante campagna di raccolta fondi (bellissimi tutti i gadget, io ho comprato una maglietta!).

Al lato di una pedana, su cui è possibile muoversi con ausili o mezzo motorizzato, sono disposti, sempre su spazio accessibile, tutti i servizi in favore di chi può averne bisogno: spazio accoglienza, infermeria, toilette; sei postazioni mare e/o relax – con lettino , sedia, ombrelloni.

Io ho scelto di non usare le postazioni attrezzate ma di dirigermi, con l’aiuto dei miei e del personale, verso il mare, per lasciare il posto a chi poteva avere più necessità di me!

“Gaetano voleva avere la possibilità di vedere i suoi figli al mare, per essendo stato colpito dalla SLA da due anni. Ha dato la possibilità a tante persone di vivere il mare con la propria famiglia … Merito della collaborazione fruttuosa tra “privati” e del Comune che ha sbrigato in tempi record la varia burocrazia per le concessioni”.

Poco prima il Responsabile – a cui ho anche parlato un po’ del progetto “Viaggiare disabili” –  mi aveva fatto presente che la spiaggia accoglie tutti, tante persone”. “Ho letto qualche parere: qualcuno ritiene che questo posto sia una “zona” solo per malati di SLA!” “No, si dovranno fare prossimi adeguamenti per migliorare ulteriormente l’accessibilità del luogo, ma così come è stato pensato e realizzato, il luogo è pronto ad accogliere tante persone, disabili e non disabili, con questa piuttosto che quella necessità particolare”.

Durante le due lunghe mattinate passate in spiaggia a San Foca ne ho avuto conferma:  il personale è disponibile con tutti; aiuta tutti a vivere “un’esperienza piena” che arricchisce quella “vita piena” che tutti hanno il diritto di vivere, di godere. “Voglio vivere una vita piena” è pure il mio motto, da sempre, soprattutto da quando ho ripreso in mano la mia vita!                             

Facendo il bagno o prendendo il sole, ho visto molte persone, accompagnate da personale specializzato, entrare in acqua con la sedia job. Il tempo meteorologico ci ha regalato belle giornate in cui è stato possibile garantire l’accesso in acqua con la sedia job (quando il vento è forte – mi ha spiegato il bagnino – è sconsigliato permettere l’accesso con la sedia job, per sicurezza).

Il primo giorno, come ho scritto, ho raggiunto il bagnasciuga con la sedia a rotelle; il secondo giorno, invece, l’ho raggiunto con i miei tripodi; per la prima volta in vita mia ho fatto una foto, in piedi con i tripodi, vicino al mare (di solito, in tutte le foto al mare,  sono seduta). Non solo, il secondo giorno, prima di andare via, ho “preteso” un servizio fotografico vicino a tutti “i punti più belli e artistici. Rimando alle foto a corredo dell’articolo!

In ultimo, non per importanza, vi segnalo che (come è indicato sulla brochure), per prenotare una postazione attrezzata si può telefonare – tenendo conto che la struttura chiuderà, per quest’anno, il 15 settembre 2015 – al numero 366-1810331; scrivere alla mail: terrazza.ioposso@gmail.com

                                                  A tutti voi, buon fine e…state  in ItaliAccessibile”

                                                                               

 

     

 

    

 

Leggi tutto
AccessibilitàBariEsperienze Accessibili di Maria StellaHome pageItaliAccessibile NotizieLecceNotizie DisabilitàPercorsi AccessibiliProposte vacanze accessibiliSalentoSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

Le “mie” spiagge (accessibili) del cuore in Puglia di Maria Stella Falco

t.pali vista passerella
Torre Pali (Le) – Maria Stella Falco

Quest’anno, secondo quando emerge dall’indagine realizzata da SWG, nell’ambito della seconda ricerca sulla notorietà e sull’attrattività turistica, la mia regione (Puglia) è tra le mete turistiche più scelte dai turisti italiani e stranieri (tedeschi, francesi e svizzeri). Io non amo tanto le statistiche! Son sicura che ogni pugliese può parlar bene della sua regione, per due versanti affacciata sul mare.

A proposito della mia regione, ed in particolare del Salento, in quest’articolo vi indicherò alcune località marine – sia del versante jonico che di quello adriatico – e dunque alcune spiagge – accessibili, in virtù dell’implementazione di iniziative a favore dell’accessibilità “al mare”.

Prima, però, accennerò brevemente ad alcune iniziative intraprese in Puglia, ispirate alla “filosofia dell’accessibilità” e a sostegno della domanda – sempre crescente – di un’utenza portatrice di bisogni reali, che dimostrano la reale spinta verso l’auspicata crescita culturale ed etica del territorio Rimanderò ad alcuni link di approfondimento, per snellire questo articolo.

“Salento per tutti” è una nuova sezione tematica – attiva dal 3 luglio al 5 settembre – del progetto di promozione turistica “Città aperte” con cui l’Azienda di Promozione Turistica di Lecce e l’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia hanno inteso rispondere alle esigenze di quanti – bambini, giovani, adulti – non hanno sufficiente autonomia per assaporare tutti i piccoli e grandi piaceri di una vacanza” o le cui condizioni di salute li costringono a sottoporsi continuamente a cure mediche salvavita. Grazie a “Spiagge per tutti”, che segue le direttive in materia di accessibilità balneare contenute nell’ordinanza balneare 2012 della Regione Puglia – prima Regione italiana ad emanare un provvedimento del genere, visto che in precedenza tali provvedimenti erano stati emanati solo da qualche comune – , sono disponibili le sedie “JOB”: impermeabili, sicure e fruibili gratuitamente. Consentono ai disabili motori di stare a galla in acqua in modo agevole e in autonomia e di muoversi sulla sabbia senza bisogno di passerelle. È prevista la presenza di operatori specializzati, appositamente formati e coordinati dall’Associazione SFIDA, secondo un piano che prevede, nelle spiagge libere, orari differenziati e postazioni sparse su tutto il litorale salentino (http://www.viaggiareinpuglia.it/allegati/Eventi/salento_per_tutti__1279277414850.pdf).

Nella provincia di Lecce, inoltre, nel 2010 è stato presentato un progetto per rendere il Salento sempre più accessibile. “NoBarrier” (New objective: tourism without barrier) sarà presto una realtà e potrà contare su un contributo di 91.740 euro per una serie di azioni mirate, fra le quali, la creazione di spiagge attrezzate per i disabili e l’identificazione di adeguati standard di accoglienza (http://www.provincia.ba.it/home_page/struttura_e_organizzazione/00004302_PROGETTO_no_barrier.html ).

Tra i tanti approfondimenti possibili sulla materia, ho selezionato per voi questi: http://www.muoversinsieme.it/magazine/diritti-doveri/spiaggia-accessibile-ma-battigia-vietata-cosa-dice-la-legge-e-come-tutelare-il-proprio-diritto-al-bagno-in-mare-senza-pagare/; file:///C:/Documents%20and%20Settings/Administrator/Documenti/Downloads/AccessibilitaSpiagge%20(1).pdf

Dicevo che in questo articolo avrei indicato le mie “spiagge del cuore” e così continuerò a fare, soprattutto ripercorrendo con la mente le mie estati, i luoghi marittimi più belli, dove ho vissuto, o che ho visitato; dove ho potuto accedere, fare il bagno e stare in spiaggia agevolmente.

Ho trascorso le estati della mia infanzia a Marina Serra di Tricase (Lecce), una bellissima e “incontaminata” località marittima situata sulla costa adriatica nota, oltre che per essere incastonata in un’insenatura naturale, per il suo mare trasparente e per essere considerata una località “silenziosa” che restituisce l’armonia necessaria per riscoprire se stessi, per la sua “salubrità dell’aria”, per citare un’ode di Giuseppe Parini. I miei genitori comprarono casa lì proprio per quest’ultimo motivo, perché io e i miei fratelli, come capita spesso a tanti bambini piccoli, avevamo qualche problema respiratorio che, magicamente, l’estate migliorava notevolmente.

Durante la mia infanzia, dunque, ho potuto accedere al “mare grande” grazie all’aiuto dei miei parenti e amici, che mi aiutavano a scendere attraverso delle scale sotto l’alta scogliera -: questo succedeva, di solito, ogni domenica. Durante la settimana facevo il bagno, attività ludica e necessaria per me che, certamente, avevo qualche difficoltà motoria in più rispetto ad ora – le qualità terapeutiche dell’acqua sono note fin dall’antichità ed è fondamentale che questo elemento essenziale per la vita, nonché patrimonio inestimabile dell’umanità sia condiviso con tutti – dopo aver sceso un po’ di scale accompagnata, nella bellissima piscina scavata nella roccia negli anni Sessanta, collegata al mare – da cui attinge l’acqua cristallina – attraverso gli archi della “Grotta Matrona”. La spiaggia adiacente la piscina presentava e presenta,, dal lato verso l’imbocco al “mare grande attraverso la “Grotta Matrona”, degli scogli più bassi mentre, da un altro accesso, presentava e presenta una zona “spianata”.

Vicino a Marina Serra, si trova Andranno. Per informarsi dello stato dell’accessibilità di questa località, che per la verità ho frequentato poco per la balneazione, suggerisco di leggere articolo, comparso qualche mese fa proprio su Italiaccessibile, reperibile al link: http://www.italiaccessibile.it/un-piano-di-sviluppo-volto-al-turismo-accessibile-nel-salento/ .

Da quando sono diventata grande, io e la mia famiglia abbiamo deciso di cominciare a frequentare alcune spiagge sabbiose – sulla costa jonica e adriatica – in modo che io, pur continuando ad essere accompagnata in spiaggia – a cui si accede tramite una passerella posizionata sulla sabbia – e in mare, potessi fare il bagno con più autonomia e potendo contare su una maggiore sicurezza. Man mano che si cresce si ha maggiore consapevolezza di ogni cosa, compresi rischi e pericoli a cui può esporre il mare ma, in ogni caso, tali rischi e pericoli, vanno valutati e superati in sicurezza. A tal proposito, segnalo come molto accessibili la spiagge libere e gli stabilimenti di Torre Pali e Lido Marini, località marittime di Salve (Lecce) che frequento abitualmente da qualche anno; sul versante adriatico, segnalo come molto accessibili le spiaggia libere e gli stabilimenti balneari di Torre San Giovanni (Marina di Ugento). Ovviamente oltre all’accesso in spiaggia, in tutti questi casi, segnalo come accessibile l’accesso al mare. Una volta in mare, divento più autonoma grazie alla minore forza di gravità che mi consente persino di camminare (dico sempre che sarei dovuta nascere pesce!!!! e grazie al fatto che uso una particolare cintura “salvagente”, simile a quelle che si utilizzano in piscina durante le sedute di idrokinesi terapia, che mi consente di mantenermi meglio e di più a galla!!

Per due anni, in particolare nell’estate 2009, durante un periodo particolare della mia vita, insieme alla mia famiglia trascorsi qualche giorno presso il “Residence Solaris” di Torre dell’Orso, località che si trova lungo la costa – lunga 15 km – di Melendugno (tra l’altro, continuando questo itinerario, si raggiunge pure San Foca, dove quest’anno è stato inaugurato il primo accesso al mare per chi ha malattie neuromuscolari (di cui vi parlerò di più nei prossimi articoli, per ora consultate http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/homepage/tutti-al-mare-a-san-foca-no837237 ).

Presso “Residence Solaris” di Torre dell’Orso frequentai sia la piscina interna, artificiale, sia la spiaggia libera, sabbiosa, a 10 km dalla struttura ricettiva – su cui si possono avere maggiori informazioni consultando il sito http://www.residencesolaris.com/residencesolaris/Home_Page.html. Di quella bruttissima estate ho anche questo bellissimo ricordo.

L’estate scorsa io e la mia famiglia, per “staccare” per qualche giorno dalla solita routine, abbiamo trascorso un week end lungo tra Ostini, Alberobello e Castellaneta. La costa di Ostini si stende per 17 km: quel sabato mattina andammo anche a mare, presso la spiaggia libera in località “Rosa Marina” (in zona sono presenti pure numerosi stabilimenti accessibili (http://www.ostuniaruotalibera.it/). Come tante altre giornate passate in spiaggia, quel giorno è rimasto nel mio cuore.

Questo articolo non ha voluto essere una panoramica completa di tutte le spiagge libere e gli stabilimenti accessibili presenti in Puglia, ma solo una panoramica delle spiagge “del mio cuore”, in ogni caso, spero che le indicazioni presenti siano ugualmente utili a molti di voi. Ho intenzione, nei prossimi articoli, di ritornare sull’argomento, per darvi altre informazioni utili.

Buona Estate!

Maria Stella Falco

Leggi tutto
AccessibilitàBarriere ArchitettonicheCampaniaItaliAccessibile NotiziePompeiTurismo Accessibile

“Pompei per Tutti” il progetto per rendere gli scavi accessibili

scavi-pompei

Pompei per Tutti scavi archeologici accessibili

Sta per partire negli Scavi il progetto “Pompei per tutti”, un percorso di visita facilitato di circa 1,5 chilometri, che consentirà anche a persone con difficoltà motorie di visitare l’area archeologica attraverso un agevole e sicuro itinerario turistico che si sviluppa dall’ingresso di Piazza Anfiteatro al Tempio di Venere.

Il progetto “Pompei per Tutti” consentirà ai disabili di attraversare l’area centrale dell’antica Pompei. Inserito nell’ambito del Grande Progetto Pompei, l’itinerario prevede la realizzazione di una pista dedicata e il passaggio sui marciapiedi antichi che saranno resi praticabili anche agli utenti su sedia a rotelle, che così avranno accesso alle domus e ai monumenti più importanti. Prima di realizzare i nuovi percorsi si stanno effettuando scavi archeologici che stanno restituendo utili informazioni relative alla struttura degli antichi marciapiedi e dei portici del Foro e del santuario di Venere.

Dal 3 al 14 agosto,ci saranno lungo il percorso punti informativi per illustrare il progetto organizzati dalla Soprintendenza Speciale di Pompei, Ercolano e Stabia, assieme alla Direzione Generale del Grande Progetto Pompei. Sarà un nuovo modo di raccontare gli interventi di lavoro nel sito archeologico e rendere il pubblico partecipe delle attività di restauro e valorizzazione in corso negli scavi.

 

 

Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

Carrara: firmato un protocollo d’intesa firmato tra consulta handicap e balneari per un turismo accessibile

spiaggie-accessibili-carrara
Turismo Accessibile- Carrara

Organizzata dagli operatori balneari e dalla consulta delle persone con disabilità del Comune di Carrara al bagno Morgana si è parlato di ospitalità e di accoglienza per un turismo accessibile a tutti. Obiettivo quello di iniziare un percorso virtuoso e stimolante per tutta la città in grado di aiutare l’amministrazione comunale nel cammino teso ad una piena integrazione delle persone.

«Con l’approfondimento – racconta Pier Angelo Tozzi, presidente della Consulta – dei temi dell’accoglienza e dell’ospitalità si è voluto fare una riflessione di come sia possibile abbattere le barriere delle brutte abitudini e della superficialità ma anche delle non conoscenze, dimostrando come sia possibile offrire alla persona disabile una balneazione pienamente e dignitosamente utilizzabile».

La serata è stata l’occasione per presentare al numeroso pubblico presente gli ultimi modelli di sedia da spiaggia, ‘Job’, acquistati dai balneari del consorzio Riviera Toscano, ausili confortevoli e idonei per muoversi sulla spiaggia fino a portare la persona in mare in completa sicurezza. Oltre alla Consulta ha partecipato il vice sindaco e assessore al Sociale Fiorella Fambrini.

A conclusione dell’incontro è stato firmato un protocollo di intesa tra il presidente del Consorzio Antonio Lenzi e da quello della consulta, per un rapporto continuativo e collaborativo al fine di migliorare la ricettività e l’accoglienza nel pieno rispetto dei diritti delle persone con disabilità.

Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

Tangram a Follonica (Gr) una spiaggia attrezzata e accessibile

Tangram – follonica

L’idea della spiaggia attrezzata nasce nel 1998 e si concretizza nel 2002 in seguito all’aggiudicazione di una gara d’appalto indetta dal Comune di Follonica. Nell’estate del 2005 la Cooperativa il Nodo costruisce la struttura ed attiva il servizio.

Tangram - Spiaggia accessibile - Follonica (Gr)
Tangram – Spiaggia accessibile – Follonica (Gr)

A sostegno di Tangram il Nodo ha presentato ad ESPRIT, Sovvenzione Globale Piccoli Sussidi, un progetto finalizzato a costituire una nuova cooperativa sociale di tipo b, in prevalenza costituita da donne, che insieme al Nodo gestisce da quest’anno il servizio.

Sempre attraverso Esprit, è stato finanziato un corso di formazione per “Addetto di spiaggia”, rivolto a persone che vivono situazioni di disagio personale e sociale.

Nel febbraio del 2006 la Cooperativa Sociale il Nodo e la Cooperativa sociale Tangram ricevono al Palazzo dei congressi di Parigi, per la spiaggia accessibile, il tropheé Apajh per la categoria delle realizzazioni europee. (vedi www.apajh.org)

Qualche mese più tardi riceve altri due importanti riconoscimenti: le chiavi del sorriso della fondazione Cesar del gruppo UNIPOL ed il primo premio Estabile 2008 per l’accessibilità , categoria stabilimenti balneari, dalla associazione Handisuperabile.

Riguardo all’accessibilità per persone con disabilità è stato realizzato un camminamento in legno che corre dalla strada, lungo la struttura, fino al bar; inoltre, è stato realizzato, intorno a 15 ombrelloni,  altrettante piazzole per una maggiore accessibilità della persona su sedia a rotelle all’ombrellone; altri camminamenti in plastica sono predisposti per servire due file di ombrelloni, il tutto per un totale di circa 130 metri lineari.

Inoltre sono state installate 2 solar beach,  postazioni ombra accessibili.

Dotato di pedane anche un gazebo adatto ad accogliere gruppi.

La spiaggia dispone anche di 2 sedie Job e 3 di altra tipologia per consentire un migliore spostamento sulla sabbia e nell’acqua. L’utilizzo, esclusivo del disabile, è gratuito.

Tangram - Spiaggia accessibile - Follonica (Gr)
Tangram – Spiaggia accessibile – Follonica (Gr)

Un altro strumento per il godimento del mare da parte di tutti, in particolar modo da parte di chi ha difficoltà motorie, è l’Isolotta, un’ampia struttura in polietilene che permette a chiunque di prendere il sole o fare il bagno, ed è comoda specie per chi è costretto a restare a lungo nella stessa posizione. L’utilizzo da parte del disabile è gratuito.

Nello spazio infermeria è a disposizione per chi ne avesse bisogno un lettino da visite e il necessario per piccole medicazioni di emergenza.



Il fasciatoio per bambini è posizionato anch’esso nello spazio infermeria

Al bar si può accedere attraverso scivoli e pedane ed il banco bar è in parte ribassato per consentire l’accessiblità a bambini e persone su sedia a ruote.

Per maggiori info: http://www.spiaggiatangram.it

No tags for this post.
Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieLoanoSavonaSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

A Loano (Sv) tredici lidi accessibili a tutti

loano-spiagge-accessibili

A Loano salgono a tredici le spiagge che hanno attivato il servizio di balneazione assistita rivolto a persone con problemi di mobilità.

L’iniziativa è promossa dal S.I.B. di Loano (Sindacato Italiano Balneare) e dall’A.T.I. Spiagge Libere Attrezzate coinvolge strutture totalmente accessibili con scivoli o ascensori, che si sono dotate di tiralò e/o sedia job.

Loano Spiagge accessibili

Le carrozzine da mare permetteranno alle persona con problemi di mobilità di entrare in acqua e di fare il bagno. Hanno aderito all’iniziativa i bagni: Varesina, Delfino, Kursaal, Perelli, S. Stefano, Europa, Solemare, Lampara, Murena, Torino, Continental, Nadia, Saitta.

Il comune di Loano l’anno scorso ha conquistato l’assegnazione della Bandiera Lilla. Il riconoscimento, simbolo della particolare sensibilità da parte delle comunità locali nei confronti di un turismo attento ai bisogni delle persone con disabilità. Vuole dire avere una serie di servizi e progetti in atto che superano gli obblighi di legge e che sono volti a favorire l’accoglienza di turisti con disabilità motorie, visive, auditive e patologie alimentari.

I luoghi di interesse turistico, culturale e aggregativo sono da tutti fruibili dal lungomare con estensione di oltre 4 km, il porto turistico, gli impianti sportivi sono tutti privi di barriere architettoniche e di ascensori e che consentono di raggiungere la spiaggia agevolmente.

Per maggiori info: http://www.spiaggelibereattrezzateloano.it/

No tags for this post.
Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieSan Vito Lo CapoSiciliaSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

Spiaggia Zero Barriere a San Vito Lo Capo (Tr)

spiaggia senza barriere-san vito lo capo

A San Vito Lo Capo il mare per tutti

Il Centro Addestramento Acquatico “A.S.D. Project Diver”, è una associazione sportiva che nasce il 29 giugno 1992, da un gruppo di appassionati del mare e dell’avventura. La voglia di trasmettere ad altri la passione per gli sport acquatici, l’entusiasmo di essere a diretto contatto con la natura e l’ambiente marino, ha portato a considerare la possibilità di condividere le emozioni con altri amici.

Dal 1996 collabora con varie organizzazioni scolastiche e Federali, per corsi e assistenza nelle varie manifestazioni sportive nazionali ed internazionali. Gestiamo un Diving Center, per i soci, presso il Campeggio villaggio El-Bahira. a San Vito Lo Capo nella provincia di Trapani.

Dal 2000 nasce la sezione Disabili no Limis Team”, che si dedica, a promuovere in particolar modo l’attività idromotoria, socializzante, ricreativa, ludica, di insegnamento e pratica dell’ acquatica, a sostegno di programmi riabilitativi per soggetti disabili.

Spiaggia Senza Barriere-San Vito Lo Capo (Tr)
Spiaggia Senza Barriere-San Vito Lo Capo (Tr)

Nel 2010 prende forma il progetto “ZERO BARRIERE”, tale progetto ha l’obiettivo di facilitare la fruizione del mare a persone con diversa abilità motoria, utilizzando metodi e mezzi messi a disposizione da diversi enti promotori per favorire l’accoglienza turistica individuale e di gruppo, così da utilizzare il mare e il suo ambiente come elemento socializzante e di integrazione.

Lo scopo del progetto “ZERO BARRIERE ” è quello di facilitare la fruizione del mare a persone con disabilità motoria, utilizzando metodi e mezzi messi a disposizione dagli enti promotori dell’iniziativa per favorire l’accoglienza turistica individuale e di gruppo, utilizzando il mare e il suo ambiente come elemento socializzante e di integrazione.

Per migliorare il vostro soggiorno sulla spiaggia sono a disposizione:

  • n° 01 sedia “tiralò”, sedia con la quale vi porteremo fino all’acqua!
  • n° 02 sedia “sand & sea”; sedia con la quale vi porteremo fino all’acqua!
  • n° 08 sedie “JOB”; sedia con la quale vi porteremo fino all’acqua!
  • n° 20 Lettini Blu standard
  • n° 15 Lettini Blu gambe lunghe
  • n° 35 Ombrelloni con Tavolinetti
  • n° 06 Spiaggine
  • n° 06 sedie da Regista
  • n° 06 giubbotti di salvataggio

Il servizio comprende:

  • n° 05 carrozzine, servizio di affidamento gratuito per il periodo di soggiorno
  • n° 01 carrozzina elettrica, servizio di affidamento con un contributo simbolico per il periodo di soggiorno da impiegare per la manutenzione
  • Servizio professionale di salvataggio garantisce la sicurezza del bagnante
  • Convenzioni con le strutture turistiche della Città

Per maggiori info:

  • Ufficio Turistico
  • Via Savoia, 57 – San Vito Lo Capo (TP)
  • tel: +39 0923 974300

Leggi tutto
AccessibilitàAutismoHome pageItaliAccessibile NotizieRavennaSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

A Ravenna strutture balneari “Autism Friendly Beach”

friendly-autismo-beach

Dopo Rimini, anche a Ravenna avrà dellele strutture ricettive e balneari per accogliere in modo consapevole persone e ragazzi autistici.

La formazione del 26 e il 27 maggio sarà rivolta ad albergatori e a titolari di bagni è promossa dal Consiglio territoriale del mare, in collaborazione con l’associazione Operautismo e mira a creare competenze nell’accoglienza.

La partecipazione alle due giornate di formazione, nella sala auditorium dell’ufficio territoriale del mare in piazzale Marinai d’Italia 19, prevede un attestato e una certificazione, nonché l’inserimento della ragione sociale delle strutture “friendly” in elenchi pubblicati sui siti dedicati alle famiglie dove sono presenti persone autistiche.

Il Comune di Ravenna, con l’avvio di questa opportunità, vuole offrire le condizioni migliori sotto il profilo interpersonale a queste persone e ha anche lo scopo di alzare la qualità delle strutture turistiche per essere all’altezza delle esigente di tutte le famiglie.

Una trentina di operatori del campeggio Villaggio del Sole di Marina Romea della Società gestione campeggi srl hanno per primi sperimentato la formazione rivolta nello specifico a questa tipologia di strutture e si spera che moltisisme altre strutture aderiranno all’iniziativa.

No tags for this post.
Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile News @ltItaliAccessibile NotizieNotizie dalle Associazioni PartnerProgetto Viaggiare DisabiliProposte vacanze accessibiliStrutture accessibiliTurismo Accessibile

E’ online il Catalogo Viaggiare Disabili 2015 delle strutture ricettive accessibili in 5 Lingue

Copertina catalogo Viaggiare Disabili 2015-Banner

Il Blog ItaliAccessibile partecipa e contribuisce al progetto di Viaggiare Disabili.

Vi presentiamo il Catalogo 2015 del Progetto Viaggiare Disabili in formato PDF sfogliabile, in 5 Lingue (Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo e Russo), disponibile anche in forma cartacea con più di 90 strutture ricettive.

E’ stato presentato alla Bit (Borsa Internazionale del Turismo) di Milano dal 12 al 14 febbraio 2015, dove era presente l’Associazione L’Ancora con uno stand e molto apprezzato il progetto da Tour Operator stranieri.

Un catalogo di strutture accessibili per persone con disabilità, testate e verificate direttamente da soci con disabilità dell’Associazione L’Ancora di Arezzo, tra cui Sofia su sedia a rotelle.

Se volete ricevere la scheda dettagliata con misure e foto di qualche struttura particolare oppure siete una struttura ricettiva accessibile e volete essere inseriti nel nuovo catalogo online è che lo trovate all’indirizzo http://catalogo.viaggiaredisabili.com/ che contiene strutture ricettive accessibili (Hotel, B&B, Agriturismi; SPA ecc… ) ed i percorsi accessibili nelle città e luoghi d’arte verificati potete scrivere a segreteria@viaggiaredisabili.com oppure italiaccessibile@gmail.com

Catalogo PDF sfogliabile Viaggiare Disabili 2015 – Strutture ricettive accessibili per persone con disabilità è possibile anche scaricare direttamente il file PDF QUI

Leggi tutto
AccessibilitàBarriere ArchitettonicheGradoHome pageItaliAccessibile NotizieSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

La spiaggia principale di Grado diventerà accessibile per tutte le categorie di utilizzatori

Spiaggia_a_Grado

Spiaggia_a_GradoGrado sarà quasi certamente una delle poche, se non la prima, spiagge italiane totalmente accessibili. Non si tratta solo dell’arenile, ma anche del retrospiaggia e di tutte le strutture dello stabilimento.

Gli interventi inizieranno già a marzo. Mentre per l’arenile che essendo demaniale ha necessità, prima di procedere, delle relative autorizzazioni. Un intervento complessivo per circa 30.000 euro che andrà a eliminare totalmente le barriere architettoniche.  I vertici della Git, che eseguiranno i lavori, incontreranno quelli dell’associazione dei diversamente abili rappresentata da Mario Brancati e Sebastiano Marchesan che hanno già presentato un elenco di opere necessarie. Gli interventi non riguarderanno unicamente chi ha problemi di deambulazione ma anche tutte le altre categorie di fruitori della spiaggia. Quando tutto sarà completato ci sarà anche l’accesso gratuito al comprensorio balneare per la persona diversamente abile al 100% e il suo accompagnatore e pacchetti spiaggia con uno sconto del 50% sia per il noleggio giornaliero e sia per l’abbonamento. Il parcheggio sarà gratuito a condizione, però, che il disabile sia in possesso del tagliando per parcheggio gratuito rilasciato dai Comuni.

Leggi tutto
1 2 3 4
Page 1 of 4
Dimensione carattere
Designed by

best down free | web phu nu so | toc dep 2017

Advertisment ad adsense adlogger