ItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibile Privacy Policy
close

Percorsi Accessibili

AccessibilitàMacerataNotizie DisabilitàPercorsi AccessibiliTeatro

I Servizi di Accessibilità per l’Opera Festival 2017 di Macerata

Macerata-opera-festival
Macerata Opera Festival Accessibilità
Macerata Opera Festival Accessibilità

In occasione del Macerata Opera Festival 2017 ed in collaborazione con Università di Macerata e Museo Tattile Omero sono stati ideati dei percorsi specifici per persone con disabilità visiva o di altro tipo che permettono di apprezzare le scenografie e gli strumenti musicali utilizzati per gli spettacoli.

Il primo appuntamento si terrà venerdì 28 luglio alle 18:45 “alla scoperta della scena” con un percorso gratuito, aperto a gruppi di massimo 35 persone.
È ammessa la presenza di un accompagnatore per ciascun partecipante (per persone con disabilità visiva) e di un amico (per ogni bambino).

Mentre alle 21 è in scena “Madama Butterfly” con audio-descrizioni.

Sabato 29 luglio, ore 18.45 ci sarà la scoperta dei costumi con un percorso gratuito, aperto a gruppi di massimo 35 persone.
È ammessa la presenza di un accompagnatore per ciascun partecipante (per persone con disabilità visiva) e di un amico (per ogni bambino). 

Alle 21, Turandot con audio-descrizioni.

Domenica 30 luglio, ore 18.45, Alla scoperta degli strumenti
Percorso gratuito, aperto a gruppi di massimo 35 persone.
È ammessa la presenza di un accompagnatore per ciascun partecipante (per persone con disabilità visiva) e di un amico (per ogni bambino).

Alle 21, Aida con audio-descrizioni

Dal 2010 il Macerata Opera Festival, in collaborazione con l’Università di Macerata, e sotto la supervisione della prof.ssa Elena di Giovanni, offre la sopratitolazione dal vivo di tutte le opere in cartellone. I sopratitoli, che riportano  i testi delle opere, vengono proiettati sul muro di fondo, in entrambi i lati, e  svolgono la preziosa funzione di rendere accessibili i libretti operistici a tutto il pubblico dello Sferisterio, fondendosi armoniosamente con la scenografia e le luci dello spettacolo.

Per le serate più importanti del Festival sono previste delle audio descrizioni degli spettacoli. Queste intendono fornire a ipovedenti e non vedenti una precisa descrizione delle opere rappresentate, a partire dall’allestimento fino ad arrivare ai costumi, gli attrezzi di scena, le scelte di regia e i principali movimenti degli artisti e delle scenografie. Tutto ciò che rappresenta elemento visivo fondamentale ai fini della comprensione dello spettacolo verrà quindi descritto.

La ricezione avviene attraverso una cuffia mono auricolare fornita ai non vedenti al posto da loro prenotato.  Le descrizioni vengono fornite principalmente prima dell’inizio dello spettacolo e durante le pause. Brevi descrizioni sono fornite occasionalmente anche durante lo spettacolo. Il servizio è completamente gratuito e dal 2015 si arricchisce della possibilità di scaricare in anticipo le parti introduttive da questa sezione del sito.
Per usufruire al meglio del servizio di audio descrizione durante le tre serate si raccomanda di arrivare con almeno 20 minuti di anticipo e sedersi al proprio posto, indossando la cuffia.

Serate con audio descrizioni:

MADAMA BUTTERFLY 28 luglio

TURANDOT 29 luglio

AIDA 30 luglio

SHI (Si faccia) 2 agosto

 

Leggi tutto
AccessibilitàBeneventoHome pageItaliAccessibile NotiziePercorsi AccessibiliTurismo Accessibile

Benevento Accessibile – Itinerario verificato

benevento-accessibile-santa sofia

Il percorso può essere effettuato in mezza giornata, tenendo conto degli orari di apertura e chiusura dei vari luoghi.

E’ stato verificato direttamente da soci con disabilità del Blog Italiaccessibile (www.italiaccessibile.it).
Il tragitto è semplice e non presenta particolari difficoltà per i le persone con disabilità anche su sedia a rotelle.

Qui trovate il link con la cartina e il percorso

Rocca dei Rettori - Benevento
Rocca dei Rettori – Benevento

Il percorso parte dall’esterno dalla Rocca dei Rettori (totalmente accessibile nei giardini e cortile interno attraverso una rampa esterna. All’ingresso è presente una porta ampia, la pavimentazione è in ciottolato ma in buono stato.  NON è accessibile nella parte dei piani superiori per sedia a ruote e persone con disabilità motoria per la presenza di alti scalini senza un ascensore),

 

Storia

La Rocca dei Rettori è una fortezza longobarda, sede della Provincia di Benevento dove ospita la sezione storica del Museo del Sannio, con il materiale pertinente alla storia della città e della regione del Sannio, e la documentazione dell’arte e delle tradizioni popolari della provincia.
L’edificio si compone di due corpi distinti: il Torrione angolare, costruito dai Longobardi, è quanto resta di riconoscibile del loro fortilizio; fu ristrutturato in epoche successive, giungendo nel XV secolo alla forma attuale (e per questo è detto anche Castrum novum).
la Rocca è simbolo di tutti gli avvicendamenti storici della città: prima sannita, poi romana e, ancora, longobarda questa struttura mantiene evidenti e visibili tutte le sue stratificazioni.
All’esterno della Rocca dei Rettori a Piazza Castello sono presenti 3 parcheggi per disabili in zona pedonale.

Il tour prosegue lungo il Corso Garibaldi per arrivare davanti alla Chiesa di Santa Sofia nella Lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 2011.

Corso Garibaldi - Benevento
Corso Garibaldi – Benevento

 

 

La chiesa è totalmente accessibile all’interno, presenta solo un piccolo scalino di 3-4 cm facilmente superabile (comunque la Curia di Benevento si è impegnata ad abbattere questa barriera architettonica con una pedana.

Chiesa Santa Sofia Benevento
Chiesa Santa Sofia Benevento

La chiesa di Santa Sofia è un antico edificio religioso di Benevento; sorge nella piazza precedentemente omonima, oggi intitolata a Giacomo Matteotti. Si tratta di una delle più importanti testimonianze dell’architettura longobarda, nella Langobardia Minor, anche se nel corso dei secoli è stata più volte rimaneggiata, fino ad acquisire il suo aspetto attuale. Fu costruita su modello della cappella palatina di Liutprando a Pavia e presto divenne il tempio nazionale dei Longobardi, che, dopo la sconfitta di Desiderio ad opera di Carlo Magno (774), si erano rifugiati nel Ducato di Benevento, (Ticinum geminum, la seconda Pavia), che ospitò le reliquae langobardorum gentes.
La costruzione di Santa Sofia era parte di un vasto progetto di mecenatismo intrapreso da Arechi, che attraverso monumenti di prestigio cercò di sviluppare uno stile aulico all’altezza delle sue ambizioni (infatti, dopo aver inutilmente aspirato alla corona di re dei Longobardi, dopo la caduta di Desiderio elevò in quello stesso 774 il suo ducato al rango di principato).
Fu dedicata a santa Sofia, ovvero alla “Sapienza”, come l’omonima chiesa di Costantinopoli, con una donazione del 774; Arechi vi annesse anche un monastero femminile benedettino, alle dipendenze di Montecassino, retto dalla sorella Gariperga, e vi conservò, dedicandogli un altare, le reliquie di san Mercurio abbandonate nel 633 presso Quintodecimo dal perdente imperatore Costante.
Visibile il campanile, in posizione distaccata rispetto alla chiesa.

Museo del Sannio - Benevento
Museo del Sannio – Benevento

Alle spalle della Chiesa di Santa Sofia è presente il Museo del Sannio (sono accessibili esclusivamente le sezioni al piano terra, NON accessibile la pinacoteca, entrata per disabili su sedia a rotelle dall’esterno e l’ingresso è gratuito per le persone con disabilità).

Fu istituito nel 1873 e rappresenta gran parte della memoria storica della città. Ha sede all’interno di quella che fu l’abbazia di S. Sofia.

Visitabile anche il chiostro (totalmente accessibile con pavimentazione in buone condizioni) è inserito nel percorso del museo: risalente al XII secolo, è uno straordinario esempio di architettura e simbologia. La sua maggiore caratteristica è rappresentata dai capitelli e dai pulvini che mostrano un ampio e complesso programma iconografico.

Arco di Traiano
Arco di Traiano

Proseguendo per il Corso Garibaldi si arriva all’Arco di Traiano(totalmente accessibile, pavimentazione a ciottoli ben percorribile), un arco celebrativo costruito fu costruito tra il 114 e il 117 d.C,dedicato all’imperatore Traiano in occasione dell’apertura della via Traiana, una variante della via Appia che accorciava il cammino tra Benevento e Brindisi. E’tra i più ricchi e meglio conservati archi trionfali romani.

L’ultima tappa del Tour Accessibile è presso la Cattedrale di Benevento (accessibile attraverso uno scivolo sul lato di piazza Orsini) ed il percorso ipogeo sotto la cattedrale totalmente accessibile con allestimento di pedane anche per persone su sedia a rotelle.

Lo scavo, condotto con l’alta sorveglianza del MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) e sotto la direzione della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, ha raccolto dati di notevole interesse storico-culturale, portando alla luce reperti archeologici e strutture abitative risalenti alla preistoria e all’età del bronzo nonchè ai periodi sannita, romano, paleocristiano e medioevale. Lungo il percorso museale ipogeo, i visitatori possono osservare da vicino le testimonianze dei vari insediamenti succedutisi nel tempo ed avvicinarsi alla storia millenaria del Duomo, anche attraverso pannelli divulgativi, immagini fotografiche, ricostruzioni virtuali e vetrine con reperti trovati in loco che, grazie ad un accordo con la Soprintendenza, sono stati lasciati nel sito. L’ingresso agli scavi è ubicato sotto il presbiterio alla fine delle navate collocate a destra rispetto all’entrata della Cattedrale.

Percorso Ipogeo Benevento
Percorso Ipogeo Benevento

L’entrata accessibile è situata in Via Carlo Torre. Per le visite di gruppo la prenotazione è obbligatoria ed il numero di visitatori per sessione è di un massimo di 10 persone, accompagnato da personale dell’Ufficio diocesano per la Cultura e i Beni culturali.
La prenotazione presso l’Ufficio diocesano per la Cultura e i Beni culturali, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
Telefono: 0824 323345 – 0824 323349 – 328 6131890
Orario ingresso: Martedì, mercoledì, venerdì e sabato, dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00
beniculturali@diocesidibenevento.it

Percorso Arco del Sacramento Benevento
Percorso Arco del Sacramento Benevento

E’ possibile visitare anche l’Area archeologica del Sacramento, situata difronte all’entrata del percorso ipogeo della Cattedrale di Benevento, facente parte del Foro della città romana, si trova l’impianto termale di epoca romana, riportato alla luce nel 2009. L’arco, posto all’ingresso del Foro, risale all’epoca post-traianea ed è sorretto da pilastri in mattoni dal diametro di cinque metri ciascuno. Nel Medioevo fu spogliato delle sue sculture, dei marmi e delle decorazioni. Dell’originario rivestimento marmoreo si intravedono soltanto piccoli tratti; è anche privo delle statue probabilmente allocate nelle nicchie laterali. E’ possibile percorrere anche su sedia a rotelle una parte dell’area archeologica attraverso una pedana da poco ripristinata dal Comune di Benevento anche grazie all’intervento di ItaliAccessibile.
Altro importante monumento visitabile ed accessibile solo nella parte inferiore attraverso pedane è Il Teatro Romano di Benevento che fu costruito nel II secolo sotto l’imperatore Adriano nelle vicinanze del cardo maximus; oggi è circondato dal medievale Rione Triggio, Il Teatro Romano è stato riportato alla luce nel 1938 ed è stato consegnato al pubblico nel ’56. Da allora nel teatro vengono allestiti diversi spettacoli e concerti di interesse nazionale cui la manifestazione Benevento Città Spettacolo.

Per qualsiasi informazione sul percorso accessibile, guide turistiche, interprete Lis o altro è possibile contattare ItaliAccessibile- Circolo del Sannio Associazione L’Ancora L’Ancora italiaccessibile@gmail.com 3497336619
Il tour accessibile a Benevento è stato verificato direttamente da ItaliAccessibile il blog sul Turismo Accessibile – ItaliAccessibile- Circolo del Sannio Associazione L’Ancora

Leggi tutto
Turismo Accessibile

Bracciano Accessibile il progetto pilota di Access Emotion

access-emotion-2
Access Emotion
Access Emotion

Access Emotion è un’associazione di promozione sociale senza scopo di lucro, costituita nel 2014 il cui obiettivo è quello di promuovere il turismo accessibile e responsabile a Roma e provincia, nel rispetto dell’ambiente e della cultura locale, valorizzando il patrimonio artistico, storico e culturale, ponendo particolare attenzione alle necessità specifiche dei viaggiatori con esigenze speciali (anziani e bambini) o persone con disabilità

E’ utile evidenziare, come anche l’ONU sancisce, tra gli altri, il “diritto a viaggiare” delle persone con disabilità (Codice Mondiale di Etica del Turismo adottata dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1999 e riconosciuta dall’ONU nel 2001).
Uno dei progetti principali dell’associazione è il progetto Bracciano Accessibile si prefigge come obiettivo consentire alle persone con disabilità di usufruire delle strutture turistiche presenti sul territorio, compatibilmente con la particolare conformazione della città di Bracciano in provincia di Roma nota per il suo lago. Questo primo progetto è da considerarsi come progetto pilota, per poi applicare le procedure ed i metodi utilizzati anche per località diverse, con l’obiettivo finale di estendere e di coprire, ambiziosamente, tutto il territorio nazionale.
Fino al 30 marzo 2017 e’ possibile sostenere questo progetto sul sito di AVIVA, votando gratuitamente qui: http://bit.ly/2n6KYtq
Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotiziePercorsi AccessibiliPercorsi SensorialiTurismo Accessibile

SALERNO LUCI D’ARTISTA : UN PERCORSO PER I NON VEDENTI

percorso-luci-d-artista-salerno-non-vedenti
 Luci D’Artista – Salerno – Percorso non vedenti

In occasione dell’evento Luci d’Artista alcune delle luminarie verranno riprodotte in ceramica per un percorso tattile e narrativo. Il progetto, che sarà presentato mercoledì 14 dicembre nella Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, nasce con l’obiettivo di rendere fruibile a livello sensoriale, le Luci d’Artista anche, ad ipovedenti e non vedenti.

“Un progetto che risponde all’esigenza di individuare possibili soluzioni alle problematiche legate alla fruizione dei Beni Culturali affinché, nell’ottica di una società inclusiva, possa essere garantito ad ogni cittadino il diritto universale alla cultura, così come sancito dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, oltre che dalla Costituzione Italiana (art. 3 e art.9)”, elaborato dal SAAD, Servizio di Ateneo per le Attività di studenti con Disabilità, costituente dell’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa.

La Mostra è stata promossa dall’Associazione nazionale “DONATION Italia” in collaborazione con l’UICI Salerno (Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti “Luigi Lamberti”) e l’UICI della Regione Campania; l’iniziativa è patrocinata dalla Regione Campania, dal Comune di Salerno – Pagina ufficiale dell’Ente, dal Forum Regionale dei Giovani – Campania, dalla Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli, dalla Fondazione Comunità Salernitana onlus, dall’Ans Campania Prov. Salerno (Associazione Nazionale dei Sociologi) e dall’ICOM Italia – Commissione Accessibilità museale; inoltre l’organizzazione è stata resa possibile grazie al contributo di Federica Crispo (laureanda presso la Facoltà di Architettura dell’Università Federico II di Napoli e appassionata di fotografia) per la realizzazione della locandina; della Cooperativa Leggere Chiaro; della Dott.ssa Poscolieri dell’Associazione di Volontariato Museum di Roma; della Preside Annamaria Grimaldi (Scuola Media Giovanni Lanzalone); dell’Associazione AquilArtes dell’Aquila. Le opere in ceramica sono realizzate da Matilde Liguori della Bottega Malu’ Fantasie D’arte di Salerno.Il trinomio che compone il titolo della Mostra è costituito dagli strumenti e dalle tre fasi di approccio all’opera: i Sensi, la Materia e la Luce.

Orari della mostra:
Lunedì / Venerdì dalle 16:00 alle 20:00
Sabato dalle ore 10:00 alle 12:00
La mostra resterà chiusa nei seguenti giorni:
25 / 26 / 31 dicembre 2016
01 gennaio 2017

Leggi tutto
AccessibilitàApp SmartphoneHome pageIn EvidenzaItaliAccessibile News @ltItaliAccessibile NotiziePercorsi AccessibiliPercorsi SensorialiTecnologia e Accessibilità

Arianna : un innovativo sistema che guida i disabili visivi con lo smartphone

Arianna-insigt-app-non-vedenti

In.sight, costituitasi a Gennaio del 2015, è una startup innovativa, spin-off accademica dell’Università di Palermo che nasce dalla volontà di incentivare la mobilità in autonomia di non vedenti o ipovedenti sfruttando tecnologie ICT.

La società ha ideato ARIANNA, un sistema di navigazione assistita a basso costo e poco invasivo sull’ambiente dedicato alle persone ipovedenti e non vedenti, con l’obiettivo di aumentarne l’autonomia. Il sistema, permette agli utenti di muoversi, guidati passo passo dal loro smartphone lungo dei percorsi posati al pavimento con del semplice nastro adesivo o della vernice.

Il funzionamento di ARIANNA può essere riassunto nel modo seguente: la fotocamera dello smartphone, orientata verso il pavimento, cattura continuamente le immagini dello spazio prossimo all’utente in movimento e identifica il percorso da seguire. L’utente, attraverso il suo cellulare, riceve un segnale di vibrazione in modo da capire come correggersi per seguire il percorso. Lungo il percorso sono installati periodicamente dei riferimenti speciali (tags), che consentono di avere altre informazioni, anche audio, legate alla posizione dell’utente.

Le informazioni sulla navigazione, e relative all’ambiente che circonda l’utente, sono l’aspetto innovativo rispetto agli attuali ausili basati sui percorsi tattili, questi pur orientando l’utente sul percorso, non danno indicazione sul punto che ci si accinge a raggiungere ne sui punti di interesse che si trova attorno. Inoltre i percorsi tattili sono costosi e difficili da modificare secondo le esigenze dei luoghi, mentre ARIANNA si basa su una comunissima striscia colorata, economica e di semplice installazione o modifica.
Gli attuali sistemi ICT per la navigazione, come WayFinder, Navatar, ibeacon e e-white si basano su localizzazione radio, disponibile in outdoor con GPS e in indoor con WiFi o Bluetooth, entrambe le soluzioni hanno precisioni limitate al metro o richiedono un infrastruttura complessa e costosa, e inoltre non possono offrire la guida passo passo.

Rispetto a tutte le soluzioni concorrenti, ARIANNA si posiziona quindi con un migliore risultato in termini di precisione a fronte di un’infrastruttura decisamente semplice ed economica.
ARIANNA sfrutta la visione artificiale e non richiede strumentazione dedicata, ma usa le tecnologie esistenti e già in possesso dell’utente come smartphone/tablet, telecamere e connessione dati.
Questi vantaggi rispetto agli altri sistemi permettono ad ARIANNA di essere impiegata in qualsiasi ambiente indoor (uffici pubblici, aeroporti, musei, ospedali, centri commerciali, etc.) e outdoor (stazioni, aree pedonali, percorsi naturalistici e turistici, etc.). Inoltre, ARIANNA può essere corredato di una gamma differenziata di servizi aggiuntivi, per qualsiasi tipo di utenti, che conferiscono valore aggiunto al sistema di navigazione e che siano altamente differenziati a seconda dell’ambiente di riferimento (audioguide, notizie e informazioni connesse ai luoghi; tracking in tempo reale, generazione e gestione delle mappe, pubblicità mirata, etc.).

In.sight è stata premiata come una delle cinque migliori Start-Up del 2014 dalla UK Trade & Investment del consolato britannico in Italia.

Per maggiori informazioni : http://www.insightx.it

Leggi tutto
AccessibilitàBarriere ArchitettonicheEventi accessibiliEventi Turismo AccessibileHome pageItaliAccessibile News @ltItaliAccessibile NotizieNotizie DisabilitàPercorsi AccessibiliProgetto Viaggiare DisabiliTurismo Accessibile

Come scegliere le strutture ricettive accessibili. I consigli di Viaggiare Disabili

viaggiaredisabili-matera
Viaggiare Disabili
Viaggiare Disabili

La ricerca della struttura accessibile è un momento importantissimo per chi, disabile, decide di andare in vacanza.
Generalmente, nei cataloghi delle agenzie di viaggio e dei tour operator trovate solo il simbolo della sedia a rotelle. Per molti questo disegnino vuol dire “accessibile”. In realtà non assicura che un hotel abbia un’accessibilità compatibile alle esigenze reali di chi viaggia con una disabilità.

Spesso anche chiamando la struttura non si riesce ad ottenere una risposta esaustiva, sul grado di accessibilità, perchè le persone che si trovano al desk non sono preparate e non conoscono quali sono le cose necessarie e come comunicarle.
A volte anche il cliente con disabilità non sa cosa chiedere, e si aspetta che il simbolino della sedia a rotelle corrisponda a tutto quello che ha bisogno, quasi come fosse a casa propria.
Diventa quindi difficile trovare la struttura giusta e di conseguenza decidere di andare in vacanza. Risultato: moltissimi persone con disabilità restano a casa e le vacanze non le fanno da anni.
E’ qui che entra in gioco il team del progetto Viaggiare Disabili dell’Associazione L’Ancora alla quale ItaliAccessibile da il suo appoggio. Un gruppo di persone eterogenee, educatori, volontari, agenti di viaggio e consulenti di viaggio, che possono aiutare il disabile a trovare la giusta struttura e a viaggiare senza problemi.
In quasi due anni di attività, il gruppo di volontari del Progetto Viaggiare Disabili, ha visitato oltre 200 strutture in Italia, catalogandone le caratteristiche per poter dare ai disabili la possibilità di scegliere dove andare in vacanza in base alle proprie necessità. Di ogni struttura, visitata sempre di persona e da disabili, è stata redatta una scheda tecnica che può rispondere alle mille domande che diventano necessarie per organizzare un viaggio “tranquillo”.
Strutture al mare, in montagna, in città d’arte. Bed & Breakfast, hotel di ogni categoria, appartamenti. Non ci sono limiti di soluzione. Anche nei trasporti.
Tutte le strutture accessibili visitate e che hanno deciso di aderire al progetto sono state inserite in un catalogo online raggiungibile attraverso il link http://catalogo.viaggiaredisabili.com
Sono state anche verificate le possibilità di diverse società di trasporto privato con mezzi attrezzati all’ancoraggio fino a 10 sedie a rotelle insieme.
Inoltre molte località mettono a disposizione dei clienti disabili diversi tipi di attività, anche sportive. A Bardonecchia, per esempio, come a Folgaria, ci sono scuole di sci specializzate, e durante l’estate percorsi sportivi per tutti, come la pesca nei torrenti.
E poi ci sono le tenute e le possibilità enogastronomiche, o le terme, in Italia, ma anche in Slovenia.
Perchè l’attività di Viaggiare Disabili non si è fermata all’Italia. In questi mesi sono stati aperti circoli anche in territorio europeo e sono state visitate strutture in Polonia, in Repubblica Ceca e, appunto in Slovenia.
Potete contattare il team del Progetto Viaggiare Disabili tramite la mail viaggiaredisabili@gmail.com oppure scrivere a italiAccessibile all’email italiaccessibile@gmail.com
Leggi tutto
AccessibilitàEventi accessibiliEventi Turismo AccessibileHome pageItaliAccessibile News @ltItaliAccessibile NotizieNapoliPercorsi AccessibiliTurismo Accessibile

31 ottobre “Cosy Naples”: una giornata napoletana dell’accessibilità turistica

cosyforyou

L’Associazione Peepul sabato 31 ottobre 2015 a Piazza Municipio promuove a Napoli la Giornata cittadina del Turismo Accessibile in collaborazione con il Comune di Napoli ed i partner del progetto “CosyForYou – Comfortable and Easy for you”.

Cosy Naples 31 ottobre Napoli
Cosy Naples 31 ottobre Napoli

Dalle ore 9.00 sarà possibile partecipare ad alcuni degli itinerari individuati nell’ambito delle attività di monitoraggio del progetto ‘CosyForYou’ con l’obiettivo di promuovere percorsi turistici accessibili a Napoli e nella Campania. Due le modalità previste: il walking tour con le tre tappe “Grandi palazzi: cortili e chiostri”, “Le piazze fuori le mura” e “I tesori dell’archeologia” con itinerari facili da percorrere in tempi ragionevoli ed in maniera gradevole; il bus tour ( con punto di raccolta a p.zza Muncipio, nei presi del gazebo Peepul) con le sue due tappe “La collina panoramica” e “Urbanistica ed architettura del ventennio” con percorsi accessibili, in risposta ai bisogni di chi, a causa della propria disabilità sensoriale o motoria, è impossibilitato ad utilizzare il servizio di trasporto pubblico tradizionale.

I cinque itinerari promossi nell’ambito della Giornata dell’Accessibilità di sabato 31 ottobre sono solo una parte dei circa venti percorsi turistici accessibili di Napoli e della regione Campania individuati e promossi nel corso della durata del progetto CosyForYou.

Leggi tutto
AccessibilitàApp SmartphoneBeneventoEventi accessibiliHome pageInformatici Senza FrontiereItaliAccessibile News @ltItaliAccessibile NotizieLISNotizie dalle Associazioni PartnerPercorsi AccessibiliTecnologia e AccessibilitàTurismo Accessibile

Mostra Multisensoriale “Sensoltre”, App, aperitivo al buio e Lis per Benevento Città Spettacolo

sensoltre-aperitivo-al-buio-benevento-città-spettacolo
Mostra multisensoriale Sensoltre e aperitivo al buio 4-5 settembre 2015 Benevento Città Spettacolo

Benevento Città Spettacolo nacque nel 1980 come Rassegna di teatro a tema. Pensato da Ugo Gregoretti che ne fu il primo Direttore artistico, elaborandone il progetto in collaborazione con il Comune di Benevento. La sua prima edizione, della durata di una settimana, vedeva l’allestimento di quattro eventi teatrali. Con il suo cartellone di spettacoli di prosa, musica, danza, di incontri, convegni ed eventi, Benevento Città Spettacolo ha visto crescere la sua dimensione occupando teatri ed architetture della città in un percorso assolutamente originale, legando così le sue proposte alla storia della città.

Da sei anni il direttore artistico è il critico teatrale Giulio Baffi e la XXXVI edizione di Benevento Città Spettacolo si terrà quest’anno dal 4-5-6 e 11-12-13 di settembre. Il tutto nella splendida cornice del centro storico cittadino: dal Teatro Romano all’Arco del Sacramento e Palazzo Paolo V, dal Teatro De Simone all’Hortus Conclusus e al Piccolo Teatro Libertà. Un Festival che si conferma nella scia della tradizione con l’aggiunta di sostanziali novità come la riscoperta di due luoghi, i “Santi Quaranta”(riportata alla luce e nuovo splendore grazie all’intervento di pulizia coordinata da Sannio Report e dai numerosi volontari beneventani) e la zona archeologica del Fatebenefratelli, dove si terranno gli attesi incontri di “Raccontami Benevento” in collaborazione con la sovrintendenza.

Tra gli appuntamenti più attesi e suggestivi, l’ormai noto “concerto all’alba”, le “Letture Stregate” curate da Gabriella D’Angelo per “leggere” il meglio dei romanzi finalisti del Premio Strega 2015, oltre al convegno organizzato dalla Società di psicanalisi

Diverse le prime nazionali: “Casa si bambola – quartetto da camera” tratta dall’opera di Ibsen, “L’America – Il Viaggio” di Sparno, “Orestea parte prima” tratta da Eschilo, “L’amore per le cose assenti” e “Mitomachia” di Esposito. Tra gli spettacoli in cartellone il musical sulla storia del Piper, su Sandokan e un omaggio al “sindaco pescatore” di Pollica, Angelo Vassallo, ucciso dalla camorra e portato in scena dall’attore Ettore Bassi.

Per il programma completo consultare il sito internet http://www.cittaspettacolo.it/

Mostra multisensoriale Sensoltre e aperitivo al buio 4-5 settembre 2015 Benevento Città Spettacolo

Quest’anno il festival sarà ancora più ricco per quando riguarda l’accessibilità per le persone con disabilità. Infatti, grazie alla collaborazione tra ItaliAccessibile – Circolo del Sannio Associazione L’Ancora, Informatici Senza Frontiere e Unione Ciechi ed Ipovedenti di Benevento è stato firmato un protocollo di accessibilità con l’Assessorato alla Mobilità del Comune di Benevento con a capo la dottoressa Maria Iele e l’Assessore alla Cultura Raffaele Del Vecchio. Sarà possibile per le persone con disabilità munite di contrassegno, rilasciato dal comune di residenza, parcheggiare l’auto gratuitamente nei giorni dell’evento presso il Terminal degli Autobus Extraurbani in Via Pertini. Circoleranno anche autobus muniti di pedana e sarà possibile per le persone su sedia a rotelle la fermata per carico e scarico nelle vicinanze di Piazza Castello e Teatro Romano. Inoltre, tutte le location delle manifestazione saranno munite di pedane per consentire un facile accesso.

Il 5 e 6 settembre a Palazzo Paolo V, dopo il successo dello sorso anno, viene replicata la mostra multisensoriale “Sensoltre”, ideata da Informatici Senza Frontiere con l’ausilio della tecnologia NFC (comunicazione in prossimità). L’evento è gratuito e quest’anno ancora più ricco con nuovi quadri tattili dell’artista barese Giovanni Pedote, audioguida e musiche inedite di autori emergenti. Arte, Musica e Tecnologia si fondono in uno stesso momento, creando una nuova ed emozionante realtà espositiva. Chi dice che l’Arte debba essere soltanto vista per essere apprezzata? Proviamo a chiudere gli occhi e facciamoci guidare dalle nostre mani, dall’ascolto in cuffia di voce e musica, pronti ad immergerci in una dimensione spaziotemporale unica. Un’occasione speciale, che accosta vedenti e non vedenti a nuove forme d’espressione artistica…

Novità di quest’anno è l’aperitivo al buio ideata dall’Unione Ciechi ed Ipovedenti di Benevento, sempre il 5 e 6 settembre, sarà possibile una degustazione di un aperitivo in una stanza completamente al buio servita da camerieri non vedenti. Costo 5 euro da non perdere.

Ci saranno anche degli spettacoli in programma dove la persona non udente potrà seguire l’evento grazie ad interpreti in LIS dell’Associazione E-Lis.

Ma non è finita qui…Informatici Senza Frontiere non si sono risparmiati ed è stata creata dagli ingegneri Daniela Guardabascio e Marco Di Brino l’app per Smartphone per sistema Android, Apple e Windows chiamata “Benevento Città Spettacolo Accessibile”. L’app pensata per non vedenti o ipovedenti ma può essere utilizzata da tutti, attraverso l’audio guida l’utente alla scoperta del programma dell’evento ed altre informazioni. E’ disponibile anche un percorso accessibile per Tutti nella città di Benevento per ammirare la bellezza della città come la Chiesa di Santa Sofia, Patrimonio dell’Unesco, ideato e sperimentato dal blog sul turismo accessibile e Accessibilità ItaliAccessibile.it.

Leggi tutto
AccessibilitàBariEsperienze Accessibili di Maria StellaHome pageItaliAccessibile NotizieLecceNotizie DisabilitàPercorsi AccessibiliProposte vacanze accessibiliSalentoSpiagge accessibili a disabiliTurismo Accessibile

Le “mie” spiagge (accessibili) del cuore in Puglia di Maria Stella Falco

t.pali vista passerella
Torre Pali (Le) – Maria Stella Falco

Quest’anno, secondo quando emerge dall’indagine realizzata da SWG, nell’ambito della seconda ricerca sulla notorietà e sull’attrattività turistica, la mia regione (Puglia) è tra le mete turistiche più scelte dai turisti italiani e stranieri (tedeschi, francesi e svizzeri). Io non amo tanto le statistiche! Son sicura che ogni pugliese può parlar bene della sua regione, per due versanti affacciata sul mare.

A proposito della mia regione, ed in particolare del Salento, in quest’articolo vi indicherò alcune località marine – sia del versante jonico che di quello adriatico – e dunque alcune spiagge – accessibili, in virtù dell’implementazione di iniziative a favore dell’accessibilità “al mare”.

Prima, però, accennerò brevemente ad alcune iniziative intraprese in Puglia, ispirate alla “filosofia dell’accessibilità” e a sostegno della domanda – sempre crescente – di un’utenza portatrice di bisogni reali, che dimostrano la reale spinta verso l’auspicata crescita culturale ed etica del territorio Rimanderò ad alcuni link di approfondimento, per snellire questo articolo.

“Salento per tutti” è una nuova sezione tematica – attiva dal 3 luglio al 5 settembre – del progetto di promozione turistica “Città aperte” con cui l’Azienda di Promozione Turistica di Lecce e l’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia hanno inteso rispondere alle esigenze di quanti – bambini, giovani, adulti – non hanno sufficiente autonomia per assaporare tutti i piccoli e grandi piaceri di una vacanza” o le cui condizioni di salute li costringono a sottoporsi continuamente a cure mediche salvavita. Grazie a “Spiagge per tutti”, che segue le direttive in materia di accessibilità balneare contenute nell’ordinanza balneare 2012 della Regione Puglia – prima Regione italiana ad emanare un provvedimento del genere, visto che in precedenza tali provvedimenti erano stati emanati solo da qualche comune – , sono disponibili le sedie “JOB”: impermeabili, sicure e fruibili gratuitamente. Consentono ai disabili motori di stare a galla in acqua in modo agevole e in autonomia e di muoversi sulla sabbia senza bisogno di passerelle. È prevista la presenza di operatori specializzati, appositamente formati e coordinati dall’Associazione SFIDA, secondo un piano che prevede, nelle spiagge libere, orari differenziati e postazioni sparse su tutto il litorale salentino (http://www.viaggiareinpuglia.it/allegati/Eventi/salento_per_tutti__1279277414850.pdf).

Nella provincia di Lecce, inoltre, nel 2010 è stato presentato un progetto per rendere il Salento sempre più accessibile. “NoBarrier” (New objective: tourism without barrier) sarà presto una realtà e potrà contare su un contributo di 91.740 euro per una serie di azioni mirate, fra le quali, la creazione di spiagge attrezzate per i disabili e l’identificazione di adeguati standard di accoglienza (http://www.provincia.ba.it/home_page/struttura_e_organizzazione/00004302_PROGETTO_no_barrier.html ).

Tra i tanti approfondimenti possibili sulla materia, ho selezionato per voi questi: http://www.muoversinsieme.it/magazine/diritti-doveri/spiaggia-accessibile-ma-battigia-vietata-cosa-dice-la-legge-e-come-tutelare-il-proprio-diritto-al-bagno-in-mare-senza-pagare/; file:///C:/Documents%20and%20Settings/Administrator/Documenti/Downloads/AccessibilitaSpiagge%20(1).pdf

Dicevo che in questo articolo avrei indicato le mie “spiagge del cuore” e così continuerò a fare, soprattutto ripercorrendo con la mente le mie estati, i luoghi marittimi più belli, dove ho vissuto, o che ho visitato; dove ho potuto accedere, fare il bagno e stare in spiaggia agevolmente.

Ho trascorso le estati della mia infanzia a Marina Serra di Tricase (Lecce), una bellissima e “incontaminata” località marittima situata sulla costa adriatica nota, oltre che per essere incastonata in un’insenatura naturale, per il suo mare trasparente e per essere considerata una località “silenziosa” che restituisce l’armonia necessaria per riscoprire se stessi, per la sua “salubrità dell’aria”, per citare un’ode di Giuseppe Parini. I miei genitori comprarono casa lì proprio per quest’ultimo motivo, perché io e i miei fratelli, come capita spesso a tanti bambini piccoli, avevamo qualche problema respiratorio che, magicamente, l’estate migliorava notevolmente.

Durante la mia infanzia, dunque, ho potuto accedere al “mare grande” grazie all’aiuto dei miei parenti e amici, che mi aiutavano a scendere attraverso delle scale sotto l’alta scogliera -: questo succedeva, di solito, ogni domenica. Durante la settimana facevo il bagno, attività ludica e necessaria per me che, certamente, avevo qualche difficoltà motoria in più rispetto ad ora – le qualità terapeutiche dell’acqua sono note fin dall’antichità ed è fondamentale che questo elemento essenziale per la vita, nonché patrimonio inestimabile dell’umanità sia condiviso con tutti – dopo aver sceso un po’ di scale accompagnata, nella bellissima piscina scavata nella roccia negli anni Sessanta, collegata al mare – da cui attinge l’acqua cristallina – attraverso gli archi della “Grotta Matrona”. La spiaggia adiacente la piscina presentava e presenta,, dal lato verso l’imbocco al “mare grande attraverso la “Grotta Matrona”, degli scogli più bassi mentre, da un altro accesso, presentava e presenta una zona “spianata”.

Vicino a Marina Serra, si trova Andranno. Per informarsi dello stato dell’accessibilità di questa località, che per la verità ho frequentato poco per la balneazione, suggerisco di leggere articolo, comparso qualche mese fa proprio su Italiaccessibile, reperibile al link: http://www.italiaccessibile.it/un-piano-di-sviluppo-volto-al-turismo-accessibile-nel-salento/ .

Da quando sono diventata grande, io e la mia famiglia abbiamo deciso di cominciare a frequentare alcune spiagge sabbiose – sulla costa jonica e adriatica – in modo che io, pur continuando ad essere accompagnata in spiaggia – a cui si accede tramite una passerella posizionata sulla sabbia – e in mare, potessi fare il bagno con più autonomia e potendo contare su una maggiore sicurezza. Man mano che si cresce si ha maggiore consapevolezza di ogni cosa, compresi rischi e pericoli a cui può esporre il mare ma, in ogni caso, tali rischi e pericoli, vanno valutati e superati in sicurezza. A tal proposito, segnalo come molto accessibili la spiagge libere e gli stabilimenti di Torre Pali e Lido Marini, località marittime di Salve (Lecce) che frequento abitualmente da qualche anno; sul versante adriatico, segnalo come molto accessibili le spiaggia libere e gli stabilimenti balneari di Torre San Giovanni (Marina di Ugento). Ovviamente oltre all’accesso in spiaggia, in tutti questi casi, segnalo come accessibile l’accesso al mare. Una volta in mare, divento più autonoma grazie alla minore forza di gravità che mi consente persino di camminare (dico sempre che sarei dovuta nascere pesce!!!! e grazie al fatto che uso una particolare cintura “salvagente”, simile a quelle che si utilizzano in piscina durante le sedute di idrokinesi terapia, che mi consente di mantenermi meglio e di più a galla!!

Per due anni, in particolare nell’estate 2009, durante un periodo particolare della mia vita, insieme alla mia famiglia trascorsi qualche giorno presso il “Residence Solaris” di Torre dell’Orso, località che si trova lungo la costa – lunga 15 km – di Melendugno (tra l’altro, continuando questo itinerario, si raggiunge pure San Foca, dove quest’anno è stato inaugurato il primo accesso al mare per chi ha malattie neuromuscolari (di cui vi parlerò di più nei prossimi articoli, per ora consultate http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/homepage/tutti-al-mare-a-san-foca-no837237 ).

Presso “Residence Solaris” di Torre dell’Orso frequentai sia la piscina interna, artificiale, sia la spiaggia libera, sabbiosa, a 10 km dalla struttura ricettiva – su cui si possono avere maggiori informazioni consultando il sito http://www.residencesolaris.com/residencesolaris/Home_Page.html. Di quella bruttissima estate ho anche questo bellissimo ricordo.

L’estate scorsa io e la mia famiglia, per “staccare” per qualche giorno dalla solita routine, abbiamo trascorso un week end lungo tra Ostini, Alberobello e Castellaneta. La costa di Ostini si stende per 17 km: quel sabato mattina andammo anche a mare, presso la spiaggia libera in località “Rosa Marina” (in zona sono presenti pure numerosi stabilimenti accessibili (http://www.ostuniaruotalibera.it/). Come tante altre giornate passate in spiaggia, quel giorno è rimasto nel mio cuore.

Questo articolo non ha voluto essere una panoramica completa di tutte le spiagge libere e gli stabilimenti accessibili presenti in Puglia, ma solo una panoramica delle spiagge “del mio cuore”, in ogni caso, spero che le indicazioni presenti siano ugualmente utili a molti di voi. Ho intenzione, nei prossimi articoli, di ritornare sull’argomento, per darvi altre informazioni utili.

Buona Estate!

Maria Stella Falco

Leggi tutto
AccessibilitàEventi accessibiliEventi Turismo AccessibileHome pageItaliAccessibile NotiziePercorsi AccessibiliSardegnaTurismo Accessibile

Il Sud della Sardegna in Tandem con un Percorso anche per non vendenti ed ipovedenti

tandem-sardegna-italiaccessibile

tandem-sardegna-italiaccessibileQuesto itinerario di turismo accessibile promosso su iniziativa del Gruppo Sportivo Non Vedenti di Vicenza, in collaborazione con il tour operator Planet Viaggi Responsabili e le associazioni L’Isola che vorrei e AMEntelibera, mira a diffondere una nuova modalità per scoprire e conoscere i luoghi, secondo i principi del turismo accessibile e responsabile.
Il viaggio è pensato in modo particolare per le persone cieche e ipovedenti, ma è aperto anche a singole persone, familiari e simpatizzanti del tandem e della bicicletta di tutta Italia, che vogliano trascorrere alcuni giorni in Sardegna, per conoscerne le bellezze paesaggistiche, culturali e le tipicità enogastronomiche spostandosi su due ruote.
Per quanti non pedalano, è possibile seguire il gruppo con mezzi motorizzati.
Il viaggio è realizzato grazie a una rete di collaborazione con professionisti, associazioni e operatori specializzati.

Il giro è di 6 giorni, parte da Cagliari con  visita guidata al centro storico accompagnati da una guida con un percorso studiato per l’occasione. Il 2° giorno ci sarà una pedalata pedalata di circa 78 km in direzione di Iglesias passando per Carbonia. Mentre il 3° giorno visita al nuraghe di Barumini, chiamato “Su Nuraxi”, che è stato considerato dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità. Il 4° giorno
pedalata nei pressi dell’altopiano della Giara di Gesturi con un percorso semi impegnativo per la presenza di curve di circa 80 km.
Lungo tutto il percorso ci accompagneranno i tipici profumi della macchia mediterranea, dovuti alla presenza del lentisco, della lavanda, del mirto e altre specie ancora.
Nel pomeriggio visita al parco “Sardegna in miniatura”, dove con un percorso tattile potremo visitare i più importanti monumenti della Sardegna come Su Nuraxi, la statua del Redentore di Nuoro, la Tomba dei Giganti, oltre alle più importanti chiese della Sardegna. Si potrà visitare inoltre anche qui, con un percorso tattile e auditivo, la riproduzione in scala 1:1 di un villaggio nuragico, per capire come vivevano le popolazioni preistoriche qui insediate. il 5° giorno  pedalata in direzione Cagliari con un percorso semplice di circa 75 km.
Durante il percorso alcune brevi soste per visitare le “Domus de janas” a Pimentel e la Cantina sociale di Senorbì per una breve degustazione. il 6° giorno è di ritorno alle proprie abitazioni.

Per intero programma e costi contattare:

Per informazioni:
Paolo Casarin
tel. 328 8628934
paolo.sariri@gmail.com

No tags for this post.
Leggi tutto
Dimensione carattere
Designed by

best down free | web phu nu so | toc dep 2017

Advertisment ad adsense adlogger