ItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibileItaliAccessibile Privacy Policy
close

Venezia

Eventi accessibiliHome pageIn EvidenzaItaliAccessibile NotizieLISLISMusei AccessibiliNapoliSienaTurismo AccessibileVenezia

“9 Segni d’Arte” : da Nord a Sud incontri, visite guidate per disabilità sensoriali

segnidarte-italiaccessibile

“9 Segni d’Arte” è il cartellone di 9 eventi accessibili da Siena a Milano, da Ancona a Napoli promosso da Mpdfonlus Mason Perkins Deafness Fund onlus e organizzato con Oppi, CounseLis e Museo Tattile Statale Omero di Ancona.

Si tratta di nove incontri fra aprile e maggio in cui si alterneranno seminari sulla didattica, la critica d’arte, le esperienze di accessibilità museale a visite guidate per persone non vedenti ed non udenti anche in Lingua dei segni per offrire alle persone con disabilità sensoriale l’occasione di scoprire luoghi dell’arte e dell’architettura contemporanea di rilevanza nazionale.

È la prima volta che quattro realtà – associazioni ed enti – di altrettante città italiane e impegnate nel campo delle disabilità sensoriali si sono unite per dar vita a un programma completo per interrogarsi sul tema dell’arte accessibile e rispondere ad alcune domande.

Per esempio quali strumenti sono i più adatti per una didattica dell’arte capace di aprirsi alle disabilità sensoriali? O come rendere accessibile l’arte? Saranno raccontate le eccellenze offrendo l’occasione di scoprire alcuni dei luoghi più interessanti dell’arte e dell’architettura contemporanea: dalle Gallerie d’Italia di Milano, al Museo Tattile Statale Omero di Ancona, da Napoli a Colle Val d’Elsa, sede dell’architettura contemporanea grazie al coinvolgimento dell’architetto Jean Nouvel nella rivitalizzazione urbana del centro toscano.

L’evento è partito venerdì 8 aprile nella città di Siena, nella sede della Fondazione Musei Senesi (via delle Cerchia, 5) con un seminario di Mpdfonlus “Percorsi museali e di ricerca. Due esperienze di accessibilità”. A raccontare la propria esperienza professionale sono state Lorella Secchi e Patrizia Marti. La prima curatrice del Museo Tattile dell’Istituto dei ciechi Francesco Cavazza di Bologna, storica dell’arte che è intervenuta su “Toccare la pittura e creare le forme del pensiero”. Marti, è docente dell’Università di Siena, dell’Eindhoven University of Technology e responsabile del Santa Chiara FabLab che ha aprlato di “Estetica e disabilità: il design dell’interazione a servizio della cura della persona”. L’incontro è a ingresso libero e accessibile con il servizio di interpretariato Ita/Lis.

Nel cartellone altri due seminari il primo a Napoli (17 aprile) organizzato da CounseLis e il secondo a Milano organizzato ad Oppi (5 maggio) sul tema “Arte, lingua, formazione” che sposta il focus sulla didattica museale inclusiva, l’accessibilità delle mostre d’arte attraverso la traduzione e lo sviluppo di tecnologie, app in particolare, progettate pensando alle esigenze sensoriali delle persone sorde.

La data napoletana “Alla scoperta di Napoli Città Verticale’” offrirà ai partecipanti una prospettiva inusuale della città: un viaggio metafisico condotto dal fotografo Simone Florena attraverso la penna e la prosa di Francesco Durante e Silvio Perrella. In programma nella giornata anche un evento di trekking urbano: una passeggiata lungo la Pedamentina di San Martino, il percorso pedonale più antico e lungo della città che ne racconta la natura obliqua e artistica.

 Il 16 aprile si entrerà all’interno del Museo Tattile Statale Omero, uno degli organizzatori, con “Da cuore a cuore: il silenzio che fa rumore”, percorso multisensoriale condotto da Consuelo Agnesi, architetto, e Felice Tagliaferri, scultore non vedente, per mettersi in gioco ed imparare attraverso l’arte ed esplorare nuovi modi di comunicare, mentre il 7 maggio con Oppi si entrerà in Gallerie d’Italia a Milano per “Tracce e segni di te al museo”, visita narrativo/plurisensoriale in italiano e Lis alla collezione permanente dello spazio espositivo, seguita da un laboratorio creativo che condurrà i partecipanti nella loro traccia del passato, presente e futuro.

Le ulteriori tappe toscane sono a Siena il 23 aprile con “Tempo Zulu”, associazione che ha avvicinato l’arte alla vita quotidiana, delineando un percorso ideale, tracciato dall’installazione nella pavimentazione del centro storico di lastre di pietra serena incise con un disegno o una frase da dodici artisti e intellettuali italiani e stranieri; a Colle Val d’Elsa il 14 maggio con l’architetto Massimo Marini, per scoprire la città contemporanea ripensata dagli architetti Jean Nouvel, Daniel Buren, Giovanni Michelucci.

Due gli eventi che chiuderanno il cartellone di 9 Segni d’Arte. Il 21 maggio Giuseppe Giuranna, poeta sordo, sarà ospite di Mpdfonlus per un seminario sul Visual Vernacular, forma di composizione artistica in Lingua dei Segni ancora poco diffusa in Italia, a cui seguirà una performance poetica sempre con Giuseppe Giuranna insieme alla sorella Rosaria. Il 10 giugno, invece, 9 Segni d’Arte si sposterà a Venezia per una visita guidata con laboratorio alla Biennale Architettura 2016 con l’architetto Consuelo Agnesi e a uno degli operatori Educational della Biennale. Un evento importante che offre accesso gratuito ai luoghi della Mostra e all’attività laboratoriale.

Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieTurismo AccessibileVenetoVenezia

Gondola4all : inaugurata a Venezia la prima pedana per sedia a rotelle per andare in gondola

gondola4all-venezia

È stata inaugurata a Venezia, presso piazzale Roma, il primo sistema che permette a persone con disabilità motoria di salire in gondola.

Gondola4all
Gondola4all

Ideata e progettata dai fondatori della Onlus Gondolas4all, la pedana mobile è in grado di consentire l’imbarco e lo sbarco di persone a ridotta mobilità. , fondatori di Gondolas4all, Enrico Greifenberg e Alessandro Dalla Pietà, inseguendo il sogno di realizzare un’opera che desse finalmente risposta ad un problema di accessibilità sulle gondole che circolano a Venezia.

Il progetto ha avuto il contributo e sostegno dell’Assessorato al Turismo della Regione Veneto e grazie ai gondolieri dello stazio di Piazzale Roma hanno dato disponibilità all’installazione. Per ora si tratta di un prototipo, unico nel suo genere, ma che in futuro potrebbe essere applicato in altri imbarcaderi.

Leggi tutto
AccessibilitàAIPD - DownDiversamente AbiliHome pageItaliAccessibile NotizieTurismo AccessibileVenetoVenezia

Una guida turistica di Venezia scritta da 5 ragazzi Down

aipd-venezia

Una guida turistica su Venezia semplice e senza tecnicismi, ad alta comprensione in grado di agevolare una visita in città anche a chi ha una disabilità intellettiva.

aipd-venezia
AIPD Venezia- Mestre

di Pierpaolo Capozzi

Questo è uno dei tanti progetti che l’Aipd provinciale di Venezia ha realizzato in questi ultimi mesi, scritta da cinque ragazzi con sindrome di Down. A dimostrazione delle grandi doti che possono avere le persone con questa disabilità e che giustamente chiedono di non essere discriminate, ma vogliono essere protagoniste della vita quotidiana.

Ora cercano sponsor per poterla diffondere e anche farne una versione in inglese. L’idea è stata presentata in occasione della 13ª Giornata nazionale dedicata alle persone Down. L’Aipd provinciale segue 75 famiglie e sette ragazzi sono già stati inseriti nel mondo del lavoro, con progetti che riguardano anche l’avvio di una vita indipendente. E per supportare i progetti dell’Aipd nel weekend scorso è stata distribuita cioccolata (in cambio di un contributo minimo di 5 euro) nei banchetti allestiti sabato e domenica.

Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieTurismo AccessibileVenezia

La coop sociale Rochdale presente con il suo progetto di turismo accessibile per Venezia al Move! 2015 in Fiera a Vicenza

rampe_venezia

Da venerdì 13 a domenica 15 marzo anche la cooperativa sociale veneziana di tipo B Rochdale, con il nuovo progetto di turismo accessibile “Easy, accessible tourism system” (http://easyvenicetourism.com), sarà presente al  “Move! 2015” in fiera a Vicenza, ospite presso lo stand della Regione Veneto.

rampe_veneziaRochdale, da oltre 15 anni, opera nel territorio veneziano e si occupa di inclusione lavorativa delle persone con gravi disabilità, tenendo in considerazione anche le difficoltà logistiche di mobilità nella laguna.

Il suo progetto “Easy, accessible tourism system” è rivolto ai turisti con esigenze specifiche, come le persone anziane o con disabilità, le donne incinte, le famiglie con bambini. Possono così usufruire agevolmente di vaporetti, taxi e imbarcaderi sia coloro che intendono visitare la provincia veneziana sia quelli che partono dal Veneto e vogliono trascorrere una “vacanza senza barriere” in altre regioni italiane.

L’ospite è preso in carico in tutte le fasi del soggiorno grazie a un’organizzazione e un’assistenza personalizzate: è seguito nei trasferimenti con mezzi adeguati da e per le strutture ricettive prescelte e aiutato, se necessario, da operatori specializzati. Le proposte di viaggio sono infatti opportunamente studiate e rispondono alle diverse esigenze di ognuno.

“Easy” è tra i primi classificati del Bando Obiettivo Expo 2015 della Camera di Commercio di Venezia

Per maggiori informazioni : http://easyvenicetourism.com

Leggi tutto
AccessibilitàBarriere ArchitettonicheHome pageItaliAccessibile NotizieNotizie dalle Associazioni PartnerTurismo AccessibileVenetoVenezia

Il progetto a Venezia Gondolas4all. E lo spot è un cartone animato

gondolasforall

Anche i disabili a breve potranno andare in gondola. Gondolas 4 All, è un progetto grazie al quale a Venezia sarà installato un pontile speciale per imbarcare le carrozzine. Sarà pronto per luglio, e sarà collocato a Piazzale Roma, tra il ponte Papadopoli e i Tre Ponti,

Il progetto è nato due anni e mezzo fa da un’idea dei gondolieri Alessandro Dalla Pietà ed Enrico Greifenberg , ha avuto anche un finanziamento della Regione Veneto ma che non coprirà tutto il progetto e per reperire fondi la onlus avvierà dal 4 marzo una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Indiegogo.

L’idea è raccontata grazie al video promozionale realizzato dal regista Aldo Bisagondolasforallcco e dal vignettista Marco Gavagnin.

Per Maggiori informazioni http://www.gondolas4all.com/

Leggi tutto
AccessibilitàDiversamente AbiliHome pageItaliAccessibile NotizieTurismo AccessibileVenetoVenezia

Venezia: Gondolas4ALL sarà presto attivo un servizio di trasporto su Gondola accessibile

no thumb

Gondolas4ALL sarà un servizio di trasporto su Gondola accessibile a chiunque.

gondolas4allAttraverso l’utilizzo di una pedana integrata nel pontile di accesso alla gondola, la persona può essere imbarcata direttamente insieme alla propria carrozzina.

Grazie a questo sistema siamo in grado di garantire:

  • sicurezza totale, grazie anche all’attenta formazione dei nostri operatori
  • nessuna manipolazione diretta della persona
  • un servizio aperto ad un maggior numero di tipologie di disabilità
  • un’esperienza di un viaggio in gondola insieme alla propria carrozzina, con la quale spesso viene ad instaurarsi un legame molto stretto.

“Troppe volte nel corso di questi 20 anni di servizio mi è capitato di vedere persone in sedia a rotelle, che mi guardavano come se rappresentassi per loro un sogno irrealizzabile. In tantissime occasioni, pur di riuscire a garantire questo servizio a tutti, abbiamo scelto di imbarcare a braccia alcuni clienti, assumendoci tutte le responsabilità di questa delicata operazione.”
Alessandro, Enrico – gondolieri e ideatori del progetto;

[banner]
COME FUNZIONERA'

Utilizzare il servizio sarà facilissimo.

Ti basterà andare sul sito http://www.gondolas4all.com/ cliccare sull’icona del biglietto “prenotazioni” non appena il servizio sarà disponibile (una volta terminata la costruzione del “passetto” a Piazzale Rome che consentirà anche ad un disabile di fare un giro in gondola e sarà pronto per la prossima primavera) e seguire le semplici istruzioni:

  • registrazione al sito e alla ONLUS, con il versamento della quota associativa di 10,00 Euro (qualora fosse la prima volta)
  • accesso al proprio profilo
  • scelta del percorso
  • scelta del giorno e dell’orario
  • invio mail di conferma
  • il pagamento avverrà direttamente in loco, solo dopo aver usufruito del serivizio!

Per tutti coloro che lo desiderano sarà inoltre possibile prenotare il servizio anche telefonicamente, chiamando il numero 328-24.31.382, oppure inviando una mail a info@gondolas4all.com

Per visualizzare gli itinerari disponibili invece basterà cliccare sull’icona “percorsi”, che troverete sempre qui sotto appena il servizio sarà attivo.
Sarà inoltre possibile disdire o modificare la prenotazione fino a 24 ore prima della partenza con un semplice click.

Gli obiettivi principali della ONLUS Gondolas4ALL sono due:

  • il sostegno e lo sviluppo del turismo accessibile
  • il diritto alla scolarizzazione e all’istruzione per i minori con disabilità

Il principale obiettivo è quello di riuscire a creare un marchio che sia sinonimo di garanzia per tutto ciò che è inerente all’accessibilità e al turismo sostenibile per la città di Venezia.

Per maggiori informazioni:

Associazione Gondolas4ALL

Leggi tutto
AccessibilitàHome pageItaliAccessibile NotizieVenetoVenezia

Le rampe della VeniceMarathon sono pronte. A Venezia le barriere si superano di corsa

no thumb

OLYMPUS DIGITAL CAMERAVENEZIA. Le rampe della VeniceMarathon sono pronte: oggi alle 15, in Riva degli Schiavoni, davanti all’hotel Metropole, sarà effettuata la cerimonia del taglio del nastro delle passerelle sempre più determinanti nel rendere la città fruibile a tutti, non solo agli atleti il giorno della gara. «Venezia accessibile: a Venezia le barriere si superano di corsa» è il nome del progetto che, ormai da qualche anno, permette alla cittadinanza di usufruire delle rampe della Venicemarathon anche dopo che si è svolta la manifestazione sportiva, elemento significativo della politica di eliminazione delle barriere architettoniche del Comune di Venezia. «La gente – ha sottolineato Francesca Pinto, dell’ufficio Eba – ormai se le aspetta. E siamo fieri, nel percorso iniziato da una decina d’anni con Venice Marathon, di averne garantito quest’anno la presenza alle Zattere fino alla chiusura delle scuole».
E anche “Il Gazzettino”, in questo contesto, ha dato il suo piccolo ma significativo contributo: la proposta di realizzare semplici adesivi, con simboli facilmente identificabili, da incollare all’inizio delle rampe, per invitare a dare priorità a disabili, anziani e persone meno fortunate. «Da una nostra inchiesta – ha spiegato il responsabile dell’edizione di Venezia, Tiziano Graziottin – è emerso come il flusso continuo di gente sulle rampe rendesse molto problematico l’accesso a mamme e disabili. La nostra è un’azione che non vuole essere assolutamente repressiva, ma solo un invito alla civiltà».
Gli adesivi, di colore blu, saranno posizionati solo dopo la gara di domenica, per evitare che il passaggio di ottomila atleti li possa rendere immediatamente inservibili.(a.min.)

[banner]

(Fonte: Il Gazzettino del 23-10-2014)

Leggi tutto
Diversamente AbiliItaliAccessibile NotizieSport DisabiliVenetoVenezia

La danceability, per sperimentare un mondo più grande

no thumb

Sta per prendere il via a Marcon, nei pressi di Venezia, un ciclo di seminari promosso dalla locale Associazione Areartistica, basato sulla danceability, tecnica aperta a persone con disabilità e non, che si svolge in un’area di fusione tra danza, teatro, ginnastica, all’insegna dell’inclusività e senza barriere. I seminari prenderanno il via esattamente il 25 ottobre e si protrarranno fino al mese di maggio del prossimo anno

danceability-italiaccessibileTecnica che utilizza i princìpi della cosiddetta Contact Improvisation, nata negli Stati Uniti all’inizio degli Anni Settanta, grazie all’impulso del danzatore e coreografo americano Alito Alessi, direttore della Joint Forces Dance Company di Eugene (Oregon), la danceability – della quale anche il nostro giornale si è già più volte occupato – ha sostanzialmente lo scopo di rendere accessibile il linguaggio della danza a tutte le persone. Si tratta infatti di un’esperienza vissuta insieme da persone con disabilità e non, per vivere esperienze di reciproca uguaglianza, basate sulla fiducia reciproca, la fluidità e l’equilibrio, in un dialogo fisico in cui tutti i sensi siano coinvolti.

E in tal modo ne parla anche Roberto Loreggia, presidente di Areartistica di Marcon, nei pressi di Venezia, un’Associazione Sportiva Dilettantistica che ha promosso appunto un ciclo di seminari di danceability, dall’imminente avvio il 25 ottobre prossimo (Palestra Polivalente del Palazzetto dello Sport di Marcon, ore 15-18). «Sarà un’attività – sottolinea infatti – che si svolgerà in un’area di fusione tra teatro, danza e ginnastiche, all’insegna dell’inclusività e senza barriere, con la persona al centro e non lo stato in cui si trova».

L’iniziativa, che si avvale della collaborazione dell’Associazione Ottavo Giorno di Padova, già esperta nel settore, si articolerà su sette incontri pomeridiani successivi (sempre dalle 15 alle 18), dal 25 ottobre, come detto, sino al 9 maggio (gli altri il 15 novembre, il 24 gennaio, il 28 febbraio, il 28 marzo e il 18 aprile). (S.B.)

[banner]

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info.areartistica@gmail.com.

(Fonte:Superando.it)

Leggi tutto
Dimensione carattere
Designed by

best down free | web phu nu so | toc dep 2017