Privacy Policy ItaliAccessibile Notizie Archivi - ItaliAccessibile
close

ItaliAccessibile Notizie

ItaliAccessibile – News sul Turismo Acessibile, accessibilità e sport disabile

AccessibilitàDiritti dei disabiliDonne e disabilitàEsperienze Accessibili di Maria StellaHome pageItaliAccessibile News @ltItaliAccessibile NotizieNotizie DisabilitàSalentoSesso e disabilità

UNA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA PER ABBATTERE I TABU’ SU SESSUALITA’, AFFETTIVITA’ E DISABILITA’

locandina-abbattitabù

UNA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA PER ABBATTERE I TABU’ SU SESSUALITA’, AFFETTIVITA’ E DISABILITA’

Abbattitabù - Università del Salento
Abbattitabù – Università del Salento

di Maria Stella Falco

Anche se non ho potuto partecipare all’evento di ieri, ve ne ho dato notizia con un post sulla pagina Fb di ItaliAccessibile: presso il Rettorato dell’Unisalento, si è si è svolta ieri la conferenza stampa di presentazione della rassegna cinematografica del progetto “Abbattitabù” (http://www.italiaccessibile.it/abbattitabu-abbattiamo-tabu-sessualita-affettivita-disabilita/) sul tema “affettività, sessualità e disabilità”.

Questa iniziativa partirà, con la prima proiezione (“La sfida di Jace”), il 29 marzo a Lecce, c/o le Officine Cantelmo, ore 18.30. L’appuntamento cadrà il mercoledì. Tutti e quattro i film che saranno proposti – tutti i titoli, e le date in cui saranno proposti, sono nella locandina dell’evento – raccontano la disabilità, quattro storie che coinvolgono persone con differenti disabilità. Il filo conduttore della rassegna sarà il tema dell’affettività e della sessualità, affrontato da “un’angolazione insolita” – ha detto Serena Grasso, peer educator di “Abbattitabù” durante la Conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa.

La rassegna cinematografica si rivolge a quanti – famiglie, persone non disabili, ecc. – vogliono, per vari motivi, avvicinarsi al tema dell’affettività e della sessualità delle persone disabili.

Secondo la direttrice Generale dell’Asl Lecce, attualmente, tutti gli “attori sociali” – dunque, anche i servizi – mostrano di affrontare questo tema con una consapevolezza sempre maggiore, ma “occorre ancora abbattere la credenza diffusa che la dimensione affettiva e sessuale nei disabili sia secondaria rispetto ad altri bisogni della vita”.

Secondo la delegata del Rettore, prof.ssa Eliana Francot, la rassegna si propone di dare il suo contributo in questo senso, cioè di innalzare le “conoscenze in materia di disabilità” e di contribuire “al miglioramento della qualità della vita degli studenti”

Come ha affermato il prorettore dell’Unisalento , l’Università dà “grande importanza al tema affrontato ed alla capacità di lavorare in sinergia con altri enti” in seguito a protocolli di intesa stipulati tra varie realtà: l’Università, in particolare l’Ufficio integrazione disabili; la struttura sovradistrettuale di riabilitazione dell’Asl di Lecce; in questo caso, le Officine Cantelmo, che ospiteranno le proiezioni.

In ultimo, qualche “nota di servizio”: sarà garantita, ad eccezione del primo film, per motivi tecnici, trattandosi di una produzione per la tv, l’accessibilità dei contenti proposti. Tutti i film, infatti, saranno sottotitolati; personale specializzato, inoltre, sarà disponibile a raccontare i film ai non vedenti. Relativamente all’accessibilità del luogo, le Officine Cantelmo sono accessibili: l’ho anche sperimentato personalmente.

Leggi tutto
Diritti dei disabiliFISHHome pageItaliAccessibile NotizieNotizie Disabilità

Fish Onlus: LEA, approvati ma non applicabili

lea

I nuovi LEA sono stati dunque pubblicati in Gazzetta Ufficiale (18 marzo) ma, nonostante la grande enfasi, risultano ancora lontani dall’essere applicabili.

Lea -Livelli Essenziali Assistenza
Lea -Livelli Essenziali AssistenzaLea

FISH espresse, in audizione a Camera e Senato, critiche piuttosto articolate e severe. – ricorda Vincenzo Falabella, Presidente della FISH – Le Commissioni di Camera e Senato ne accolsero solo alcune ma nemmeno quelle sono state recepite, se non in modo residuale, nel testo in Gazzetta Ufficiale.”

Non è ripresa, solo a titolo di esempio, la raccomandazione che sia previsto espressamente il diretto coinvolgimento della persona con disabilità e della sua famiglia nella predisposizione del percorso assistenziale (articolo 4, comma 2, lettera d).

Ancora: che sia garantita alle persone con disabilità la continuità assistenziale attraverso il progetto individuale previsto dall’articolo 14 della Legge n. 328 del 2000, che integri interventi sanitari, sociali e di tutela (articolo 5).

E nel testo viene ancora ignorata l’esplicita richiesta di escludere da gara alcuni prodotti protesici di serie che necessitano di un percorso prescrittivo individualizzato e di un appropriato percorso valutativo.

A questi mancanti recepimenti si aggiungono tutte le culturali e strutturali criticità dei LEA che FISH ha già avuto modo di esprimere e che sono trasversali ai contenuti: dalla prevenzione alla diagnosi, dalla riabilitazione alle prestazioni protesiche, dai servizi ospedalieri ai servizi sociosanitari residenziali e semiresidenziali, dalle malattie rare a quelle croniche.

Se qualcuno spera che questi LEA – continua Vincenzo Falabella – siano davvero compiutamente esigibili rimarrà presto deluso. Lo stesso testo prevede, per essere realmente applicato, una serie di Intese Stato-Regioni: sui dispositivi monouso, sulle prestazione protesiche, sui percorsi assistenziali integrati, sull’assistenza ambulatoriale… Sui tempi e gli intenti poco è dato sapere.”

Ma oltre a ciò sono pendenti anche le decisioni che dovrebbe assumere la Commissione nazionale per l’aggiornamento dei LEA (già istituita lo scorso anno) e da cui sono escluse le organizzazioni dei pazienti e delle persone con disabilità. La Commissione entro il 15 marzo (termine già scaduto) dovrebbe presentare la proposta di aggiornamento dei LEA “prioritariamente attraverso la ridefinizione delle prestazioni ovvero la modifica delle loro modalità erogative, garantendo il mantenimento della compatibilità tra risorse e prestazioni da erogare in maniera omogenea sul territorio nazionale, secondo le modalità erogative appropriate, da finanziare in base alla quota d’accesso.”

Nella sostanza – conclude Falabella – se mancano le risorse i tanto celebrati LEA possono essere ridotti o applicati in modo progressivo. Il che rende i diritti dei Cittadini molto aleatori.”

Ed i segnali, proprio a partire dalle risorse ancora incerte e che mancherebbero all’appello, sono poco rassicuranti dalle parti della Conferenza delle Regioni.

In questo clima piuttosto caotico, in considerazione di uno strumento – i LEA – su cui nutriamo moltissime riserve, non possiamo che mantenere l’attenzione elevata ed esercitare tutte le azioni possibili per pretendere l’applicazione di un diritto umano incomprimibile: quello alla salute. Per ora i LEA non esistono, non garantendo livelli essenziali e uniformi di prestazioni e servizi nel Paese. E ciò è gravissimo.”

Leggi tutto
AccessibilitàBarriere ArchitettonicheCinema AccessibileHome pageItaliAccessibile NotizieNotizie DisabilitàPartner ItaliAccessibile

Cinema a Ruota Libera – Segnalazione di Cinema Accessibili

cinema-a-ruota-libera

Cinema a Ruota Libera – Segnalazione di Cinema Accessibili

“Cinema a ruota libera” è un nuovo progetto rivolto alle persone con disabilità creato da Carlo Guglielmo Vitale, un disabile con la distrofia muscolare di Duchenne, stufo di non sapere, abitando a Roma, in quale sala a di un cinema potrà vedere un film.

Cinema a Ruota Libera – Cinema accessibili

ItaliAccessibile.it ha deciso di appoggiare questo progetto http://www.cinemaruotalibera.it/ chiunque può accedere alla pagina www.cinemaruotalibera.it/aggiungi-cinema e compilare un brevissimo modulo con le informazioni che ognuno possiede sul cinema accessibile che abitualmente frequenta. Via via che verranno fornite informazioni, il database diventerà sempre più grande ed aggiornato, creando così uno strumento utilissimo alle persone con disabilità ed accompagnatori.

Leggi tutto
#NotspecialneedsAIPD - DownDiritti dei disabiliHome pageItaliAccessibile NotizieNotizie Disabilità

#Notspecialneeds – Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down 2017

giornata-mondiale-sindrome-down-2017

Giornata mondiale sindrome di Down 2017

#Notspecialneeds #WDSD17

In occasione del World Down Syndrome Day il Coordown (coordinamento nazionale delle associazioni delle persone con sindrome di Down) presenta, il 21 marzo 2017, alle Nazioni Unite la sua ultima campagna di comunicazione internazionale con l’ashtag #Notspecialneeds. Un ironico filmato in cui si mostrano situazioni paradossali, come farsi massaggiare da un gatto, per far riflettere sul fatto che ricevere un’istruzione, trovare un lavoro, uscire con gli amici e altri aspetti della vita sono bisogni di tutti.

Il filmato viene presentato alla Conferenza del World Down Syndrome Day a New York, nel quartier generale delle Nazioni Unite. E il CoorDown sarà presente con Irene Galli, una ragazza con sindrome di Down di diciotto anni che terrà un breve intervento per introdurre lo spot e parlare in prima persona dei suoi bisogni, delle sue aspettative, dei suoi sogni di giovane donna.

Il breve filmato diretto da Wayne McClammy gioca con ironia sull’idea degli special need, ovvero dei “bisogni speciali”, un eufemismo per parlare delle persone con disabilità e delle loro necessità. Nel corto si mostra come ricevere un’istruzione adeguata, trovare un lavoro, andare a vivere da soli, praticare sport e uscire con gli amici, avere una relazione sentimentale ed esercitare i propri diritti di cittadino sono aspetti importanti della vita di ciascuno e che nessuno definirebbe “speciali”. Ma è proprio così che vengono definiti i bisogni delle persone con sindrome di Down. Persone che hanno le stesse esigenze di chiunque altro: studiare, lavorare, avere delle opportunità, far sentire la propria voce ed essere ascoltati.

In Italia sono circa 40mila le persone affette dalla sindrome, con un’età media 25 anni. La condizione colpisce circa un nuovo nato su mille, ricorda l’Oms, e se all’inizio del ‘900 la sopravvivenza media era 10 anni ora circa l’80% dei malati supera i 50. In Italia si stima che la sopravvivenza media sia arrivata a 62 anni, anche per effetto dei miglioramenti nella medicina.

 

 

Leggi tutto
Dora Una Voce per un Aiuto

Dora una Voce per un Aiuto – Puntata del 19 marzo 2017

dora-millaci

Dora una Voce per un Aiuto – Puntata del 19 marzo 2017

Web Radio Sociale di Dora Millaci

Evento per i tumori infantili, Premio Naz. letterario di poesia “IO ESISTO” della UILDM, Lega Italiana Tumori (previeni mangiando), LILT Genova e la tango terapia, Grand Prix nel cuore evento al Centro Spazio Vita del Niguarda, poesia vincitrice Mini-Concorso, presentaz. libro di Mirella Mazzanti (storia vera dell’autrice), presentaz. libro Dr. Cisternino, autismo e il libro del Dr. Vagni, autismo e il Convegno sul “dopo di noi”, Ass. Acondroplasia e I incontro ragazzi e adulti con la patologia. Sondaggi

Grazie per aver letto il nostro articolo puoi aiutaci con una donazione a portare avanti i nostri progetti

Leggi tutto
Scuola nazionale cani guida

CON “ABBATTITABU’ ABBATTI(AMO) I TABU’ SU SESSUALITA’, AFFETTIVITA’ E DISABILITA’

logo-abbattitabù
Foto equipe Abbattitabù

di Maria Stella Falco

In occasione del World Social Work Day vissuto il 17 marzo 2015 promosso dalle associazioni internazionali del Servizio Sociale IFSW, il Corso di Studio in Servizio Sociale e in Progettazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali, d’intesa con l’AIDOSS (Associazione Nazionale Docenti di Servizio Sociale), ha organizzato un momento celebrativo attraverso un “open forum” rivolto a studenti e assistenti sociali sui temi del Servizio Sociale e promozione della dignità e del valore delle persone il giorno 31 marzo 2015.

In tale occasione ho avuto modo di riflettere e di avvicinarmi, come persona e come studentessa di servizio sociale, a questioni che, prima di allora non avevo approfondito.

In particolare, dialogando con docenti, professionisti e con gli altri partecipanti al tavolo, ho ricevuto un input che mi ha portato ad interessarmi al tema dell’affettività e della sessualità delle persone diversabili.

Successivamente, personalmente e professionalmente, ho voluto “coltivare” tale interesse, partecipando ad altre iniziative inerenti ad esso.

Ho cominciato a collaborare al “Progetto Abattitabù”, nato dalla cooperazione dei Gruppi di Lavoro dell’Ufficio Integrazione Disabili dell’Università del Salento e della Struttura Sovradistrettuale di Riabilitazione dell’Asl Lecce, all’interno di un Protocollo d’Intesa tra i due enti.

Abbattitabù” è una sperimentazione che si inserisce in un percorso, avviato da tempo dai due enti, che vuole mettere al centro dell’attenzione la persona con disabilità in tutte le sue dimensioni (di studio, di lavoro, di tempo libero e di affettività). Tale sperimentazione coinvolge anche alcuni studenti universitari disabili che stanno seguendo un percorso di peer educator (io, Serena Grasso, Giacomo Linciano, Danilo Mi).

Logo Abbattitabù

La prima fase del progetto ha previsto l’istallazione di quattro cassette delle lettere presso punti nevralgici delle sedi universitarie dell’Unisalento (l’Ufficio Integrazione, la Biblioteca interfacoltà di Studium 2000; le segreterie studenti del palazzo Codacci Pisanelli ed Ecotekne) per raccogliere domande, curiosità, ecc. sul tema della sessualità, affettività e disabilità

Le risposte, a cura dei peer educator dell’Ufficio Integrazione Disabili e degli esperti del Servizio di Consulenza Sessuologica alle persone disabili della Asl Lecce, sono pubblicate la prima settimana di ogni mese sulla pagina facebook https://www.facebook.com/abbattitabu. Vi invitiamo a seguirci!

Essere peer educator mi sta consentendo fare esperienza, personale e “professionale”. Ho la possibilità di confrontarmi, come persona disabile e come futura assistente sociale su temi, quali l’affettività e la sessualità delle persone disabili, che per molti (disabili e non) rappresentano ancora un tabù. È necessario impegnarsi socialmente e offrire alla gente occasioni di riflessione in modo che tali pregiudizi e stereotipi vengano superati, o almeno mitigati.

Su questi argomenti è necessario sensibilizzare, informare, “metterci la faccia”, dando anche consigli “contestualizzati” in risposte a quesiti che ci vengono posti, per “dimostrare” che la persone disabili hanno diritto a vivere e possono vivere tutte le dimensioni di vita.

 

 

Leggi tutto
AccessibilitàBasilicataEventi accessibiliEventi Turismo AccessibileHome pageItaliAccessibile NotizieMateraNotizie DisabilitàTurismo Accessibile

“MateraMare”, itinerari e destinazioni accessibili. Il 17 marzo la presentazione

materamare

Il 17 Marzo presso la Fondazione LE MONACELLE e il 18 Marzo al Cinema Kennedy a Matera verrà presentato il progetto “MateraMare. Itinerari e destinazioni accessibili”.

 

MateraMare

Venerdì 17 Marzo alle 10:00 “Percorsi, Luoghi e Soste: l’accessibilità degli Itinerari storici per la valorizzazione del territorio”, un convegno con una scaletta articolata e con ospiti di alto profilo. Saranno illustrati i primi risultati del lavoro svolto in questi mesi fra Matera e i Mari della Basilicata: una piattaforma web di mappatura e rilevazione e i prodotti sviluppati (una mappa turistica e una cartolina visivo-tattile), ma soprattutto il metodo di lavoro adottato per affrontare il tema dell’accessibilità, presentando le possibilità e le condizioni di viaggio per visitare la Basilicata.

Nel pomeriggio ci saranno due tavole rotonde per gli addetti ai lavori, dove si discuterà di accessibilità dei siti Unesco e dei Metodi e delle Strategie per rendere la Basilicata un luogo accessibile e più vivibile, dando importanti spunti per la definizione delle strategie del Piano Turistico Regionale.

Sabato 18 Marzo sono previste visite guidate per i nostri ospiti (aperte a tutti) e tutta la bellezza accessibile di Matera.

In serata, al Cinema Kennedy alle ore 19:00 saranno presentati i risultati ottenuti dalle tavole rotonde del pomeriggio precedente, con spazio per dibattiti e scambi di opinione.
In chiusura, alle 20:30 ci sarà Not AcCESS, uno spettacolo semiserio con Dino Paradiso e Ivan Dalia: con ironia demoliremo le barriere dei luoghi comuni.

Qui di seguito il programma dettagliato.

Venerdì 17 Marzo 2017 – 10:00-13:30
Percorsi, Luoghi e Soste.
L’accessibilità degli Itinerari storici per la valorizzazione del territorio.
ORE 10:00 – 13:30 Fondazione “Le Monacelle”, Via Riscatto n. 9, Matera

Saluti Istituzionali: Raffaello De Ruggeri – Sindaco di Matera
Modera: Giovanni Ferrero – Componente Comitato promozione Sviluppo Turismo Accessibile MIBACT
Introduce: Patrizia Minardi – Dir. Regione Basilicata Uff. Sistemi Culturali e Turistici. Coop.ne Internazionale

Grandi Eventi e itinerari storici: occasioni per i territori
Paolo Verri – Dir.Fondazione Matera-Basilicata 2019
Massimo Tedeschi – Pres. Associazione Europea Vie Francigene
Aldo Patruno – Dir. Dip Turismo, l’economia della Cultura e valorizzazione del territorio

Gli Open data e le mappe open source: a cosa servono?
Francesco Piero Paolicelli – Consulente Opengov
Mimi Coviello – Architetto Paes. meson ro studio

OpenTourism
Laura Shiff – Dirigente Regione Emilia-Romagna – DG Economia della conoscenza, lavoro e impresa

Progettazione inclusiva metodi e pratiche
Eugenia Monzeglio – Architetto / Vice presidente Istituto Italiano per il Turismo per Tutti
Lucia Baracco – Architetto / Presidente lettura Agevolata Onlus / Venezia città per tutti
Cristina Amenta – Architetto / C-FARA / Coord. progetto “MateraMare” / Componente direttivo IsITT

Buone pratiche ed esperienze
Paola Casagrande – Dir. Ufficio Promozione Cultura Turismo e Sport Regione Piemonte
Danilo Ragona/Luca Paiardi – Viaggio Italia
Luca Petruzzellis – Pres. Ass. SassieMurgia / Socio IsITT

Conclusioni:
Marcello Pittella – Presidente Regione Basilicata

Sabato 18 Marzo 2017
Cinema Kennedy, Via Cappuccini n. 21, Matera

ORE 19:00
Condivisione dei risultati delle tavole rotonde: spunti per il Piano Turistico Regionale
Conclusioni: Patrizia Minardi

ORE 20:30
Dino Paradiso e Ivan Dalia
Not AcCESS
Spettacolo semiserio

Leggi tutto
Libri: segnalazioni, recensioni

Chiacchierando con Carlotta sul suo libro autobiografico “Quegli Attimi Di Felicita”

quegli-attimi-di-felicità-Carlotta-Orefice

Chiacchierando con Carlotta sul suo libro autobiografico “Quegli Attimi Di Felicita”

di Gianluca Iandolo

Libro “Quegli Attimi di felicità” di Carlotta Orefice

Salve quest’oggi voglio farvi partecipe della “mia chiacchierata informale ” con Carlotta Orefice, ragazza con disabilità motoria, autrice del libro  “Quegli Attimi di Felicita”. E’ un libro autobiografico, fresco, di veloce comprensione ma soprattutto ricco di emozioni e sensazioni vissute che si trasmettono al lettore.

Per questo vi trasmetto il contenuto di questa “chiacchierata”:

Da dove nasce l’idea di raccontarti?

Perche voglio aiutare le persone che sono nelle mie stesse condizioni rialzarsi più forti, come ho fatto io!!

Quindi per dare un messaggio di “d’ispirazione e rinascita”?

Si

Nelle tue pagine avverte un lungo cammino di consapevolezza e una forte voglia di vivere

Voglia di vivere tanta,con tutte le sue difficoltà e il desiderio di farsi accettare nonostante la disabilità! Odio le persone che ti passano vicino e ti dicono <<bella che peccato pero…>>. Ho tanta rabbia per loro che non ci accettano e che credono che la loro vita sia migliore della nostra

Ci riuscirò!

Certo che ci riuscirai, ci stai già riuscendo! Non è da tutti mettere nero su bianco un pezzo della propria vita dicendo “io ci sono e sono così!!”

Forse sono stata fortunata ad avere una famiglia alle spalle che mi ha fatto e mi farà ancora superare ogni cosa.

Sicuramente sono i tuoi capi saldi oltre gli amici, giusto?

Giustissimo

Nel libro ci sono oltre alle profonde ed intense lettere ai tuoi cari anche dei posti e degli episodi della tua vita, come mai ?

Il mio vissuto,ciò che mi ha segnato, il mio primo fidanzato, la prima persona che mi ha accettato, la mia migliore amica ed ancora la mia Taene che più di un’amica è una sorella che mi ha portato in Brasile per un mese intero, non lo dimenticherò mai più. Nella mia vita adesso c’è tanto, un nuovo amore e poi Erica il mio attuale “angelo custode” l’adoro . Chi sa se un giorno scriverò ancora!!

Oltre la scrittura quali sono le tue passioni?

Viaggiare, la fotografia,la salsa e faccio anche lezioni di canto in un accademia

La conclusione di questa chiacchierata/intervista come dir si voglia, è stata ricca di significato e di emozione un come “Quegli Attimi Di Felicita” che potete trovare online : Quegli attimi di Felicità

Grazie per aver letto il nostro articolo puoi aiutaci con una donazione a portare avanti i nostri progetti

Leggi tutto
Offerte Lavoro - Categorie Protette

IMPIEGATO UFFICIO TECNICO – PARMA – Categorie protette da Jobmetoo

300x250_Jobmetoo_grigio

“IMPIEGATO UFFICIO TECNICO” – PARMA – Categorie protette da #Jobmetoo

Annuncio dedicato alle persone appartenenti alle categorie protette – legge 68/99.

Il presente annuncio è rivolto esclusivamente agli appartenenti alle categorie protette L. 68/99

La filiale Adecco Office di Parma ricerca per importante cliente del territorio un/una

IMPIEGATO/A TECNICO

La risorsa, riportando direttamente al responsabile, opererà all’interno dell’ufficio tecnico occupandosi di:

• Stampa progetti
• Stampa documenti
• Compilazione moduli tecnici
• Supporto operativo ai colleghi dell’ufficio

Requisiti:

• Formazione tecnica (Diploma o laurea)
• Buona predisposizione al lavoro in team
• Buone doti comunicative e relazionali
• Completano il profilo dinamismo e flessibilità
• Iscrizione alle liste della categorie protette L. 68/99

Si offre:
Contratto a termine di un anno e successive proroghe

Luogo di lavoro: Parma
Orario di lavoro: full time

Inquadramento: variabile in base all’esperienza maturata CCNL Industria metalmeccanica

Orario di lavoro: Tempo pieno

Clicca qui per candidarti

grazie per aver letto il nostro articolo puoi aiutaci con una donazione a portare avanti i nostri progetti

Leggi tutto
Donne e disabilità

8 MARZO: “NON AVERE PAURA, DENUNCIA” , LO SPOT CONTRO IL FEMMINICIDIO DELLA ONLUS L’ARTE NEL CUORE

arte-nel-cuore-onlus

“Non avere paura, denuncia” è lo spot realizzato in occasione della Festa della Donna, dagli allievi disabili e normodotati della Onlus L’Arte nel Cuore, per sensibilizzare l’opinione pubblica contro i femminicidi.

Lo scopo dell’iniziativa – spiega una nota – è quello di esortare le vittime a denunciare gli episodi di violenza, fisica e/o psicologica che avvengono tra le mura domestiche ma non solo. Un appello contro i maltrattamenti di genere che parte dal profilo facebook official dell’Associazione “perché nessuna donna si senta mai più sola”, dichiara Daniela Alleruzzo, presidente della Onlus.

Nel video, le immagini del rogo del 1909 negli Stati Uniti dove morirono più di 100 donne si alternano a quelle delle donne maltrattate, abusate, uccise in questi ultimi anni da chi diceva di amarle, e poi si chiude con una carrellata di volti famosi che celebrano le conquiste delle donne, un monito a rispettarsi sempre. Lo spot termina con la frase “No violenza sulle donne”.

Leggi tutto
Sport Disabili

I Piloti di Moto Paralimpici Di.Di Onlus parteciperanno alla “International Bridgestone Handy Race”

Invito DD Time_Motodays 2017(1)

Sabato 11 marzo alle ore 12.00 la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili presenterà la delegazione dei piloti paralimpici che parteciperanno alla “International Bridgestone Handy Race”, la gara internazionale che, in anteprima mondiale, sarà ospitata all’interno del Gran Premio di Francia della MotoGP, il 20 e 21 maggio prossimi.

Motodays – Piloti Paralimpici Di.Di Onlus

Il Motodays, la fiera delle due ruote che andrà in scena a Roma dal 9 al 12 marzo, l’evento fieristico della capitale che segna l’apertura della stagione motoristica.

Negli anni è oramai divenuto un appuntamento fisso per i ragazzi della Onlus Di.Di., che grazie alla preziosa collaborazione degli organizzatori, riescono ad offrire un punto informativo a tutti i ragazzi disabili che vogliono avvicinarsi alle due ruote.

Per questa nona edizione del Motodays la loro partecipazione avrà un sapore speciale: sabato 11 marzo, alle ore 12.00, sul palco principale della fiera (Pad. 3) verrà presentata la delegazione del Team Di.Di. che parteciperà alla “International Bridgestone Handy Race”, la gara internazionale riservata a piloti disabili che quest’anno si disputerà all’interno della MotoGP durante il weekend del Gran Premio di Francia (19/21 maggio). Un traguardo senza precedenti per una competizione che solo 5 anni fa non esisteva e che è stata promossa per la prima volta al mondo proprio dalla Onlus Di.Di., in Italia inizialmente, e successivamente all’estero, accogliendo i favori di tanti motociclisti disabili che non hanno voluto abbandonare l’idea di rimettersi tuta e casco per assaporare il gusto di correre tra i cordoli.

Undici gli atleti paralimpici italiani, che andranno ad unirsi ad altri 20 provenienti da Francia, Inghilterra, Belgio, Finlandia, Spagna, Colombia, Australia e Nuova Zelanda, per un evento che siamo certi lascerà il segno nel mondo del motociclismo.
Grazie al supporto dei partner della Onlus come Bridgestone, Leasys, ACI Roma, Intrasecur Group, Accademia Europea di tutela privata, Ottobock, Ortopedia Michelotti, Honda, Handytech, Premier, TCX,
Thermal Technology, OJ e Fisiomet, la Di.Di. in questi anni sta riuscendo a coprire un vuoto normativo, sportivo e sociale dedicato al binomio disabilità/due ruote.

Sempre sul palco verranno presentate anche tutte le attività in programma per questo 2017: sarà presente la cantante e atleta paralimpica, nonché madrina dell’Associazione, Annalisa Minetti, per lanciare la seconda stagione di “Never Give Up”, il programma televisivo prodotto da A&M Media Division in onda su AutomotoTV (canale 148 di Sky) da lei condotto, insieme a Chiara Valentini, dedicato a chi ha una disabilità e non vuole rinunciare a guidare un mezzo a motore a 360°. In calendario anche i Corsi di Guida
“Learn&Try”, con moto adattate in base alle differenti esigenze motorie e con il campionissimo Nicola Dutto nelle vesti di istruttore; e il “Di.Di. Bridgestone Cup”, il campionato italiano riservato a piloti disabili.

Per tutti e quattro i giorni di Fiera, i Di.Di. saranno disponibili anche ad offrire informazioni su Patenti A Speciali e adattamenti, al loro stand (Pad.3/Stand C19): inoltre, sarà possibile partecipare alla lotteria che vedrà in palio 2 biglietti pass paddock per la SBK di Imola del 14 maggio, offerti dal Team Manager dell’Althea BMW Racing Team, Genesio Bevilacqua, da sempre solidale con le attività dell’Associazione.

Leggi tutto
Turismo Accessibile

Pisa Valdera Workshop sociale in collaborazione con il Progetto Viaggiare Disabili

pisavaldera-workshop
Pisa Valdera Workshop dal 10 al 13 marzo 2017

 

Un tour di 4 giorni, dal 10 al 13 marzo 2017, alla scoperta di Pisa, ma anche incontro tra domanda e offerta turistica nazionale e internazionale.

Dal 10 al 13 marzo verrà presentata , l’idea è di Freeway una società di comunicazione diretta da Dejan Uberti un giovanissimo studente di Lingue per la internazionale e d’impresa all’Università di Siena, in collaborazione con l’Associazione l’Ancora con il progetto Viaggiare Disabili per la parte relativa al turismo sociale, sanitario ed accessibile.

Viaggiare Disabili è un progetto che nasce all’interno de L’Associazione L’Ancora ed ha lo scopo di promuovere ogni tipo di spostamento, per turismo, lavoro, sport, salute o altro.

Il Progetto Viaggiare Disabili nasce per informare su itinerari, bar, ristoranti, musei e strutture ricettive accessibili a Tutti (www.viaggiaredisabilitour.com).

l’evento ha l’obiettivo di far conoscere agli oltre 50 buyer, tra agenzie di viaggi, tour operator, giornalisti e blogger, provenienti da tutta Italia e anche da alcune nazioni europee, luoghi ad ora poco conosciuti e meno visitati dai turisti.
Il 10 marzo l’evento si aprirà con una conferenza aperta al pubblico, a cui prenderanno parte tutti i buyer, presso la Certosa di Calci, in cui si parlerà delle potenzialità turistiche della Valdera, e anche del forte impatto del turismo sanitario, grazie all’intervento del Prof. Mosca, che illustrerà il suo lavoro con la Fondazione ARPA.
Nei giorni seguenti, il gruppo di buyer sarà impegnato nella visita di alcuni musei di Pisa, della Certosa di Calci, e di altre realtà turisticamente interessanti, così da poter poi studiare pacchetti specifici che permettano al territorio di crescere, non solo come numero di visitatori, ma anche come indotto turistico per le imprese del settore sul territorio.
A questo scopo, il 13 marzo, si terrà una vera e propria Borsa del Turismo, dove i buyer potranno incontrare l’offerta ricettiva locale, stringere accordi e studiare nuovi pacchetti da offrire ai propri clienti.
Momenti di alta cultura grazie ai tour turistici organizzati ad hoc con visita presso il Museo Nazionale San Matteo, alla tenuta e alla Cantina Tenuta di Ghizzano o, ancora, alla Chiesetta di Santa Maria della Spina sul Lungarno.
Già numerose le adesioni di hotel, agriturismi e residenze storiche a questa giornata.
#pisavalderaworkshop
Per informazioni pisavalderaworkshop@gmail.com oppure cell 3774413323.

Leggi tutto
Diritti dei disabiliFISHHome pageItaliAccessibile News @ltItaliAccessibile NotizieNotizie DisabilitàSalute e Benessere

Fish Onlus : Tagli pesanti ai Fondi non autosufficienza. Politiche sociali umiliate

fondo-non-autosufficienza-disabili
Fondo non autosuffiicienza

È un pessimo segnale per il futuro delle politiche sociali in Italia. Un colpo assestato dopo aver fatto balenare l’ipotesi di progettare e costruire livelli essenziali di assistenza in ambito sociale validi in tutto il Paese, di definire un Piano per la non autosufficienza, di aprire una stagione in cui l’attenzione all’inclusione sociale fosse significativa e unificante.”

È il commento del Presidente FISH Vincenzo Falabella alla lettura della risposta all’interrogazione parlamentare dell’onorevole Donata Lenzi. Il Ministero del Lavoro conferma che – in seguito ad un’intesa che ha visto convergere Stato e Regioni del 22 febbraio scorso – i trasferimenti di alcuni fondi alle Regioni a statuto ordinario verranno ridotti per esigenze di bilancio.

Fra questi il Fondo più pesantemente colpito è quello Nazionale per le Politiche Sociali che passa nel 2017 da 313 a 99 milioni portandolo vicino al minimo storico. Ma anche il Fondo per le Non Autosufficienze verrà ridotto a 450 milioni, perdendo 50 milioni.

Nella risposta scritta il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali sembra prendere le distanze da una decisione che indica come assunta da Regioni e Ministero dell’Economia – prosegue Vincenzo Falabella – ma per noi è rilevante l’esito e gli effetti di questa decisione che ha visto protagonisti gli assessori al bilancio ed i presidenti delle Regioni e il MEF. Peraltro lo specifico Tavolo per le non autosufficienze, di cui fanno parte oltre a FISH altre organizzazioni e sindacati, non ha ricevuto alcuna comunicazione di questa grave novità appresa da altri canali. Questo incide negativamente sulla qualità delle interlocuzioni in essere.”

La dura reazione di FISH, a cui è da ritenere ne seguiranno altre, potrebbe mettere in seria difficoltà il Ministro e l’Esecutivo anche su altri temi di rilevanza per le politiche sociali. “Gli effetti di questa intesa, oltre ai danni materiali che si faranno sentire soprattutto nelle regioni del Sud, passano sopra molte teste, oltre a quelle delle persone con disabilità e delle loro famiglie: è lo stesso Parlamento ad essere ignorato. Quei Fondi sono stati incrementati o garantiti dopo ampie discussioni in Camera e Senato. È ai Parlamentari che facciamo appello per avere adeguato sostegno. E lascia stupefatti l’atteggiamento delle Regioni che compensano le loro mancate revisioni della spesa accettando di rinunciare a parti consistenti dei trasferimenti sul sociale. Chiederemo inoltre un confronto tempestivo con il Presidente del Consiglio dei Ministri e con il Ministro dell’Economia.”

Ma la FISH non esclude anche una mobilitazione più ampia e diffusa nel Paese, in ogni singola regione, attorno alla quale conta di trovare ampie convergenze data la gravità politica di quanto accaduto.

Leggi tutto
Dora Una Voce per un Aiuto

Dora una Voce per un Aiuto – Puntata del 5 marzo 2017

dora-millaci

Dora una Voce per un Aiuto – Puntata del 5 marzo 2017 – Web Radio sociale di Dora Millaci

In questa puntata: Autismo convegno in Sicilia, Sclerosi Sistemica una giornata dedicata all’informazione e alla diagnosi gratuita, Valentina Pitzalis assieme a tanti altri per un evento a Milano 8 marzo contro la violenza sulle donne, appello per cagnolino smarrito, poesia vincitrice Mini-Concorso, presentazione libro di NICOLE ORLANDO e tanto altro da ascoltare e condividere… grazie di cuore

Leggi tutto
Offerte Lavoro - Categorie Protette

“ADDETTI/E SERVIZI RISTORAZIONE”- Veneto- Categorie protette da Jobmetoo

300x250_Jobmetoo_grigio

“ADDETTI/E SERVIZI RISTORAZIONE” – Categorie protette da Jobmetoo

Annuncio dedicato alle persone appartenenti alle categorie protette – legge 68/99.

Per azienda settore alimentare che gestisce vari punti vendita, cerchiamo 1/2 addetti/e servizi ristorazione (camerieri/baristi/aiuto cucina/lavapiatti) appartenenti alle categorie protette.
La risorsa verrà inserita con contratto part time 4/6 ore al giorno in base alle proprie capacità. Il lavoro si svolge maggiormente in piedi. Richiesta minima esperienza in una delle mansioni sopra citate.Richiesta disponibilità immediata.
Luogo di lavoro: Monselice – Albignasego – Sarmeola di Rubano. Si propone contratto a tempo determinato con possibilità di assunzione a tempo indeterminato.

Orario di lavoro: Part-time

Per candidarti clicca qui

Leggi tutto
1 2 3 44
Page 1 of 44
Dimensione carattere
Designed by

best down free | web phu nu so | toc dep 2017